Articoli

SEO: quanto costa e perché è importante

Quando si parla di SEO (ovvero di Search Engine Optimization) si intende tutto un insieme di attività che concorrono ad ottenere un buon posizionamento organico di ricerca. In questo senso si vuole fare in modo che il sito venga trovato facilmente, nelle prime pagine di Google o Bing (o qualsiasi altro motore di ricerca) ogni volta che un utente pone una domanda online. Un’attività che, quando ci si riferisce al posizionamento organico, viene svolta in maniera naturale, senza pagine o pubblicità a pagamento, e in cui i motori di ricerca vanno a premiare il lavoro svolto da chi se ne sta occupando.

Fanno poi parte delle attività di SEO anche tutte le strategie utili a togliere tutti quegli impedimenti che concorrono alla corretta indicizzazione del sito. Si capisce che è un incarico complesso ed articolato che va studiato ed ottimizzato al meglio, in base al fatto che un sito sia già presente su Internet oppure no, e in base all’obbiettivo di arrivare sempre tra le prime posizioni delle pagine dei motori di ricerca, in modo da portare all’utente a cliccare sul sito.

Perché devi tenere conto di una buona strategia Seo per la tua attività

Si sente sempre parlare di SEO per il sito ed è una delle cose fondamentali a cui pensare quando si ha un’azienda. Del resto, se l’obiettivo è vendere o promuovere un servizio occorre che questo si possa trovare subito, prima degli altri concorrenti. Ci sono diversi fattori che concorrono ad una buona ottimizzazione e che vanno dalla ricerca delle parole chiave (da inserire perfettamente anche all’interno della struttura del sito) a certe procedure che devono aumentare la velocità dell’apertura delle pagine, fino alla ricerca di keywords che andranno poi inserite all’interno di articoli del blog per tenere vivo e ben posizionato il sito aziendale.

Si tratta di attività che, unite, agevolano il lavoro dei motori di ricerca e li aiutano a comprendere al meglio i contenuti di un determinato sito web. In questo modo ogni volta che un utente andrà a porre una domanda specifica (ovvero una “query”) al motore di ricerca questo restituirà subito all’utente, tra i primi risultati (nella “serp”), le pagine ottimizzate al meglio e che rispondono alla sua domanda.

SEO: da dove si parte

Chi si occupa di SEO solitamente parte da un’analisi del sito web, nel caso questo esista già ma anche nel caso vada realizzato da zero (ovviamente, nel secondo caso l’analisi verrà svolta in maniera differente). Questa valutazione deve tenere conto degli obiettivi, del mercato, dei concorrenti, dei problemi o dei pregi del sito, passando poi alla valutazione di strategie necessarie per permettere all’azienda di posizionarsi bene, ovvero tra i primi risultati della Serp, nel proprio ambito di lavoro.

Per riuscire a fare un buon lavoro, occorre creare una tabella di sviluppo SEO onsite e offsite e, allo stesso tempo, occorre individuare e parole più importanti su cui il sito è ben posizionato e su quelle parole chiave che magari non erano state considerate ma che vanno prese in considerazione e sui cui lavorare per posizionarsi al meglio.

Si tratta di un lavoro costante perché la continua analisi dei dati e delle parole chiave, oltre alla costanza con cui vengono pubblicato nuovi articoli performanti sul blog, contribuiranno al corretto e al miglior posizionamento del sito. Del resto sono proprio questi nuovi contenuti utili e ben strutturati a permettere all’azienda di scalare la Serp di un motore di ricerca (e quindi di posizionarsi nelle prime pagine, meglio ancora se “sopra” ai competitor).

Non da meno, le attività di SEO sono fondamentali anche per l’e-commerce: utilizzare le parole pertinenti e seguire le regole giuste permettono al sito di raggiungere i traguardi sperati. Un’attività che, anche in questo caso, va ben studiata per farsi trovare anche quando si vendono servizi o prodotti online.

SEO: ma quanto costa?

Ora che si ha un quadro più chiaro delle attività svolte per migliorare la SEO del proprio sito aziendale e si capisce l’importanza di questo lavoro costante per vendere o farsi trovare dai propri clienti, una domanda che viene subito in mente è “Quanto si paga questa attività?”.

Come in tutti i lavori di ricerca e analisi, il costo dipende da molti fattori, dagli obiettivi e dal bugdet che si ha a disposizione. Per questo, dopo casi di successo (che sono diventati veri casi di studio) abbiamo voluto rilasciare diversi pacchetti in grado di soddisfare ogni esigenza dei nostri clienti.

Ad oggi, possiamo realizzare siti web in grado di far da vetrina per l’attività, oppure scalare le posizioni e farsi trovare subito dagli utenti. Allo stesso tempo tempo possiamo studiare la migliore strategia di marketing per crescere sul mercato, utilizzando anche combinazioni con social e post per i blog.

Si tratta di un investimento, insomma, più che di un costo, perché se queste attività SEO vengono svolte nella maniera corretta da seri professionisti del settore, il sito aziendale aumenterà e genererà moltissimo valore.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual è la soluzione migliore per te!

Novità dal mondo Facebook

Facebook è ormai diventato uno strumento fondamentale per chi fa marketing e, oggi come oggi, per un’azienda essere su questo canale social è davvero molto importante. Quando si parla di social network – si sa – si parla di un mondo in costante crescita per cui occorre sempre essere attenti ad ogni aggiornamento e bisogna prestare attenzione a creare una strategia differente per utilizzare al massimo le potenzialità di ogni canale.

Dopo alcuni importanti cambiamenti rilasciati già nel 2020, anche per l’anno nuovo ci sono moltissime novità nel mondo Facebook. Vediamo ora quali sono le più importanti e come possono essere utilizzate per una strategia di marketing vincente.

Facebook, addio ai “Mi Piace”

Tra le tante novità di Facebook previste per il 2021 c’è l’addio definitivo ai “Mi Piace” sulle pagine che ad oggi sono utilizzate principalmente dalle aziende o dai personaggi noti e influenti. In questo senso, la scomparsa del bottoncino con il pollicione all’insù coincide con la presenza del bottone “Segui” che permetterà comunque agli utenti di seguire, appunto, una pagina d’interesse, ricevendo notizie e aggiornamenti. Questa novità fa parte di un restyling che Facebook sta pensando per tutte la pagine in modo da mettere sempre di più l’utente al centro del proprio canale.

Una riflessione, però, è da fare. Mano a mano che i “Mi Piace” spariranno dalle pagine, probabilmente verranno tolte o modificare anche le campagne pubblicitarie con lo stesso obiettivo “Mi piace” (che oggi esistono ancora).

Gestione delle pagine Facebook, ecco cosa cambia

Per il 2021 sono state introdotte anche nuove funzionalità per la gestione delle pagine Facebook. Ad esempio, ora l’admin della pagina può assegnare e gestire direttamente gli accessi dei collaboratori in base ai compiti e alle competenze. In tal senso, l’admin potrà valutare se escludere un collaboratore dall’uso della messaggistica ma, allo stesso tempo, potrà accedere alla parte dedicata all’Advertising. Un passo in avanti per garantire maggiore sicurezza e ruoli definiti all’interno della pagina.

Badge di verifica: ora saranno più semplici da richiedere

Facebook sta combattendo ormai da anni la sua battaglia contro l’odio, la violenza, i contenuti a sfondo sessuale e lo spam. Per questo ha pensato di allargare la cerchia di chi può richiedere il badge di verifica, ovvero la spunta blu o grigia che appare solitamente al fianco di alcune pagine di aziende o persone influenti. Questo permetterà di tutelare l’integrità delle pagine evitando così i commenti provenienti da spam e bot.

Stop ai messaggi promozionali su Facebook

Tra le novità del 2021, per adempiere ai nuovi regolamenti sulla privacy in Europa, c’è anche il blocco di invio di messaggi pubblicitari diretti alle caselle di messaggio degli utenti privati. Nello specifico, già da ora non si possono più programmare né inviare “campagne con obiettivo Messaggi per iniziare conversazioni con nuovi potenziali clienti”. Questo, per i social media manager, vuol dire rimettere mano a molte strategie di marketing che prevedevano l’invio di messaggi promozionali che arrivano dritti dritti alle caselle private di messanger.

Arriva il nuovo News Feed, cos’è e perché sarà utile

In arrivo anche un nuovo strumento, il servizio News Feed interattivo, dedicato alla pagina Facebook e utile per una maggiore interazione con gli utenti. In questo feed personalizzato sarà possibile visualizzare suggerimenti relativi ad altri personaggi pubblici e seguire i trend del momento. Inoltre, le aziende potranno interagire con altre pagine e gruppi. Questa è un’opportunità interessante per aumentare la visibilità organica della propria pagina anche perché i commenti di una pagina (meglio ancora se verificata) verranno posti in una posizione privilegiata e gli utenti avranno la possibilità di seguirli e conoscerli.

Domande e risposte: una nuova sezione per le pagine Facebook

Tra le novità 2021 di Facebook l’introduzione, nelle pagine aziendali o di brand o di content creator, di una sezione dedicata alle domande e alle risposte. Questo si può rivelare come uno strumento molto importante per le pagine aziendali visto che permetterà una maggiore interazione con gli utenti. Inoltre, tutte le risposte date dal gestore dalla pagina rimarranno visibili a tutte le persone e consultabili in ogni momento. La sua utilità sarà sia a vantaggio per il brand che un plus per l’utente e li aiuterà a creare un legame unico che permetterà alle persone di sentirsi più vicini e parte integrante dell’azienda.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual è la soluzione migliore per te!

Franchising economici, un’opportunità di crescita professionale

I franchising economici sono di certo una grande opportunità, soprattutto in questi ultimi tempi di incertezza e crisi dovuta alla pandemia da Covid-19. Il trend è in forte crescita e il mercato apre le porte a moltissime persone anche dai 25 anni su. Avviare un’attività in proprio è il sogno di molti e questo è possibile grazie all’affiliazione ad un brand o ad un marchio noto che chiede un piccolo investimento iniziale, ma taglia di molto i costi rispetto all’aprire un’attività commerciale da zero. I rischi d’impresa, infatti, sono ridotti e l’attività, grazie al sostegno della casa madre diventa redditizia in un tempo davvero molto breve.

Franchising economici: come è possibile?

Aprire un’attività con spese ridotte è il sogno di molti e il franchising è la perfetta soluzione per realizzare questa apertura e vedere risultati positivi senza attendere molti anni.

Tra i tanti vantaggi di questa soluzione, a cui molti si stanno affidando, ci sono la formazione che il brand fornisce agli affiliati, il fatto di vendere un servizio o un prodotto già noto, di cui le persone parlano e ne conoscono già pregi. C’è autorevolezza e non si entra nel mercato pieni di incognite ma con un piano ben preciso, studiato insieme al marchio con cui ci si intende affiliare. Grazie al franchising, insomma, si è operativi praticamente sin da subito.

Nel campo dei servizi, poi, ci sono diverse attività che non richiedono sedi fisse, né la gestione di magazzino. In questo senso si può aprire un franchising senza negozio perché la sede potrà essere anche la propria casa. Ne sono un caso gli e-commerce che non necessitano di un posto fisico in cui svolgere l’attività, a diretto contatto con le persone. Dopo aver realizzato il sito web, infatti, si può iniziare subito a vendere i prodotti e la base d’appoggio per la merce del magazzino potrebbe essere anche una stanza della propria abitazione oppure il garage.

Rimanendo nel campo dei servizi, anche il marketing e la comunicazione sono attività che non hanno bisogno per forza di un contatto diretto con i propri clienti. L’ufficio può essere ricavato, anche in questo caso, all’interno una stanza della propria casa che però, per conferire autorità e permettere a questa attività di trasformarsi un perfetto franchising, ha bisogno di un numero di telefono (meglio sia fisso che mobile), un pc, un tablet e una buona connessione Internet.

Anche in questo scenario, ci si può affiliare ad un marchio riconosciuto che sia in grado di offrire un ottimo biglietto da visita al professionista.

Franchising: la soluzione ideale se lavori nella comunicazione e nel marketing

Oggi come oggi la competizione nel mondo della comunicazione e del marketing è molto alta e può risultare parecchio difficile emergere in un settore quasi saturo di validi professionisti.

In questo senso, allora, decidere di affiliarsi ad un’azienda nota, meglio ancora se in tutta Italia e con alle spalle diversi casi di successo documentabili, può essere la soluzione perfetta per crescere e incrementare il proprio fatturato.

Abbiamo visto che sono molti e diversi gli elementi che contraddistinguono un franchising di successo e che vanno considerati nel momento in cui decidi di lavorare in questo modo. Lavorare nel mondo della comunicazione non è facile, ma lo è decidere di affiliarsi con una web agency. Una cosa che puoi realizzare anche grazie al nostro programma di Franchising Mg Group.

Si tratta di una soluzione che abbiamo studiato appositamente per chi lavora nel mondo del marketing e della comunicazione e non si vuole accontentare. Grazie al nostro programma, infatti, puoi lavorare sul tuo territorio ed offrire ogni tipo di servizio grazie al nostro supporto.

Se vuoi aderire avrai a disposizione un team qualificato di Mg Group Italia per lo sviluppo di siti web, la gestione di siti e-commerce, la creazione e la gestione campagne di advertising e di gestione delle pagine social network fino alla creazione di strategie di web marketing.

Come franchisee, inoltre, non verrai lasciato mai solo, ma formato per sviluppare le tue capacità organizzativo-commerciali e per implementare la tua rete inserendo venditori, procacciatori d’affari e agenti commerciali. Una soluzione perfetta che ti permetterà di aumentare i tuoi guadagni e ti aiuterà a coprire in maniera importante la zona che ti verrà affidata in esclusiva. Il tutto senza rinunciare al sogno di metterti in proprio e evitando grossi costi iniziali.

Vuoi saperne di più? Scopri la nostra offerta e contattaci per

Franchising di successo, quali sono gli elementi che lo caratterizzano

Oggi aprire un franchising può essere la soluzione ideale per chi ha una bella idea e per chi vuole entrare nel mercato riducendo al massimo i rischi. Tutto questo, ovviamente, contando anche sui vantaggi di avere un brand forte alle spalle che può essere sempre di grade supporto e trasferire il proprio sapere all’affiliato.

Ora la domanda è: come si può ottenere un franchising di successo?

Vediamolo subito.

Franchising, consigli utili per il tuo successo

Quando un neo imprenditore ha un’idea di business, e sta pensando alla possibilità di affiliarsi ad un brand per realizzare il proprio sogno, deve tenere bene a mente a diversi punti perché la sua attività sia di successo.

Innanzitutto, occorre scegliere un brand conosciuto, con ottime recensioni, dai prodotti o servizi di valore. Insomma: meglio scegliere di affiliarsi ad un marchio che gode di un’ottima brand reputation. Questo significa, come abbiamo anticipato, scegliere chi può fornire gli strumenti giusti, trasmettere la formazione migliore e una conoscenza di valore. Meglio scegliere un brand noto e di cui la gente si fida rispetto ad un’azienda poco conosciuta e che ha, magari, ricevuto anche recensioni negative.

In questo modo non solo si acquisiscono le giuste competenze per affrontare la concorrenza sul mercato ma si può acquisire anche una clientela già solida, arrivando a percepire le informazioni e le preferenze di acquisto. Ci sono poi anche altri fattori da considerare come il Roi, ovvero il ritorno sull’investimento. Un dato che permette di valutare se l’affiliazione sta procedendo nel migliore dei modi.

Considera il mercato

Per il successo di un franchising, oltre a considerare la brand reputation del marchio, vanno determinate anche le condizioni del mercato e del settore economico in cui si è scelto di operare.

Ad esempio, se hai deciso di investire sulla comunicazione possiamo dirti che questo è un settore in forte ascesa. Visti gli ultimi tempi, poi, c’è stata una crescente richiesta relativa agli e-commerce. La tendenza, infatti, oggi è quella di vendere online e promuoversi attraverso i social e la rete. Questo vuol dire che c’è una fetta di mercato che si può sfruttare e che può generare interessanti fonti di guadagno.

Come fare per avere successo in questo settore? Proponendo servizi di alta qualità e al giusto prezzo, facendo conoscere i tuoi lavori, offrendo una serie di pacchetti speciali su misura e personalizzati in base alle esigenze dei clienti. Diversificarsi e ideare strategie diverse per ogni cliente è un bel punto di vantaggio, soprattutto se ci si presenta come affiliati di un’agenzia di marketing di successo.

Ovviamente, questo vuol dire avere le spalle coperte e, per quanto riguarda questo settore, essersi affiliati con una agenzia nota e che gode di un’ottima brand reputation ha certamente i suoi vantaggi. Non solo alla base c’è un format collaudato e testato, ma c’è anche un intero team a disposizione che può rispondere alle esigenze di mercato e dei tuoi clienti. Inoltre, il tuo biglietto da visita parte già con una marcia in più: il marchio di un’azienda che lavora bene e che è riconosciuta a livello nazionale. Tutto questo aggiungendo, poi, anche la formazione e il trasferimento delle conoscenze: condizione indispensabile per avviare un’attività di successo e redditizia.

Un bel vantaggio, no?

Franchising per la tua web agency

Abbiamo fatto l’esempio di aprire un franchising nel mondo della comunicazione e del marketing. Se lavori in questo settore e hai pensato di investire in un’attività tutta tua puoi, per esempio, cercare franchising dedicati alle web agency come il Franchising Mg Group.

Una soluzione che ti permette di lavorare sul tuo territorio ed offrire ogni tipo di servizio grazie al supporto di un’azienda nota nel mondo della comunicazione e del marketing come Mg Group Italia. Una realtà che ti mette a disposizione il suo team per lo sviluppo di siti web, la gestione di siti e-commerce, la creazione e gestione campagne di advertising e di gestione delle pagine social network fino alla creazione di strategie di web marketing.

Il franchisee, inoltre, non viene lasciato mai solo ma formato per sviluppare le proprie capacità organizzativo-commerciali e implementare la propria rete inserendo venditori, procacciatori d’affari e agenti commerciali in modo da coprire in maniera importante la zona affidatagli in esclusiva.

Ad oggi siamo gli unici player sul mercato che hanno azzerato completamente i costi fissi. Chiediamo solamente la fee di ingresso e fatto questo ti liberi di tutti i costi fissi tipici di una web agency tradizionale che, come avrai valutato, sono davvero molto alti.

Vuoi saperne di più? Scopri la nostra offerta e contattaci per conoscere tutti i dettagli

Franchising come funziona

Quando si parla di franchising ci si riferisce ad una formula di collaborazione tra imprenditori che è utile alla produzione o alla distribuzione di servizi oppure beni. Solitamente è la soluzione più utilizzata da chi vuole lanciare una nuova impresa ma preferisce affiliarsi ad un brand già conosciuto.

Ora vediamo come funziona nel dettaglio.

Cos’è il franchising e come funziona

Il franchising, come abbiamo visto, è un accordo commerciale tra soggetti che prevede, da entrambe le parti, benefìci e doveri. Solitamente l’accordo viene fatto tra una società, che si può anche chiamare “franchisor” o “affiliante” che possiede il marchio ed è già noto al pubblico, e un secondo soggetto, noto come “franchisee” o “affiliato” che è interessato a mettersi in proprio per vendere un determinato servizio o prodotto utilizzando il marchio del franchisor.

In questo modo il franchisor metterà in campo tutte le sue conoscenze e la sua esperienza (noto in gergo come “know how”) per poter permettere all’affilato di trarre profitto da questo accordo.

Un accordo che prevede, solitamente, un compenso iniziale noto anche come “fee d’ingresso” corrisposto dall’affiliato all’affiliante. In base agli accordi, poi, potrebbe aggiungersi nel contratto anche una “royalty”, ovvero una percentuale da versare sugli utili periodici dell’attività. Costi che, comunque, sono irrisori se confrontati all’apertura da zero di un’attività.

Quali sono i vantaggi di un franchising

Aprire un franchising ha diversi vantaggi per entrambe le parti. Per quanto riguarda l’affiliato questo, per esempio, può partire sfruttando la notorietà e la buona reputazione del brand: una certezza fondamentale che riduce i rischi di fallimento. L’affiliato, infatti, può mettersi in proprio riducendo al minimo i rischi d’impresa: iniziare questa avventura con un brand consolidato velocizza dunque la fase di avvio. Inoltre, non si ha bisogno di particolari periodi di prova o di pianificazione.

Inoltre, un franchisee può contare sempre sull’assistenza e la formazione del franchisor oltre che sulle condizioni di comunicazione e promozione dei prodotti o dei servizi. Un bel vantaggio che permette di ottenere un patrimonio di risorse e conoscenze inestimabile, oltre che contare su un’azienda preparata e un team consolidato.

Aprire un franchising, infine, non presenta i costi elevati che invece si sostengono quando si decide di avviare un’attività dal nulla. Un punto a favore per chi ha pochi risparmi da parte ma vuole comunque iniziare la propria carriera professionale con le spalle coperte.

Franchising per la tua web agency

Molti settori al giorno d’oggi possono essere aperti tramite la formula del franchising, come il mondo della comunicazione e del marketing. Se lavori in questo settore e hai pensato di investire in un’attività tutta tua puoi, per esempio, cercare franchising dedicati alle web agency come il Franchising Mg Group.

Una soluzione che ti permette di lavorare sul tuo territorio ed offrire ogni tipo di servizio grazie al supporto di Mg Group Italia che ti mette a disposizione il suo team per lo sviluppo di siti web, la realizzazione e la cura di siti e-commerce, la creazione e la gestione di campagne di advertising e delle pagine dei social network fino alla creazione di strategie di web marketing.

Il franchisee, inoltre, non viene lasciato mai solo ma formato per sviluppare le proprie capacità organizzativo-commerciali e implementare la propria rete inserendo venditori, procacciatori d’affari e agenti commerciali in modo da coprire in maniera importante la zona affidatagli in esclusiva.

La nostra realtà è diventata un punto di riferimento per il marketing e la comunicazione di tutto il centro Italia. Scegliendo di realizzare un franchising con noi puoi costruire il tuo business avviando collaborazioni con le aziende e i professionisti della tua zona. Il tutto contando sulla tranquillità e la sicurezza di avere l’appoggio di un’azienda giovane e dinamica, formata da esperti qualificati in grado di gestire ogni ambito del web marketing in maniera efficiente ed efficace.

Dalla grafica pubblicitaria al social media marketing, dalle campagne SEM al content marketing per siti, blog e profili social, fino alla programmazione e allo sviluppo di CRM gestionali personalizzati per piccole e grandi aziende: possiamo fare tutto questo.

Inoltre, ad oggi siamo gli unici player sul mercato che hanno azzerato completamente i costi fissi. Chiediamo solamente la fee di ingresso. Dopo questo investimento ti libererai di tutti i costi fissi tipici di una web agency tradizionale che, come avrai valutato, sono davvero molto alti.

Vuoi saperne di più? Scopri la nostra offerta e contattaci per conoscere tutti i dettagli

Franchising senza negozio, ecco come si può fare

Aprire un franchising senza un negozio ti libera da alcuni costi che, ovviamente, variano in base al settore merceologico o di servizi in cui hai pensato di avviare la tua attività. Di certo però nel tuo business plan relativo alle entrate e alle uscite potrai togliere i costi fissi relativi alla luce elettrica o all’affitto del negozio, oltre che dalle spese relative ai mobili e all’arredamento.

Si può però pensare di aprire un franchising senza avere un negozio?

Oggi come oggi questo è possibile e ora ti mostriamo come.

Come aprire un franchising senza negozio: lavora online

Oggi, grazie alle tecnologie, puoi aprire un negozio in franchising ovunque tu lo voglia, anche online. In questo caso, aprendo un franchising online e affiliandoti dunque a un marchio riconosciuto, puoi sfruttare l’e-commerce. In assenza di un posto fisico in cui svolgere l’attività, dopo aver realizzato il sito web, puoi comunque aver bisogno di un appoggio in cui riporre tutta a merce presente a magazzino.

Questo è un passaggio fondamentale nel caso tu abbia scelto di vendere prodotti fisici. Se, invece, i tuoi settori di riferimento sono il marketing e la comunicazione allora puoi comunque decidere di affiliarti ad un marchio riconosciuto.

Come?

Ti basta avere uno studio, un numero di telefono (meglio sia fisso che mobile), un pc, un tablet e una buona connessione Internet.

Il coworking, per un franchising nel mondo della comunicazione

Come hai visto non serve un avere un negozio per procedere ad un’operazione di affiliazione ad un brand. Anzi, non avere un negozio ti evita, come ti abbiamo anticipato, tutta una serie di spese fisse che invece dovresti assolutamente sostenere scegliendo di avere un punto d’appoggio fisico per la tua attività.

Tra le varie opzioni per avviare un franchising senza negozio e a costo quasi zero c’è anche la possibilità di richiedere uno spazio di coworking. Si tratta di un luogo comune che viene condiviso tra più professionisti anche in base ad orari differenziati.

Il vantaggio è quello di avere una sede fisica in caso la tua attività preveda uno scambio molto frequente con i clienti. Ad esempio, se vuoi aprire una web agency questa soluzione ti permette di condividere le tue proposte commerciali ai tuoi clienti in un luogo fisico e professionale. Non solo: i costi d’affitto di un coworking sono molto bassi e comprendono non solo l’ufficio ma, per esempio, anche la luce elettrica e l’accesso al wi-fi.

Franchising senza negozio anche per la tua web agency

La formula del franchising si presta molto bene anche al settore della comunicazione e, se hai pensato di affiliarti ad un’agenzia di successo per aprire la tua web agency, allora puoi farlo anche senza un negozio. Ad esempio, la proposta Franchising Mg Group prevede che l’affiliato lavori in uno studio o in un coworking, anche piccolo di circa 10/20 mq.

In questo modo puoi partire sin da subito contando su una realtà riconosciuta a livello italiano che ti permetterà di mostrare immediatamente le tue abilità e lavorare attivamente sul tuo territorio.

Non solo Mg Group Italia ti metterà a disposizione il suo team per lo sviluppo di siti web, la gestione di siti e-commerce, la creazione e gestione campagne di advertising e di gestione delle pagine social network fino alla creazione di strategie di web marketing. Non mancherà la formazione sulla parte commerciale relativi alla vendita, alla gestione delle obiezioni e alla chiusura dei contratti.29

Il primo corso di formazione tecnico-commerciale ha una durata di 3 giorni e viene fatto in aula nella nostra sede mentre seguiranno 2 giorni di formazione/affiancamento sul territorio.

In questo modo potrai sempre contare sull’appoggio di un’azienda giovane e dinamica formata da esperti qualificati in grado di gestire ogni ambito del web marketing in maniera efficiente ed efficace. Dalla grafica pubblicitaria al social media marketing, dalle campagne SEM al content marketing per siti, blog e profili social, fino alla programmazione e allo sviluppo di CRM gestionali personalizzati per piccole e grandi aziende: possiamo fare tutto questo.

Inoltre, ad oggi siamo gli unici player sul mercato che hanno azzerato completamente i costi fissi.

Vuoi saperne di più? Scopri la nostra offerta e contattaci per conoscere tutti i dettagli

Come aprire un negozio senza soldi

Il tuo sogno è quello di aprire un’attività però sai benissimo che per farlo servono non solo talento e conoscenze manageriali, ma anche risorse economiche. Se è quest’ultimo il tassello che ti manca, ovvero le risorse economiche, oggi ti spieghiamo come tutto questo sia comunque possibile da realizzare. Basta solo seguire qualche accorgimento e alla fine potrai realizzare il tuo sogno.

Sei dunque pronto ad aprire un negozio senza soldi?

Aprire un negozio senza soldi, si può fare?

Aprire un negozio senza avere delle risorse economiche importanti alla base non è una cosa facile, ma neppure del tutto impossibile. Per prima cosa assicurati che la tua idea di business sia solida e per fare questa operazione devi analizzare il mercato di riferimento, cercando di capire quale è il tuo target e di cosa ha bisogno, tracciando le sue abitudini e capendo poi le tendenze del settore.

Una volta fatto ciò, realizza un’idea del capitale che ti potrebbe servire. Realizza un business plan, sintetizzando eventuali costi d’uscita e entrata, evidenziando i costi fissi e quelli variabili, cercando di capire cosa ti può servire per partire. Tutto questo ti serve per farti un’idea di quello che ti verrebbe a costare mantenere la tua attività.

Ora che hai gettato le basi di progettazione sei arrivato al momento cruciale: reperire i fondi. Ci sono diversi modi per farti finanziare la tua attività e quindi aprire il negozio senza soldi, ma una soluzione di successo per aprire il tuo negozio è anche quella del franchising, ci hai mai pensato?

Il franchising, la soluzione ai tuoi problemi

Ci sono diverse possibilità per aprire un’attività in franchising senza soldi. Ad esempio, si può coinvolgere nella parte iniziale del progetto un collega, un parente o un amico fidato. Oppure si può richiedere un finanziamento ad un ente o ad un istituto di credito. Terza possibilità, ancora, è quella di stringere una partnership con un individuo investitore.

Trovare un partner commerciale, quindi, è la soluzione più adatta per chi ha già in testa il proprio progetto imprenditoriale, chi ha un buon prodotto da vendere e su cui investire, per chi ha già fatto un’analisi di mercato e dei competitor. Si tratta di un percorso che molti stanno scegliendo con successo.

I vantaggi del franchising

La via del franchising può aprire molte strade. Per esempio può essere scelta da chi vuole aprire un negozio di abbigliamento oppure un alimentari, ma anche da chi vuole investire il proprio futuro nel mondo dei servizi e della comunicazione. Nel primo caso bisogna ricordare che un negozio fisico presenta costi e occorre acquistare comunque la merce per riempire gli scaffali e il prestito può arrivare da un ente oppure da un parente. Inoltre, potresti essere tu a gestirlo senza nessun aiuto in modo da risparmiare anche sui costi del personale.

Diverso, poi, il discorso se si sceglie la via dell’e-commerce che permette di risparmiare un notevole capitale perché si eliminano quei costi fissi come l’affitto, la luce, l’acquisto dell’arredamento. Almeno inizialmente, infatti, si può lavorare da casa utilizzando il proprio pc e una buona connessione Internet.

Quando si sceglie di affiliarsi ad un marchio, poi, si può risparmiare notevolmente anche sul fronte comunicativo e del marketing. Meglio ancora se il brand è già noto e gode di una buona reputazione. Inoltre, possono essere condivisi gli stessi strumenti web, sfruttando così al massimo la strategia comunicativa.

Non solo negozi, anche attività di servizi e comunicazione

Anche altri settori possono trarre benefici dall’apertura in franchising. Tra questi di certo c’è il mondo della comunicazione e del marketing. Se lavori in questo settore e hai pensato di investire in un’attività tutta tua puoi, per esempio, cercare franchising dedicati alle web agency come il nostro programma di Franchising Mg Group.

Una soluzione che ti permette di lavorare sul tuo territorio ed offrire ogni tipo di servizio grazie al supporto di Mg Group Italia. Una realtà che ti mette a disposizione il suo team per lo sviluppo di siti web, la gestione di siti e-commerce, la creazione e gestione campagne di advertising e di gestione delle pagine social network fino alla creazione di strategie di web marketing.

Il franchisee, inoltre, non viene lasciato mai solo ma formato per sviluppare le proprie capacità organizzativo-commerciali e implementare la propria rete inserendo venditori, procacciatori d’affari e agenti commerciali in modo da coprire in maniera importante la zona affidatagli in esclusiva.

Vuoi saperne di più? Scopri la nostra offerta e contattaci per conoscere tutti i dettagli

Trend di marketing 2021, ecco su cosa bisognerà puntare

4

Sì alle nuove tecnologie

L’anno 2021 darà molto spazio alle nuove tecnologie come l’Intelligenza Artificiale (AI) che potrà essere utilizzata per rendere perfetta la navigazione degli utenti nei siti e, allo stesso tempo, offrire dati interessanti all’azienda o a chi fornisce un prodotto o un servizio. L’AI, inoltre, potrà essere utile per dare un volto umano all’azienda utile ad entrare in contatto con il proprio target.

Personalizzare per arrivare al target che ti interessa

Una delle parole chiave su cui puntare nel 2021 è “personalizzazione”. Questo non vuol dire utilizzare il nome del cliente nella newsletter, in Sms o in chat bot, ma differenziare sempre di più le offerte dei prodotti in base alle reali esigenze e ai desideri delle persone. In questo modo, in base alle preferenze, agli interessi o alle intenzioni di acquisto manifestate da un utente occorre trovare una formula adatta per ognuno di loro e proporre solo offerte che possano realmente essere interessanti per loro.

Mettere al centro la persona

Tra le tendenze per il 2021 nel mondo del marketing c’è anche quella di migliorare l’esperienza dell’utente su un sito internet, sia che si tratti di un e-commerce che di un sito vetrina o di una landing page. Tutto andrà progettato nei minimi dettagli per offrire una user experience indimenticabile.

Sempre per quanto riguarda le persone, o meglio la collettività, ultimamente i brand stanno cercando di affrontare diverse tematiche sociali tramite la veicolazione, soprattutto sui social, di campagne particolari che vertono sulle emozioni delle persone. La tendenza, dunque, sarà veicolare queste campagne con serietà, monitorando il sentiment generato dai diversi messaggi.

Unisci digital ed esperienza fisica

Il 2020 è stato l’anno dei webinar e dei virtual tour, ora occorre spingere su questo settore della trasformazione digitale e cercare di far vivere un’esperienza unica a chi decide di provare questo mondo. Come farlo? Utilizzando tutte le migliori tecnologie, come la realtà aumentata capace di rendere protagonista anche l’utente.

In quest’ottica uno dei trend di quest’anno sarà anche la collaborazione tra i professionisti per mettere in piedi sinergie nuove e all’avanguardia.

A questo proposito una buona opportunità, soprattutto per coloro che hanno grandi desideri ma poco budget a disposizione per effettuare investimenti, è quella del franchising.

Contenuti multicanale

Il 2020 ha anticipato un trend di quest’anno ovvero la voglia, degli utenti, di fruire contenuti di alta qualità che devono differire di formato e canale. Per questo è sempre più importante investire nel digital e attrezzarsi per fronteggiare la concorrenza, trovare il modo giusto di comunicare il proprio brand su ogni piattaforma, sfruttandone al massimo le potenzialità e magari anticipando anche i trend. Da tenere bene a mente: no alla standardizzazione, sì alla differenziazione cercando sempre di capire e valutare i cambiamenti in real-time.

Ripartire dopo il Covid-19, quali strategie mettere in campo

Il 2020 ha messo a dura prova il mondo del marketing alle prese tra chiusure, aperture, divieti e concessioni presenti in ogni differente Dpcm lanciato dal Governo per far fronte all’emergenza da Coronavirus. Una situazione di grande incertezza per le piccole, medie e grandi attività che però ora devono ripartire anche sul fronte del mondo digitale.

Facciamo un esempio. Un’attività di ristorazione o un bar che in questi mesi ha potuto lavorare con consegne e asporto potrà ricominciare da un sito nuovo, contenente tutti gli aggiornamenti, un e-shop su cui prendere le ordinazioni in tempo reale, ricevere i pagamenti oppure prenotare i tavoli.

Uno strumento, quello del sito, che può essere supportato al meglio da un’ottima pianificazione sul piano dei social network. Questo può essere fatto programmando frequenti uscite, sia su Facebook che su Instagram per iniziare. Tutto questo per aggiornare in tempo reale i clienti sugli orari, sulla disponibilità della merce, per promuovere nuovi prodotti o anticipare delle offerte. Del resto (e questa è una cosa da non sottovalutare) proprio questi due canali hanno attivato anche i propri shop in modo da accelerare e rendere più semplici le vendite.

Vuoi realizzare una strategia digital vincente? Contattaci per scoprire il piano marketing migliore per la tua attività

, ,

Caso studio: Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento

Caso studio: Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento

Westwing è l’azienda di arredamento e design fondata nel 2011 da Delia Lachance per creare un negozio di arredamento online che avesse prodotti di qualità a prezzi accessibili,
Mentre i negozi di abbigliamento online nel 2011 erano molteplici, non si poteva dire lo stesso di quelli specifici per interni che presentavano prodotti non disponibili o inaccessibili.
Il risultato è stato la creazione di un brand, oggi presente in 11 paesi europei, che ispira i propri clienti giornalmente con suggerimenti e storie di casa.

Quale strategia ha utilizzato Westwing per raggiungere questi risultati?
Analizziamolo insieme.

Caso studio: Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento.

Le strategie di successo di Westwing per vendere arredamento

L’importanza della grafica
Westwing presenta un sito pulito ma molto curato. Entrando ci si trova nella sezione “offerte giornaliere” ma è possibile consultare l’intera collezione del brand con un semplice click. Accanto ad essi vengono, inoltre, specificati i suoi punti di forza che risolvono eventuali dubbi dell’utente sull’acquisto (reso gratuito, 100 giorni per restituire ed assistenza e contatti).
La scelta delle offerte giornaliere è collegata al fatto che l’e-commerce vuole essere una sorta di “amico fidato” che fornisce suggerimenti quotidiani per dare un look impeccabile alla propria casa ogni giorno.
Le immagini presenti all’interno della homepage e della pagina prodotti sono professionali, colorate e luminose, così da far risaltare ogni prodotto.
L’attenzione particolare al dettaglio viene rimarcata anche all’interno delle singole offerte in cui ogni prodotto viene mostrato da più prospettive, viene evidenziata la precisione delle cuciture e mostrate loro possibili combinazioni. Qui, per la prima volta, trova spazio anche il testo, utilizzato per spiegare i dettagli dell’offerta, le misure, il colore, le specificità del prodotto, il materiale, le istruzioni del lavaggio ed i tempi di consegna.
Mentre nella home page è importante dare risalto alle immagini per mostrare alla perfezione tutte le offerte del giorno; all’interno dei prodotti è fondamentale andare a rispondere ai possibili dubbi del cliente, così da portarlo a cliccare sul bottone d’acquisto presente a fianco di ogni prodotto.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Il pop up
Entrando all’interno del sito di Westwing si notano appieno le strategie per vendere arredamento, si viene accolti da un pop -up (una finestra con del testo) in cui è richiesta la mail per poter accedere al sito.

Westwing strategie per vendere arredamento

Questa scelta può sembrare discutibile poiché molte persone potrebbero non voler fornire la propria mail e abbandonare il sito ma è il frutto di una strategia di marketing ben precisa.
La mail infatti è lo strumento che ci permette di restare in contatto diretto con i propri clienti, di comunicare promozioni, eventi o offerte quotidiane.
Per invogliare l’utente ed abbattere i primi dubbi il sito ti permette di scorrere nell’homepage e di leggere le anteprime delle offerte del giorno, senza però poter cliccare.

L’importanza del referral Marketing
È ancora importante il passaparola?
Si.
A provarlo sono le strategie come quelle utilizzate da Westwing che ti permette di avere un buono scontro di 25€ da spendere all’interno del sito se porti un’amico.
La motivazione principale va ricercata nella fiducia perché, è normale, ci si fida di più se è il proprio amico a consigliarcelo.

referral marketing Westwing

Le garanzie
Offrire garanzie sul proprio acquisto è fondamentale, soprattutto se il negozio è online e possiamo vedere un prodotto solo attraverso uno schermo. La garanzia aiuta a rassicurare il cliente e ad abbattere i dubbi che solitamente assalgono chi deve effettuare acquisti online.

La promessa
La sezione “la promessa” è la spiegazione dei valori che l’azienda vuole comunicare ed è fondamentale per aumentare la fiducia degli utenti e, di conseguenza, diminuire il tasso di abbandono dei carrelli.
La scelta del nome è particolarmente importante perché trasmette positività e fiducia poiché, proprio come nella vita, le promesse non devono essere infrante.

I social
Infine Westwing utilizza molto attivamente Instagram e Pinterest, i social delle immagini per eccellenza, per mostrare i propri prodotti e come vengono utilizzati dai clienti che li hanno già acquistati, con l’obiettivo neanche troppo celato di ispirare altri utenti cercando di abbattere la sfiducia e usare una leva motivazionale molto usata nel marketing: l’emulazione.

Come abbiamo visto Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento non sono frutto del caso, ma di un piano ben strutturato in cui vari componenti si incastrano alla perfezione perseguendo l’obiettivo di aumentare la lista di persone in target e di conseguenza i fatturati che derivano da un piano di comunicazione ben focalizzato.

Hai in mente di sviluppare o rifare il tuo sito facendo tue le strategie usate da Westwing? Contattaci subito..