Articoli

Come utilizzare contenuti web e conversazioni social in dati ed insight utili per strategie future

I dati che producono gli utenti, i clienti e i potenziali clienti sono fondamentali per un brand. Per questo un’azienda deve essere capace di ascoltare la rete e captare tutti i messaggi positivi e negativi del target. Ovviamente per farlo occorre essere sempre aggiornati, seguire gruppi sui social, hashtag e captare ogni segnale su ogni piattaforma disponibile. Certamente esistono anche degli strumenti che sono in grado di individuare, cercando determinate parole chiave, i vari contenuti web e le conversazioni in cui si parla del brand. In un secondo momento, però, occorre saper leggere e valutare questi dati perché possono rivelarsi molto utili sia sulla strategia marketing che sulla produzione.

I dati della rete perché sono importanti per il tuo brand

Chi parla di voi, dei vostri prodotti o servizi o del vostro brand è sempre una fonte utile a capire se la vostra strategia di marketing (e di mercato) sta funzionando bene oppure necessita di correzioni.

La rete negli ultimi anni ci ha dato accesso ad una moltitudine di dati interessanti per scoprire molte informazioni sul target (come i loro gusti o le intenzioni di ricerca) e, allo stesso modo, ci ha permesso di capire come il brand (o il servizio oppure il prodotto) viene percepito dagli utenti.

Questi dati si possono trovare andando a scovare le conversazioni tra persone sui social, facendo una ricerca manuale per esempio, oppure avviando determinati software che permettono di avere accesso a diverse opinioni tra persone su diversi canali come Facebook, Twitter o Instagram.

Questo è utile perché ascoltando ciò che la rete ha da dire si può avere una chiara idea di come venga recepito il marchio e si crea, quindi, la brand reputation. Non solo. Leggendo commenti, per esempio, sotto una campagna promozionale oppure un post pubblicato su Facebook, si può capire molto sia sull’interesse che sul gradimento del prodotto e sulla campagna stessa, oltre a valutare i prossimi passi da seguire sul piano editoriale.

Dai dati capisci anche il mercato

I dati che provengono dal monitoraggio della rete possono essere una grande risorsa anche per capire le tendenze di mercato. Basta solo inserire determinate parole chiave per cercare nella rete e nei principali social cosa la gente pensa di quel determinato mondo, di un determinato servizio o prodotto. In questo modo, per esempio, se diversi utenti a fronte di uno stesso prodotto richiedono più sicurezza, la vostra azienda che ha ascoltato le loro conversazioni in rete può lanciare un prodotto più sicuro e distaccarsi di molto rispetto ai concorrenti di mercato.

Una strategia che si rivela utile anche per capire come stanno agendo i vari competitor del vostro settore ed evitare di commettere gli stessi errori (se ce ne sono stati) o per arrivare sul mercato con un prodotto (o un servizio) migliore rispetto agli altri.

Grazie ai dati si fa una strategia marketing vincente

La raccolta dei dati dal web e dai social media come abbiamo visto, permette di osservare, tracciare trend e definire nuove e vincenti strategie di marketing per raggiungere obiettivi sempre più performanti.

Allo stesso modo, oltre ai dati raccolti dalle conversazioni in rete, è molto utile saper leggere anche le informazioni contenute negli Insight offerti automaticamente dai principali social. Facebook, Instagram, Tik Tok, Linkedin, Youtube, Twitter: tutte queste piattaforme, solo per citarne alcune, hanno una sezione dedicata ai dati in cui si può capire se la strategia messa in atto sta funzionando oppure occorrono dei cambiamenti. Si può inoltre capire, dalla lettura di queste informazioni, se hanno performato di più grafiche, post, immagini o video in base al numero dei click effettuati, delle impression, delle condivisioni, dei commenti o delle reazioni. In questo modo si riesce a sapere se si è arrivati al pubblico desiderato (i dati mostrano anche sesso, provenienza, età delle persone) oppure modificare la strategia per attirare l’attenzione di clienti che possono acquistare (e non solo mettere il like ai post).

In questo modo si può iniziare a costruire un piano editoriale dedicato per migliorare la percezione delle persone rispetto al brand, oppure al prodotto o al servizio.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual’è la soluzione migliore per te!

Trend di marketing 2021, ecco su cosa bisognerà puntare

4

Sì alle nuove tecnologie

L’anno 2021 darà molto spazio alle nuove tecnologie come l’Intelligenza Artificiale (AI) che potrà essere utilizzata per rendere perfetta la navigazione degli utenti nei siti e, allo stesso tempo, offrire dati interessanti all’azienda o a chi fornisce un prodotto o un servizio. L’AI, inoltre, potrà essere utile per dare un volto umano all’azienda utile ad entrare in contatto con il proprio target.

Personalizzare per arrivare al target che ti interessa

Una delle parole chiave su cui puntare nel 2021 è “personalizzazione”. Questo non vuol dire utilizzare il nome del cliente nella newsletter, in Sms o in chat bot, ma differenziare sempre di più le offerte dei prodotti in base alle reali esigenze e ai desideri delle persone. In questo modo, in base alle preferenze, agli interessi o alle intenzioni di acquisto manifestate da un utente occorre trovare una formula adatta per ognuno di loro e proporre solo offerte che possano realmente essere interessanti per loro.

Mettere al centro la persona

Tra le tendenze per il 2021 nel mondo del marketing c’è anche quella di migliorare l’esperienza dell’utente su un sito internet, sia che si tratti di un e-commerce che di un sito vetrina o di una landing page. Tutto andrà progettato nei minimi dettagli per offrire una user experience indimenticabile.

Sempre per quanto riguarda le persone, o meglio la collettività, ultimamente i brand stanno cercando di affrontare diverse tematiche sociali tramite la veicolazione, soprattutto sui social, di campagne particolari che vertono sulle emozioni delle persone. La tendenza, dunque, sarà veicolare queste campagne con serietà, monitorando il sentiment generato dai diversi messaggi.

Unisci digital ed esperienza fisica

Il 2020 è stato l’anno dei webinar e dei virtual tour, ora occorre spingere su questo settore della trasformazione digitale e cercare di far vivere un’esperienza unica a chi decide di provare questo mondo. Come farlo? Utilizzando tutte le migliori tecnologie, come la realtà aumentata capace di rendere protagonista anche l’utente.

In quest’ottica uno dei trend di quest’anno sarà anche la collaborazione tra i professionisti per mettere in piedi sinergie nuove e all’avanguardia.

A questo proposito una buona opportunità, soprattutto per coloro che hanno grandi desideri ma poco budget a disposizione per effettuare investimenti, è quella del franchising.

Contenuti multicanale

Il 2020 ha anticipato un trend di quest’anno ovvero la voglia, degli utenti, di fruire contenuti di alta qualità che devono differire di formato e canale. Per questo è sempre più importante investire nel digital e attrezzarsi per fronteggiare la concorrenza, trovare il modo giusto di comunicare il proprio brand su ogni piattaforma, sfruttandone al massimo le potenzialità e magari anticipando anche i trend. Da tenere bene a mente: no alla standardizzazione, sì alla differenziazione cercando sempre di capire e valutare i cambiamenti in real-time.

Ripartire dopo il Covid-19, quali strategie mettere in campo

Il 2020 ha messo a dura prova il mondo del marketing alle prese tra chiusure, aperture, divieti e concessioni presenti in ogni differente Dpcm lanciato dal Governo per far fronte all’emergenza da Coronavirus. Una situazione di grande incertezza per le piccole, medie e grandi attività che però ora devono ripartire anche sul fronte del mondo digitale.

Facciamo un esempio. Un’attività di ristorazione o un bar che in questi mesi ha potuto lavorare con consegne e asporto potrà ricominciare da un sito nuovo, contenente tutti gli aggiornamenti, un e-shop su cui prendere le ordinazioni in tempo reale, ricevere i pagamenti oppure prenotare i tavoli.

Uno strumento, quello del sito, che può essere supportato al meglio da un’ottima pianificazione sul piano dei social network. Questo può essere fatto programmando frequenti uscite, sia su Facebook che su Instagram per iniziare. Tutto questo per aggiornare in tempo reale i clienti sugli orari, sulla disponibilità della merce, per promuovere nuovi prodotti o anticipare delle offerte. Del resto (e questa è una cosa da non sottovalutare) proprio questi due canali hanno attivato anche i propri shop in modo da accelerare e rendere più semplici le vendite.

Vuoi realizzare una strategia digital vincente? Contattaci per scoprire il piano marketing migliore per la tua attività