Articoli

Perché utilizzare Linkedin e le nuove funzionalità per i professionisti

Linkedin, si sa, è uno dei social network più importanti per un professionista. Sbaglia chi lo crede solo un social dedicato a “trovare lavoro” perché Linkedin è uno strumento fondamentale per generare relazioni proficue tra professionisti.

Qui, infatti, oltre al proprio curriculum, si possono pubblicare contenuti utili e di valore per altri utenti, generando così discussioni costruttive per il mondo lavorativo. Per chi fa social marketing, ma anche per un’azienda, è importante costruire la propria presenza anche in questo mondo. Qui, infatti, ci si rivolge ad un pubblico mirato e da cui riceveranno attenzioni e commenti importanti.

Negli ultimi tempi anche Linkedin, come Facebook e Instagram del resto, si è modificato e ha aggiunto nuove importanti funzionalità che possono essere utilizzate per creare una rete di contatti interessanti e imporre il proprio valore in una comunità molto attenta.

Linkedin e le stories, cosa sono e perché servono ai professionisti

Le Linkedin stories stanno già suscitando moltissime attenzioni perché possono aumentare il tasso di engagement, anche in contesto professionale. In questo senso meglio concentrarsi sul realizzare contenuti di alto valore, in grado di mostrare in modo coinvolgente (ma senza esagerare) l’autorevolezza e la leadership del soggetto nel proprio settore professionale.

Ad oggi le stories, che appaiono nella parte superiore della homepage, possono essere visualizzate solo tramite app mobile e, come succede per Instragram, rimangono visibili solo per 24 ore e permettono di condividere contenuti di 20 secondi.

Come possono essere utilizzate?

Per far entrare, per esempio, le persone in azienda e permettergli di condividere un qualche momento lavorativo importante. Oppure per condividere alcuni suggerimenti, magari offerti dal responsabile delle risorse umane o, ancora, condividere posizioni di lavoro aperte e suggerimenti sul come candidarsi.

Linkedin e le videochat, novità da utilizzare nella propria strategia

Tra le altre novità di Linkedin da iniziare a scoprire e sfruttare c’è di certo anche la possibilità di avviare delle video chiamate direttamente dal proprio thread di messaggi. Una cosa che può essere fatta grazie alle piattaforme Microsoft Teams, BlueJeans (di Verizon) e Zoom.

Un vero passo in avanti per Linkedin che, grazie a questa implementazione, non solo aiuterà i professionisti a mantenere i contatti lavorativi ma, allo stesso tempo, gli permetterà di costruire anche rapporti meno informali.

Linkedin Events: cosa sono e a cosa servono

Dopo l’arrivo dei sondaggi, ultimamente Linkedin ha implementato anche le funzioni relative agli eventi, che permette ai membri di creare e condividere eventi con il proprio network. Un sistema utile se l’obiettivo è quello di costruire e migliorare le relazioni tra i diversi professionisti dando  loro la possibilità di partecipare ad eventi sia online che offline.

Utile poi il ragionamento che ruota attorno allo sviluppo della funzionalità legata agli eventi virtuali, che integra le feature degli eventi online con le pagine aziendali permettendo ai soggetti di condurre eventi in live streaming direttamente dalla pagina aziendale.

Linkedin, perfetto strumento per costruire la tua brand identity

Grazie a queste implementazioni, unite ad un layout sempre più pulito, snello e dinamico, Linkedin si candida ad essere lo strumento ideale per costruire la propria immagine da professionista.

Va ricordato, come prima cosa, che questo social è in piena espansione e sempre più professionisti creano una rete di contatti utili. Detto questo, Linkedin diventa la piattaforma adatta su cui pubblicare opinioni e successi legati al mondo del lavoro e dimostrare il proprio valore e la propria competenza in materia.

Ovviamente tutto concorre a costruire la propria immagine, quindi anche il singolo profilo di ogni professionista va curato nel minimo dettaglio, dalla foto profilo alla foto di copertina, fino alla descrizione lavorativa. Anche l’ultima implementazione, in cui Linkedin permette agli utenti di comprendere come si legge un nome e un cognome correttamente, è quell’accortezza in più che viene valutata positivamente da chi analizza un profilo Linkedin ed è in cerca di nuove e proficue collaborazioni.

In questo senso occorre sempre ricordare che ogni singolo contenuto che viene condiviso su Linkedin deve essere pensato e scritto con estrema attenzione per evitare di danneggiare la propria reputazione.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual’è la soluzione migliore per te!

Snapchat e la nuova funzione ecommerce

Non sempre Snapchat viene utilizzato nelle strategie di social media marketing di un’azienda. C’è però una nuova funzione che può far pensare ad un uso più ponderato e mirato di questo strumento: stiamo parlando dell’ecommerce.

Snapchat, come Facebook e Instagram, può essere davvero fondamentale per lo sviluppo di un qualsiasi business ed è l’ideale per chi sta cercando di connettersi con il pubblico in modo differente, magari arrivando anche ad un nuovo tipo di target. Vediamo come si può fare.

Snapchat, il social giovane

Nato nel 2011 grazie ad una fortunata idea di Reggie Brown, Evan Spiegel e Bobby Murphy, Snapchat è conosciuto in tutto il mondo per essere un social network dall’impronta giovane dedicata soprattutto ad un pubblico di adolescenti. Si tratta di un applicazione che si può scaricare sullo smartphone e permette agli utenti di condividere video e foto di breve durata (tutti i contenuti scadono infatti dopo 24 ore) ai soli follower.

Stiamo parlando di uno strumento dalle grandi potenzialità e che all’estero ha convinto anche i grandi brand che hanno sviluppato apposite strategie per dominare la rete. Il gioco è semplice: condividere contenuti freschi e veloci, dalla breve durata, ma allo stesso tempo di grande impatto, capaci di rimanere impressi nella mente delle persone.

Snapchat per ecommerce: come utilizzarlo al meglio

Le aziende che oggi vogliono utilizzare Snapchat per il loro ecommerce non possono fare a meno che inventarsi una strategia mirata in linea con questa piattaforma. Tutto questo sapendo sempre che questa app, stando agli ultimi dati, è utilizzata per la maggior parte da adolescenti e ragazzi.

Se questo è un target interessante allora occorre lavorarci su perché Snapchat può aprire nuovi ed interessanti scenari di vendita. Vero, infatti, che l’app permette di condividere video e foto per sole 24 ore, ma è altrettanto vero che qui si possono anche inviare messaggi, condividere stories, fare video in diretta e salvare anche i contenuti più interessanti in un’area privata.

In questo senso un’azienda può utilizzare il meglio di questa piattaforma e creare un nuovo business costruito su misura in base ad un target importantissimo: i giovani. Si possono utilizzare tutte le funzioni di Snapchat per creare micro storie, magari in brevi racconti in cui appaiono anche prodotti o servizi (un modo diverso di sponsorizzarli, insomma). L’importante, da tenere bene a mente, è che occorre sempre creare contenuti nuovi, freschi, impattanti e allo stesso tempo farlo utilizzando un linguaggio giovane e creativo.

Snapchat, vendere con le ads

Il passo successivo può essere quello di inserire annunci a pagamento all’interno delle stories degli utenti Snapchat in modo da indirizzare una persona a compiere un’azione (e quindi portarla verso una pagina web che offre e spiega un servizio) oppure dirottarla verso un e-commerce vero e proprio.

Un altro modo molto utilizzato dalle aziende è servirsi delle lenti sponsorizzate, ovvero degli annunci che compaiono solo quando le persone utilizzano un determinato filtro per modificare i loro video e le loro foto. Oppure, ancora, si possono sfruttare i geofiltri sponsorizzati quando gli utenti effettuato ricerche in zone definite (una soluzione che può essere utile ad aziende locali o catene che hanno punti vendita in posti specifici).

Snapchat, qualche idea per l’ecommerce

Snapchat può essere utilizzato anche indirettamente in un’attività di e-commerce aziendale. Ad esempio, un’azienda può prevedere concorsi e omaggi solo per i follower di Snapchat, oppure può utilizzare la piattaforma per effettuare un lancio di un determinato prodotto o servizio che riporta a sua volta alla pagina di un ecommerce o una landing page specifica.

Un altro suggerimento può essere quello di prevedere sconti e coupon esclusivi (meglio ancora se a tempo e con scadenza) dedicati al popolo di Snapchat e mostrare il “dietro le quinte” di un’azienda, magari nelle storie. Far vedere in anteprima i prodotti, le operazioni che stanno dietro ad uno shop digitale (ovvero far capire come si preparano le foto, come avvengono gli ordini, come si confezionano i pacchi,…) può essere perfetto per instaurare un rapporto e un legame duraturo con gli utenti.

Per vendere occorre poi mostrare i prodotti: un fatto da prevedere certamente nella strategia e nel piano editoriale. Snapchat, grazie al grande spazio che dedicata a video e foto, può essere la piattaforma giusta per far vedere sia ai potenziali clienti che agli utenti già acquisiti non solo le anteprime, ma anche gli ultimi arrivi oppure i prodotti disponibili. Grazie al video poi il prodotto si può vedere meglio: utilizza quindi tutti gli strumenti per evidenziare i particolari.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual’è la soluzione migliore per te!

Franchising di successo, quali sono gli elementi che lo caratterizzano

Oggi aprire un franchising può essere la soluzione ideale per chi ha una bella idea e per chi vuole entrare nel mercato riducendo al massimo i rischi. Tutto questo, ovviamente, contando anche sui vantaggi di avere un brand forte alle spalle che può essere sempre di grade supporto e trasferire il proprio sapere all’affiliato.

Ora la domanda è: come si può ottenere un franchising di successo?

Vediamolo subito.

Franchising, consigli utili per il tuo successo

Quando un neo imprenditore ha un’idea di business, e sta pensando alla possibilità di affiliarsi ad un brand per realizzare il proprio sogno, deve tenere bene a mente a diversi punti perché la sua attività sia di successo.

Innanzitutto, occorre scegliere un brand conosciuto, con ottime recensioni, dai prodotti o servizi di valore. Insomma: meglio scegliere di affiliarsi ad un marchio che gode di un’ottima brand reputation. Questo significa, come abbiamo anticipato, scegliere chi può fornire gli strumenti giusti, trasmettere la formazione migliore e una conoscenza di valore. Meglio scegliere un brand noto e di cui la gente si fida rispetto ad un’azienda poco conosciuta e che ha, magari, ricevuto anche recensioni negative.

In questo modo non solo si acquisiscono le giuste competenze per affrontare la concorrenza sul mercato ma si può acquisire anche una clientela già solida, arrivando a percepire le informazioni e le preferenze di acquisto. Ci sono poi anche altri fattori da considerare come il Roi, ovvero il ritorno sull’investimento. Un dato che permette di valutare se l’affiliazione sta procedendo nel migliore dei modi.

Considera il mercato

Per il successo di un franchising, oltre a considerare la brand reputation del marchio, vanno determinate anche le condizioni del mercato e del settore economico in cui si è scelto di operare.

Ad esempio, se hai deciso di investire sulla comunicazione possiamo dirti che questo è un settore in forte ascesa. Visti gli ultimi tempi, poi, c’è stata una crescente richiesta relativa agli e-commerce. La tendenza, infatti, oggi è quella di vendere online e promuoversi attraverso i social e la rete. Questo vuol dire che c’è una fetta di mercato che si può sfruttare e che può generare interessanti fonti di guadagno.

Come fare per avere successo in questo settore? Proponendo servizi di alta qualità e al giusto prezzo, facendo conoscere i tuoi lavori, offrendo una serie di pacchetti speciali su misura e personalizzati in base alle esigenze dei clienti. Diversificarsi e ideare strategie diverse per ogni cliente è un bel punto di vantaggio, soprattutto se ci si presenta come affiliati di un’agenzia di marketing di successo.

Ovviamente, questo vuol dire avere le spalle coperte e, per quanto riguarda questo settore, essersi affiliati con una agenzia nota e che gode di un’ottima brand reputation ha certamente i suoi vantaggi. Non solo alla base c’è un format collaudato e testato, ma c’è anche un intero team a disposizione che può rispondere alle esigenze di mercato e dei tuoi clienti. Inoltre, il tuo biglietto da visita parte già con una marcia in più: il marchio di un’azienda che lavora bene e che è riconosciuta a livello nazionale. Tutto questo aggiungendo, poi, anche la formazione e il trasferimento delle conoscenze: condizione indispensabile per avviare un’attività di successo e redditizia.

Un bel vantaggio, no?

Franchising per la tua web agency

Abbiamo fatto l’esempio di aprire un franchising nel mondo della comunicazione e del marketing. Se lavori in questo settore e hai pensato di investire in un’attività tutta tua puoi, per esempio, cercare franchising dedicati alle web agency come il Franchising Mg Group.

Una soluzione che ti permette di lavorare sul tuo territorio ed offrire ogni tipo di servizio grazie al supporto di un’azienda nota nel mondo della comunicazione e del marketing come Mg Group Italia. Una realtà che ti mette a disposizione il suo team per lo sviluppo di siti web, la gestione di siti e-commerce, la creazione e gestione campagne di advertising e di gestione delle pagine social network fino alla creazione di strategie di web marketing.

Il franchisee, inoltre, non viene lasciato mai solo ma formato per sviluppare le proprie capacità organizzativo-commerciali e implementare la propria rete inserendo venditori, procacciatori d’affari e agenti commerciali in modo da coprire in maniera importante la zona affidatagli in esclusiva.

Ad oggi siamo gli unici player sul mercato che hanno azzerato completamente i costi fissi. Chiediamo solamente la fee di ingresso e fatto questo ti liberi di tutti i costi fissi tipici di una web agency tradizionale che, come avrai valutato, sono davvero molto alti.

Vuoi saperne di più? Scopri la nostra offerta e contattaci per conoscere tutti i dettagli

Come utilizzare contenuti web e conversazioni social in dati ed insight utili per strategie future

I dati che producono gli utenti, i clienti e i potenziali clienti sono fondamentali per un brand. Per questo un’azienda deve essere capace di ascoltare la rete e captare tutti i messaggi positivi e negativi del target. Ovviamente per farlo occorre essere sempre aggiornati, seguire gruppi sui social, hashtag e captare ogni segnale su ogni piattaforma disponibile. Certamente esistono anche degli strumenti che sono in grado di individuare, cercando determinate parole chiave, i vari contenuti web e le conversazioni in cui si parla del brand. In un secondo momento, però, occorre saper leggere e valutare questi dati perché possono rivelarsi molto utili sia sulla strategia marketing che sulla produzione.

I dati della rete perché sono importanti per il tuo brand

Chi parla di voi, dei vostri prodotti o servizi o del vostro brand è sempre una fonte utile a capire se la vostra strategia di marketing (e di mercato) sta funzionando bene oppure necessita di correzioni.

La rete negli ultimi anni ci ha dato accesso ad una moltitudine di dati interessanti per scoprire molte informazioni sul target (come i loro gusti o le intenzioni di ricerca) e, allo stesso modo, ci ha permesso di capire come il brand (o il servizio oppure il prodotto) viene percepito dagli utenti.

Questi dati si possono trovare andando a scovare le conversazioni tra persone sui social, facendo una ricerca manuale per esempio, oppure avviando determinati software che permettono di avere accesso a diverse opinioni tra persone su diversi canali come Facebook, Twitter o Instagram.

Questo è utile perché ascoltando ciò che la rete ha da dire si può avere una chiara idea di come venga recepito il marchio e si crea, quindi, la brand reputation. Non solo. Leggendo commenti, per esempio, sotto una campagna promozionale oppure un post pubblicato su Facebook, si può capire molto sia sull’interesse che sul gradimento del prodotto e sulla campagna stessa, oltre a valutare i prossimi passi da seguire sul piano editoriale.

Dai dati capisci anche il mercato

I dati che provengono dal monitoraggio della rete possono essere una grande risorsa anche per capire le tendenze di mercato. Basta solo inserire determinate parole chiave per cercare nella rete e nei principali social cosa la gente pensa di quel determinato mondo, di un determinato servizio o prodotto. In questo modo, per esempio, se diversi utenti a fronte di uno stesso prodotto richiedono più sicurezza, la vostra azienda che ha ascoltato le loro conversazioni in rete può lanciare un prodotto più sicuro e distaccarsi di molto rispetto ai concorrenti di mercato.

Una strategia che si rivela utile anche per capire come stanno agendo i vari competitor del vostro settore ed evitare di commettere gli stessi errori (se ce ne sono stati) o per arrivare sul mercato con un prodotto (o un servizio) migliore rispetto agli altri.

Grazie ai dati si fa una strategia marketing vincente

La raccolta dei dati dal web e dai social media come abbiamo visto, permette di osservare, tracciare trend e definire nuove e vincenti strategie di marketing per raggiungere obiettivi sempre più performanti.

Allo stesso modo, oltre ai dati raccolti dalle conversazioni in rete, è molto utile saper leggere anche le informazioni contenute negli Insight offerti automaticamente dai principali social. Facebook, Instagram, Tik Tok, Linkedin, Youtube, Twitter: tutte queste piattaforme, solo per citarne alcune, hanno una sezione dedicata ai dati in cui si può capire se la strategia messa in atto sta funzionando oppure occorrono dei cambiamenti. Si può inoltre capire, dalla lettura di queste informazioni, se hanno performato di più grafiche, post, immagini o video in base al numero dei click effettuati, delle impression, delle condivisioni, dei commenti o delle reazioni. In questo modo si riesce a sapere se si è arrivati al pubblico desiderato (i dati mostrano anche sesso, provenienza, età delle persone) oppure modificare la strategia per attirare l’attenzione di clienti che possono acquistare (e non solo mettere il like ai post).

In questo modo si può iniziare a costruire un piano editoriale dedicato per migliorare la percezione delle persone rispetto al brand, oppure al prodotto o al servizio.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual’è la soluzione migliore per te!

Trend di marketing 2021, ecco su cosa bisognerà puntare

4

Sì alle nuove tecnologie

L’anno 2021 darà molto spazio alle nuove tecnologie come l’Intelligenza Artificiale (AI) che potrà essere utilizzata per rendere perfetta la navigazione degli utenti nei siti e, allo stesso tempo, offrire dati interessanti all’azienda o a chi fornisce un prodotto o un servizio. L’AI, inoltre, potrà essere utile per dare un volto umano all’azienda utile ad entrare in contatto con il proprio target.

Personalizzare per arrivare al target che ti interessa

Una delle parole chiave su cui puntare nel 2021 è “personalizzazione”. Questo non vuol dire utilizzare il nome del cliente nella newsletter, in Sms o in chat bot, ma differenziare sempre di più le offerte dei prodotti in base alle reali esigenze e ai desideri delle persone. In questo modo, in base alle preferenze, agli interessi o alle intenzioni di acquisto manifestate da un utente occorre trovare una formula adatta per ognuno di loro e proporre solo offerte che possano realmente essere interessanti per loro.

Mettere al centro la persona

Tra le tendenze per il 2021 nel mondo del marketing c’è anche quella di migliorare l’esperienza dell’utente su un sito internet, sia che si tratti di un e-commerce che di un sito vetrina o di una landing page. Tutto andrà progettato nei minimi dettagli per offrire una user experience indimenticabile.

Sempre per quanto riguarda le persone, o meglio la collettività, ultimamente i brand stanno cercando di affrontare diverse tematiche sociali tramite la veicolazione, soprattutto sui social, di campagne particolari che vertono sulle emozioni delle persone. La tendenza, dunque, sarà veicolare queste campagne con serietà, monitorando il sentiment generato dai diversi messaggi.

Unisci digital ed esperienza fisica

Il 2020 è stato l’anno dei webinar e dei virtual tour, ora occorre spingere su questo settore della trasformazione digitale e cercare di far vivere un’esperienza unica a chi decide di provare questo mondo. Come farlo? Utilizzando tutte le migliori tecnologie, come la realtà aumentata capace di rendere protagonista anche l’utente.

In quest’ottica uno dei trend di quest’anno sarà anche la collaborazione tra i professionisti per mettere in piedi sinergie nuove e all’avanguardia.

A questo proposito una buona opportunità, soprattutto per coloro che hanno grandi desideri ma poco budget a disposizione per effettuare investimenti, è quella del franchising.

Contenuti multicanale

Il 2020 ha anticipato un trend di quest’anno ovvero la voglia, degli utenti, di fruire contenuti di alta qualità che devono differire di formato e canale. Per questo è sempre più importante investire nel digital e attrezzarsi per fronteggiare la concorrenza, trovare il modo giusto di comunicare il proprio brand su ogni piattaforma, sfruttandone al massimo le potenzialità e magari anticipando anche i trend. Da tenere bene a mente: no alla standardizzazione, sì alla differenziazione cercando sempre di capire e valutare i cambiamenti in real-time.

Ripartire dopo il Covid-19, quali strategie mettere in campo

Il 2020 ha messo a dura prova il mondo del marketing alle prese tra chiusure, aperture, divieti e concessioni presenti in ogni differente Dpcm lanciato dal Governo per far fronte all’emergenza da Coronavirus. Una situazione di grande incertezza per le piccole, medie e grandi attività che però ora devono ripartire anche sul fronte del mondo digitale.

Facciamo un esempio. Un’attività di ristorazione o un bar che in questi mesi ha potuto lavorare con consegne e asporto potrà ricominciare da un sito nuovo, contenente tutti gli aggiornamenti, un e-shop su cui prendere le ordinazioni in tempo reale, ricevere i pagamenti oppure prenotare i tavoli.

Uno strumento, quello del sito, che può essere supportato al meglio da un’ottima pianificazione sul piano dei social network. Questo può essere fatto programmando frequenti uscite, sia su Facebook che su Instagram per iniziare. Tutto questo per aggiornare in tempo reale i clienti sugli orari, sulla disponibilità della merce, per promuovere nuovi prodotti o anticipare delle offerte. Del resto (e questa è una cosa da non sottovalutare) proprio questi due canali hanno attivato anche i propri shop in modo da accelerare e rendere più semplici le vendite.

Vuoi realizzare una strategia digital vincente? Contattaci per scoprire il piano marketing migliore per la tua attività

, , , ,

TikTok: le potenzialità del nuovo social per le aziende

TikTok nasceva nel 2018 e da allora si è conquistato un posto di prestigio nel panorama dei social media, grazie all’enorme possibilità di generare business per le aziende e non solo.

Con le porte della pubblicità spalancate, infatti, anche i Brand si stanno interessando sempre di più al social media.

Chipotle, Nike, Skittles, Fenty Beauty, Pepsi e Universal Pictures sono tra le molte aziende che sono già state attirate dal successo di TikTok.

Quindi, è tempo che anche la tua azienda inizi a sponsorizzarsi sul social network della musica!

Ma che cos’è TikTok?

TikTok si definisce come una social “per video mobile in formato ridotto”. In un certo senso è una versione di YouTube, con video che vanno dai 5 ai 60 secondi di lunghezza.

I creatori hanno accesso ad un assortimento di filtri ed effetti, nonché ad una vasta libreria musicale.

Le tracce su TikTok hanno un alto potenziale di meme, fattore che ha trasformato l’app in un hitmaker.

Come qualsiasi altro social network, TikTok ha una gamma di influencer che incassano in visualizzazioni, mi piace, commenti, condivisioni e monete virtuali.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Una breve storia di TikTok

In Cina, TikTok è noto come Douyin, lanciato da ByteDance nel 2016. TikTok ha, quindi, fatto il suo debutto all’estero nel 2018, quando si è fusa con Musical.ly.

Il successo del social non è arrivato senza polemiche. L’app è stata, infatti, brevemente bandita dai legislatori in India lo scorso anno, a causa del degrado culturale attribuito alla piattaforma. Mentre negli Stati Uniti la Federal Trade Commission ha inflitto un’ammenda di $ 5,7 milioni per violazione della legge sulla privacy dei minori.

I problemi di sicurezza hanno, quindi, portato il governo degli Stati Uniti a lanciare una revisione dell’app.

Come funziona TikTok?

Ecco di seguito le azioni che è possibile compiere con l’app:

  • Aggiungere musica: la vasta libreria musicale di TikTok e l’integrazione con Apple Music sono ciò che differenzia l’applicazione delle altre piattaforme social. I creatori possono aggiungere, remixare, salvare e trovare brani e suoni tramite playlist, video e altro.

  • Interagire: gli utenti di TikTok possono seguire gli account che preferiscono e “mettere cuori”, distribuire regali, commenti o condivisioni sui video che preferiscono..

  • Scoprire: il feed Scopri è tutto basato sugli hashtag, ma gli utenti possono anche cercare parole chiave, altri utenti, video ed effetti sonori. E’, inoltre, possibile aggiungere amici cercando il loro nome utente o scansionando il loro codice Tik Tok unico.

  • Esplorare i profili: i profili TikTok mostrano un conteggio di follower e following, nonché un totale complessivo del numero di cuori che un utente ha ricevuto. Come su Twitter e Instagram, gli account ufficiali hanno segni di spunta blu.

  • Spendere monete virtuali: le monete possono essere utilizzate per donare regali virtuali su TikTok. Quando un utente li acquista, possono essere trasformati in diamanti o emoji. I diamanti possono essere scambiati con il denaro.

In che modo le persone usano tipicamente TikTok?

  • Trend TikTok: note anche come sfide TikTok, questi meme in genere coinvolgono una canzone o un hashtag popolare. Le canzoni e i tag di tendenza come #ButHaveYouSeen e #HowToAdult fungono da suggerimenti per tentare mosse di danza o creare la propria variazione su un tema.

  • Duetti TikTok: i duetti sono una popolare funzione collaborativa su TikTok che consente agli utenti di aggiungersi ai video di un altro utente.

I duetti possono variare da collaps, remix, spoof e altro. Artisti come Lizzo, Camila Cabello e Tove hanno usato questo formato per promuovere singoli e connettersi con i fan.

  • React Videos: i YouTubers hanno aperto la strada al genere di reazione, ma i TikTokers lo hanno perfezionato. Sotto l’opzione di condivisione del video di qualcuno, gli utenti possono selezionare React. Possono registrare la loro reazione, mentre il video viene riprodotto accanto all’originale.

  • Condivisione multipiattaforma: i meme TikTok non rimangono solo su TikTok. In molti casi, gli utenti condividono i loro contenuti su altri social network come Twitter, Pinterest, Snapchat e Instagram.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Come usare TikTok per le imprese

Tik Tok è sempre più utilizzato anche dai Brand per promuovere i loro prodotti/servizi. Vediamo di seguito le strategie più utilizzate:

  • Hashtag challenge personalizzata: finora, le sfide di hashtag con marchio sembrano essere l’approccio più popolare per i Brand su TikTok. Numerosi musicisti e compagnie come la NFL, la Sunsilk e la Universal Pictures hanno organizzato campagne. Perfino TurboTax sta entrando in azione.

Queste campagne incoraggiano gli utenti a creare video intorno a un hashtag specifico, spesso utilizzando una canzone o un set di mosse di danza specifici.

Oltre al feed, gli hashtag con marchio vengono visualizzati nella sezione Tendenze della scheda Scopri. Quando un utente fa clic su di esso, viene portato a una pagina della sfida che include una breve descrizione. I marchi possono pagare un extra per garantire la posizione del banner superiore.

  • Annunci video in-feed: queste pubblicità di 5-15 secondi sono essenzialmente video TikTok promossi. Vengono visualizzati nel feed “For You” e possono indirizzare i clic a una pagina interna o esterna. Gli utenti possono condividere, commentare e fare clic sui profili allo stesso modo dei contenuti organici. Questi annunci sono disponibili attraverso il modello di asta.

  • Branded lens: i marchi possono collaborare con TikTok per creare obiettivi 2D e 3D che gli utenti possono “provare” e condividere.

  • Brand songs: le canzoni fanno parte di TikTok, quindi avere una buon jingle per il proprio Brand può davvero aiutare il decollo di una campagna.

  • Partnership tra influencer di TikTok: molti marchi hanno collaborato con influencer per promuovere hashtag challenge o semplicemente per sponsorizzare i propri prodotti.

Il futuro di TikTok

Cosa succederà nel 2020? Secondo quanto riferito, TikTok sta testando annunci pubblicitari acquistabili con influencer selezionati… ma la piattaforma ha ancora in molto in serbo per utenti privati e aziende!

Vuoi conoscere tutte le potenzialità di Tik Tok per il tuo business?

Richiedici una consulenza!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , ,

Instagram shopping: possibilità di acquisto diretto sul social

Instagram Shopping è il nuovo strumento del social network delle immagini che consente a Brand, imprese e business di qualsiasi settore di taggare i propri prodotti direttamente sui post del feed, proprio come si usa fare con l’username degli utenti Instagram.

Inizialmente disponibile solo negli Stati Uniti, dove ha registrato risultati sorprendenti, l’integrazione Shopping si è estesa a macchia d’olio anche negli altri Paesi, raggiungendo la nostra Penisola nel corso del 2019.

Anche se in funzione solo da poco tempo in Italia, quindi, Instagram shopping si è già contraddistinto come una delle migliori funzionalità dell’app a livello business.

Permettendo agli utenti Instagram di acquistare i prodotti direttamente da questo social network, infatti, è capace di aiutare le aziende ad aumentare le vendite e ad attirare più clienti potenziali sul proprio sito web, senza incontrare ostacoli…

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Instagram Shopping: in cosa consiste?

Come si evince dal nome, la nuova integrazione della piattaforma social consente alle aziende di vendere i propri prodotti direttamente dall’app.

Basta, infatti, scegliere la foto che si desidera promuovere e taggare fino a cinque prodotti per immagine o venti prodotti per carosello.

Questo tipo di pubblicazione dà accesso ai dettagli del prodotto e al suo prezzo e mostra anche un link che porta gli utenti al sito Web, dove possono acquistare il prodotto.

Instagram Shopping: chi può utilizzare questa funzionalità?

I marchi, negozi o imprese che desiderano utilizzare questa funzione devono soddisfare i seguenti requisiti:

-avere un profilo aziendale

-avere una pagina su Facebook

-aver creato almeno nove pubblicazioni commerciali

-avere l’ultima versione dell’app Instagram

-vendere prodotti fisici da un sito Web ufficiale

-avere il proprio profilo Instagram collegato ad un catalogo di Facebook.

Instagram Shopping: come installarlo

Una volta soddisfatti tutti i requisiti, è possibile compiere il passo successivo: installare la nuova integrazione!

Per farlo basta semplicemente seguire i passaggi successivi che consentiranno di attivare questa nuova funzione sul proprio profilo business:

  • Andare alle impostazioni sul proprio account Instagram

  • Toccare la sezione shopping

  • Selezionare un catalogo prodotti

E il gioco è fatto!

Dopo averlo abilitato, sarà sufficiente caricare le immagini e taggare i propri prodotti sul post del feed, proprio come si usa fare con gli utenti del social network.

Per farlo, quindi, basterà toccare i prodotti che si desidera taggare, inserire i nomi e cliccare su invio.

Et voilà: i prodotti sono ora taggati! 🙂

Instagram Shopping: vantaggi per gli utenti

Questa nuova funzionalità è molto semplice per gli utenti, richiede solo un clic sul prodotto a cui sono interessati.

Le immagini che contengono collegamenti ai prodotti, infatti, includono un’icona “carrello”, situata nell’angolo in alto a destra dell’immagine.

Dopo aver fatto clic sull’immagine, il messaggio “tocca per visualizzare il prodotto” verrà mostrato in una piccola finestra.

Quando si tocca il prodotto, dunque, compare un pop-up con la foto del prodotto, un’opzione per acquistarlo ed altri dettagli relativi alla merce selezionata.

Cliccando su “acquista ora”, infine, Instagram porterà l’utente direttamente al sito Web del tuo Brand.

Il vantaggio principale? il cliente potenziale non sarà più obbligato ad andare in biografia per cliccare sul link di accesso al tuo sito Web per acquistare uno dei tuoi prodotti. In questo modo risparmierà tempo e non perderà l’entusiasmo di comprare dal tuo Brand!

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Instagram Shopping: Vantaggi per le aziende

Se sei il titolare o il Ceo di un’azienda sarai senz’altro interessato a utilizzare questa nuova funzione che consente di avere accesso ad un inedito ed efficacissimo canale di vendita per il tuo business.

  • Potrai ottenere più traffico dal tuo account Instagram al tuo sito Web e monitorare le vendite che arrivano dall’app semplicemente inserendo un link all’interno del tuo e-commerce. I tuoi clienti potenziali, infatti, verranno reindirizzati direttamente alla pagina di prodotto del tuo sito web non appena toccheranno su “acquista ora”.

  • Questa semplificazione porterà ad un maggior numero di ordini: gli utenti sono, infatti, portati ad acquistare di più quando la procedura di vendita risulta più snella. Con Instagram Shopping, dunque, potrai aumentare le vendite e sapere esattamente quali provengono da Instagram!

  • Avrai a disposizione un’altra fonte di posizionamento sui motori di ricerca: è possibile che il tuo marchio non abbia un posizionamento SEO favorevole su Google. Ora puoi concentrare i tuoi sforzi su Instagram per ottenere un migliore posizionamento complessivo.

Conclusione

Fare acquisti su Instagram cambierà il modo di vendere per moltissimi brand, che avranno ora accesso ad una funzionalità capace di snellire il processo di acquisto per i propri clienti e clienti potenziali e di incrementare, in tal modo, il proprio fatturato.

Con Instagram Shopping una nuova vetrina si è aperta al mondo e cambierà anche il modo di fare marketing su Instagram.

Non conosci ancora Instagram Shopping? Che aspetti? 

Metti il turbo al tuo business con i servizi offerti dai nostri esperti Instagram!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , , , ,

Come migliorare la Reputazione dell’Immagine Online

Difendere la propria immagine online nella società contemporanea, quella dove sempre e comunque ‘the show must go on’, è diventato un obiettivo imprescindibile per chi vuole avere un business di successo, qualsiasi esso sia.
‘Non ti curar di loro e passa’, il vecchio adagio popolare italiano che invitata a ignorare le malelingue, non è più del nostro tempo e va ribaltato: oggi l’imperativo è ‘curati di chiunque parla male di te e fermati subito per convincerlo del contrario’. Perché? Il motivo è semplice: da quando esistono il web e i social media tutto ciò che viene detto resta, a futura memoria, scritto su pagine virtuali consultabili da chiunque in qualsiasi momento.
Per questo la reputazione online della tua azienda e dei tuoi prodotti è fondamentale se vuoi vendere online, convincere i clienti, generare un passaparola positivo.

Non trascurare la tua Immagine Online

Agire per avere un’immagine curata (andresti mai ad incontrare un cliente con i vestiti completamente sporchi di fango?) e puntare a conquistare quante più recensioni positive ai tuoi prodotti è possibile conquistare.

Cosa succede però se iniziano ad aumentare drasticamente le recensioni negative?

O se peggio ancora il nome della tua azienda viene associato a parole come “delusione” o “fregatura”? Succederebbe che il danno d’immagine sarebbe enorme, con colpi quasi mortali alla tua brand reputation e quindi alla futura curva del tuo fatturato.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Web Reputation: é sempre meglio prevenire che curare

Meglio – ed è sempre bene ricordarsene – prevenire che curare: investire per monitorare la propria Reputation, ad esempio con il social listening o la sentiment analysis, e per migliorarla con scelte che puntano ad affermare la propria influenza su un territorio e a comunicare positività, impegno sociale, attenzione all’ambiente.

In ogni caso è possibile anche intervenire in seguito, quando il danno di immagine si è già prodotto, utilizzando strategie SEO e Web Marketing professionali orientate a rendere sempre meno visibili le notizie e i commenti negativi, e a migliorare la brand reputation del tuo marchio.

E’ giusto rispondere ai commenti negativi?

Facciamo degli esempi: quello perfetto è quello che conoscono tutti i ristoratori, i negozianti, gli organizzatori di eventi che ricevono recensioni negative da un cliente su piattaforme come TripAdvisor o su forum diversi. In questo caso si tratta di un problema di reputazione e di immagini di piccole proporzioni, da risolvere con tecniche semplici scegliendo una tra le strade diverse disponibili. Ciò che suggeriamo di fare ovviamente è di rispondere con un linguaggio semplice e chiaro, possibilmente gentile, perché una mancata risposta significa automaticamente ammissione di colpa.

Ricordatevi sempre di fare prima un’analisi dei motivi che possono aver spinto quel cliente a scrivere la recensione negativa: ha una qualche fondata ragione? Se pensate di si, e dovete essere onesti con voi stessi, allora intervenire subito per rimuovere o correggere il problema generato nella vostra azienda. E se è possibile spiegate nella risposta al cliente in che modo siete intervenuti per evitare che i disagi si ripetano.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

E’ possibile eliminare i lunghi post negativi?

In caso di post più lunghi contenenti giudizi negativi, ben indicizzati e in prima pagina sui motori di ricerca, la situazione è più complessa ma non sarà lo stesso impossibile intervenire. Si tratta in sostanza di produrre ulteriori nuove notizie, attraverso comunicati stampa, annunci, racconti o compagne di comunicazione, che possano far scendere in secondo piano quello negative che ora sono in cima alle SERP dei motori di ricerca.

Social network, siti internet, stampa amica: vanno utilizzati tutti i canali possibili per diffondere le nuove notizie. E’ fondamentale inoltre assumere un consulente SEO capace di creare una strategia per far in modo di occupare le prime pagine dei risultati di Google con articoli che parlano positivamente dei prodotti è una scelta saggia che consigliamo.

Cronaca negativa? La situazione è molto difficile ma va saputa affrontare in modo efficace

L’ultimo caso di cui vogliamo parlarvi è quello che vede le aziende coinvolte in qualche scandalo negativo, in qualche incidente in cui si siano feriti degli esseri umani o in qualche vicenda giudiziaria.

In casi come questi i commenti sui social o nei forum sono l’ultimo dei problemi perché a diffondere le notizie negative capaci di azzoppare definitivamente la brand reputation di un’azienda saranno direttamente le agenzie di stampa, le televisioni, più in generale gli organi di stampa. In casi come questi può essere d’aiuto aver predisposto prima un piano per la comunicazione di crisi e quindi affrontare le ore più difficili in maniera efficace.

Se invece la situazione diventa velocemente irrecuperabile allora poi non resta che tentare le strade più impervie:

  • In primis contattare il proprio team legale, o semplicemente il vostro legale: se siete convinti di essere finiti in una gogna mediatica, di essere innocenti e accusati ingiustamente, allora dovete querelare chi lo fa e intimargli di cancellare (o rettificare) i contenuti accusatori.
  • Come secondo passaggio cercate di fare appello al diritto all’oblio: anche se non è possibile far cancellare tutto a causa della tutela legittima del diritto di cronaca probabilmente potreste riuscire ad ottenere qualche miglioramento.
  • Infine inventate una nuova iniziativa, meglio se benefica, grande e molto visibile, che possa riabilitare l’immagine della vostra azienda e darvi una posizione migliore da cui ripartire.

Fate in fretta, chiedete subito una consulenza di web marketing per difendere la vostra Immagine Online!

Mg Group Italia è una società specializzata nel web marketing, che ha compreso già da molti anni che la comunicazione tradizionale, quella del cartaceo per intendersi, non è più assolutamente sufficiente e deve essere accompagnata, in alcuni casi persino sostituita, da nuove strategie basate sull’online.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

, , , ,

Boom! La Ricetta esplosiva del Pordenone Calcio sui Social Network

8 giorni di autoironia e divertimento: è stata questa la ricetta esplosiva con cui il social media manager del Pordenone Calcio  ha accompagnato i tifosi della squadra alla singolare sfida con l’Inter in Coppa Italia.
8 giorni in cui grazie ai post preparati dall’addetto stampa Marco “Mika” Michelin e del grafico Sebastiano Orgnacco il Pordenone Calcio ha visto crescere i suoi follower fino al 100%, raddoppiando su Facebook dove sono arrivati quasi fino alla cifra di 35.000 persone, passando su Twitter da 4.000 a oltre 6.000 e infine esplodendo su Instagram dove la pagina della squadra è passata da quasi 5.000 follower a 24.000.
Sul campo i neroverdi perdettero ai rigori, anche se nessuno lo avrebbe mai immaginato, ma tra il popolo del web i ramarri avevano già vinto da un pezzo.

La Storia della Campagna Social del Pordenone Calcio

«Abbiamo guadagnato migliaia di seguaci in una settimana – ha dichiarato Michelin -, ci scrivono tutti, siamo finiti sui giornali: pazzesco. E ho letto tantissimi bei commenti su di noi, ci fa un gran piacere». Lo stesso piacere che immaginiamo i due abbiano provato quando subito dopo la partita, visti i dati, il patron neroverde Mauro Lovisa ha promesso di aumentargli lo stipendio.
Ma vediamo ora alcuni dei post che la squadra dei ramarri ha pubblicato partendo esattamente da 8 giorni prima della partita e lavorando sul tema del countdown, accompagnato dal continuo appello ai tifosi a presentarsi allo stadio esattamente la domenica dopo. Uno dei primi ‘mai in serie B’ era già un piccolo capolavoro: quello che per l’Inter è un vanto (essere l’unica delle grandi squadre a non esser mai scesa in B) per il Pordenone calcio invece dovrebbe essere un demerito (essere un piccola squadra mai riuscita a salire in B). Ma i due social media manager dei neroverdi capiscono subito che invece la chiave autoironica è quella con cui affrontare questa stramba partita in cui una piccolissima si scontra con un gigante del calcio.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

I post continuano con lo stesso tono: quello sul confronto Berretoni-Icardi, passando per i video in stile Harry Potter, fino ai “30 sul campo”, cioè i trenta pullman di tifosi da schierare davanti alla porta per cercare di non perdere, fino al ‘se vince il Pordenone’ e l’uso divertente delle foto di Mourinho : i post del Pordenone Calcio sono diventati velocemente virali in tutto il web, guadagnandosi moltissimi like e condivisioni.

Anche il post sulla ‘partita che non si può giocare nemmeno alla playstation’ è stato gestito magistralmente, non solo perché ha individuato una battuta geniale su cui fare comunicazione ma perché poi grazie ad un team di sviluppatori on-line il Pordenone Calcio è sbarcato davvero su Pro Evolution Soccer, uno dei videogiochi sportivi più amati di sempre. A poche ore dalla partita infine, hanno chiesto alle squadre di Serie C di fare il tifo per loro: un appello accolto in varie parti d’Italia, da Livorno ad Agrigento, con condivisioni, like, cuori e quant’altro.

Un tono particolare, che ha trasformato il Pordenone in una ‘squadra simpatia’ e ha perfino cambiato le caratteristiche del pubblico della stessa, più leggero, più voglioso di scherzarci su e vivere lo sport con passione e leggerezza. Qualcosa che quasi nessuno era stato capace di comunicare prima di una partita (l’ammissione di debolezza nello sport è un tabù) è stato comunicato in questa particolare occasione con grande maestria tecnica e con una strategia che non si è limitata ad un solo post ma è diventata un tone of voice complessivo del brand.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Sui social prima che sugli altri canali, perché come ha affermato lo stesso Michelin: “i social hanno sostituito la comunicazione ufficiale. Se dobbiamo annunciare l’acquisto di un nuovo giocatore, il primo annuncio parte dai social, non più dal sito o da un comunicato stampa. C’è stato un cambio di gerarchia, non solo nostro, sia chiaro”. Quello tra social, calcio e marketing è diventato infatti un connubio inscindibile che produce una gran parte del valore delle squadre di calcio, si pensi ad esempio alla vicenda del passaggio di Cr7 alla Juve.

Esattamente quel cambio di gerarchia che ogni azienda che commercializza servizi o prodotti dovrebbe mettere al centro della sua riflessione sul futuro. Mg Group Italia è una società specializzata nel web marketing, che ha compreso già da molti anni che la comunicazione tradizionale, quella del cartaceo per intendersi, non è più assolutamente sufficiente e deve essere accompagnata, in alcuni casi persino sostituita, da nuove strategie basate sull’online. Se vuoi conoscere i nostri servizi e i pacchetti che offriamo non tentennare e chiedici una consulenza gratuita: siamo qui per aiutarti a vincere la tua partita