Articoli

Linkedin Newsletter, come funzionano e come sfruttarle

Scopri il corso avanzato “LinkedIn Marketing” sulla nostra Academy. Tutti i nostri corsi sono Riconosciuti e Certificati. Scoprilo adesso!

Sappiamo quanto Linkedin sia importante per un professionista o un’azienda; uno strumento utile per far conoscere ed affermare le proprie competenze oltre che per creare una rete di contatti unici che cercano contenuti di valore.

In questo senso, la newsletter integrata di Linkedin può essere fondamentale per aumentare la propria rete di contatti e creare contenuti interessanti per la comunità. Si tratta di un servizio che ora è disponibile per pochi utenti, ma che può accrescere la popolarità e l’autorità.

Cosa sono le newsletter di Linkedin?

Una newsletter su Linkedin non va considerata allo stesso modo di una newsletter pubblicata via mail. Questa non è altro che un insieme di articoli pertinenti che vengono pubblicati regolarmente sulla piattaforma e, in genere, che riguardano un argomento specifico. Questa funzione può dunque essere utilizzata per discutere circa un argomento professionale d’interesse.

Su Linkedin, infatti, un autore di newsletter può scrivere riguardo ad un tema o un argomento professionale di cui si interessa quotidianamente e i membri possono iscriversi per ricevere aggiornamenti non appena viene pubblicato qualcosa di nuovo. Ogni volta, infatti, che un utente pubblica una nuova newsletter le persone iscritte al canale ricevono subito una notifica, sia sull’app che via mail, in modo da aumentare le letture, le visualizzazioni, feedback e commenti in tempo reale.

Perché utilizzare le newsletter Linkedin per crescere nel proprio business

Le newsletter su Linkedin permettono, come i post e gli articoli, di aumentare la popolarità del brand grazie ad una strategia che ruota attorno a contenuti pertinenti, utili e ben ragionati. In questo senso, pubblicando con regolarità un contenuto via newsletter, si può creare una community forte ed essere una vera e propria fonte d’ispirazione. Non solo. Questo strumento aiuterà sia i professionisti che le aziende ad affermarsi come “esperti” del settore, ma anche aggiornare i membri circa novità relative all’attività.

Si tratta di uno strumento importante per un’azienda o un professionista? Sì, è di certo un’opportunità da cogliere al volo perché offre possibilità importanti, come nuove connessioni o collaborazioni lavorative senza contare la visibilità che si può ottenere. È un modo semplice e diretto per esporre agli utenti competenze o opinioni rispetto ad un tema, interagire con essi e rafforzare il proprio brand personale. Il tutto creando un nuovo modo per mostrare le proprie competenze.

Allo stesso modo un’azienda può utilizzare questo strumento per comunicare con i propri utenti e seguaci e sarà proprio il modo scelto per utilizzarla a far sì che sia possibile instaurare un intenso rapporto di fiducia. Inoltre, grazie ai pulsanti di condivisione è possibile condurre la comunità verso altri social (dove la strategia di comunicazione sarà differente) o portarli sul sito e ottenere traffico anche lì, magari coinvolgendoli con ulteriori approfondimenti (o promozioni speciali).

Rispetto alla newsletter tradizionale, quella di Linkedin, arriva ad un pubblico ancora più selezionato e può essere il terreno ideale per farsi notare o applicare nuove strategie di marketing. Per raggiungere lo scopo, però, occorre seguire accorgimenti come creare contenuti di valore e che possano essere utili alla comunità, oltre che coinvolgenti.

Creare una newsletter Linkedin: come si può fare

Chi ha l’opportunità di creare una newsletter su Linkedin può seguire alcuni consigli per ottenere il massimo da questo nuovo strumento. Innanzitutto occorre scegliere il nome della newsletter che deve essere allo stesso tempo corto ma anche facile, nel senso che le persone devono già sapere di cosa si parla e, quindi, cosa aspettarsi.

Per quanto riguarda il contenuto vero e proprio occorre fare una sorta di strategia con tanto di piano editoriale, indicando la frequenza di pubblicazione (sarà settimanale, bi-settimanale o mensile?), il taglio, i contenuti e il tono di voce.

Ultimo focus sulla scelta del tema per cui è sempre meglio scegliere un argomento di competenza che permetta di aumentare la fiducia dei membri nei propri confronti, ma soprattutto occorre creare contenuti di valore. Va infatti ricordato che questa è una piattaforma che collega i professionisti e molti di questi condivideranno le stesse conoscenze. Occorre quindi capire come si possono trovare contenuti nuovi e stimolanti, capaci di innescare nuove conversazioni.

Sei interessato ad una valida e innovativa web agency a Roma?

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual è la soluzione migliore per te!

Scopri il corso avanzato “LinkedIn Marketing” sulla nostra Academy. Tutti i nostri corsi sono Riconosciuti e Certificati. Scoprilo adesso!

Perché utilizzare Linkedin e le nuove funzionalità per i professionisti

Scopri il corso avanzato “LinkedIn senza segreti” sulla nostra Academy. Tutti i nostri corsi sono Riconosciuti e Certificati. Scoprilo adesso!

Linkedin, si sa, è uno dei social network più importanti per un professionista. Sbaglia chi lo crede solo un social dedicato a “trovare lavoro” perché Linkedin è uno strumento fondamentale per generare relazioni proficue tra professionisti.

Qui, infatti, oltre al proprio curriculum, si possono pubblicare contenuti utili e di valore per altri utenti, generando così discussioni costruttive per il mondo lavorativo. Per chi fa social marketing, ma anche per un’azienda, è importante costruire la propria presenza anche in questo mondo. Qui, infatti, ci si rivolge ad un pubblico mirato e da cui riceveranno attenzioni e commenti importanti.

Negli ultimi tempi anche Linkedin, come Facebook e Instagram del resto, si è modificato e ha aggiunto nuove importanti funzionalità che possono essere utilizzate per creare una rete di contatti interessanti e imporre il proprio valore in una comunità molto attenta.

Linkedin e le stories, cosa sono e perché servono ai professionisti

Le Linkedin stories stanno già suscitando moltissime attenzioni perché possono aumentare il tasso di engagement, anche in contesto professionale. In questo senso meglio concentrarsi sul realizzare contenuti di alto valore, in grado di mostrare in modo coinvolgente (ma senza esagerare) l’autorevolezza e la leadership del soggetto nel proprio settore professionale.

Ad oggi le stories, che appaiono nella parte superiore della homepage, possono essere visualizzate solo tramite app mobile e, come succede per Instragram, rimangono visibili solo per 24 ore e permettono di condividere contenuti di 20 secondi.

Come possono essere utilizzate?

Per far entrare, per esempio, le persone in azienda e permettergli di condividere un qualche momento lavorativo importante. Oppure per condividere alcuni suggerimenti, magari offerti dal responsabile delle risorse umane o, ancora, condividere posizioni di lavoro aperte e suggerimenti sul come candidarsi.

Linkedin e le videochat, novità da utilizzare nella propria strategia

Tra le altre novità di Linkedin da iniziare a scoprire e sfruttare c’è di certo anche la possibilità di avviare delle video chiamate direttamente dal proprio thread di messaggi. Una cosa che può essere fatta grazie alle piattaforme Microsoft Teams, BlueJeans (di Verizon) e Zoom.

Un vero passo in avanti per Linkedin che, grazie a questa implementazione, non solo aiuterà i professionisti a mantenere i contatti lavorativi ma, allo stesso tempo, gli permetterà di costruire anche rapporti meno informali.

Linkedin Events: cosa sono e a cosa servono

Dopo l’arrivo dei sondaggi, ultimamente Linkedin ha implementato anche le funzioni relative agli eventi, che permette ai membri di creare e condividere eventi con il proprio network. Un sistema utile se l’obiettivo è quello di costruire e migliorare le relazioni tra i diversi professionisti dando  loro la possibilità di partecipare ad eventi sia online che offline.

Utile poi il ragionamento che ruota attorno allo sviluppo della funzionalità legata agli eventi virtuali, che integra le feature degli eventi online con le pagine aziendali permettendo ai soggetti di condurre eventi in live streaming direttamente dalla pagina aziendale.

Linkedin, perfetto strumento per costruire la tua brand identity

Grazie a queste implementazioni, unite ad un layout sempre più pulito, snello e dinamico, Linkedin si candida ad essere lo strumento ideale per costruire la propria immagine da professionista.

Va ricordato, come prima cosa, che questo social è in piena espansione e sempre più professionisti creano una rete di contatti utili. Detto questo, Linkedin diventa la piattaforma adatta su cui pubblicare opinioni e successi legati al mondo del lavoro e dimostrare il proprio valore e la propria competenza in materia.

Ovviamente tutto concorre a costruire la propria immagine, quindi anche il singolo profilo di ogni professionista va curato nel minimo dettaglio, dalla foto profilo alla foto di copertina, fino alla descrizione lavorativa. Anche l’ultima implementazione, in cui Linkedin permette agli utenti di comprendere come si legge un nome e un cognome correttamente, è quell’accortezza in più che viene valutata positivamente da chi analizza un profilo Linkedin ed è in cerca di nuove e proficue collaborazioni.

In questo senso occorre sempre ricordare che ogni singolo contenuto che viene condiviso su Linkedin deve essere pensato e scritto con estrema attenzione per evitare di danneggiare la propria reputazione.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing e sei alla ricerca della migliore web agency a Roma? Allora contattaci. Insieme capiremo qual’è la soluzione migliore per te!

Scopri il corso avanzato “LinkedIn senza segreti” sulla nostra Academy. Tutti i nostri corsi sono Riconosciuti e Certificati. Scoprilo adesso!

Google My Business e LinkedIn per il tuo studio legale

Due strumenti fondamentali per una presenza online efficace per lo studio legale

Come notiamo ogni volta che digitiamo una frase di ricerca su Google, possono apparirci tre tipologie di risultati nelle prime posizioni: le pagine web ben ottimizzate per i motori di ricerca attraverso la SEO, gli annunci a pagamento tramite Google Adwords e una mappa creata da Google, con la relativa ubicazione dell’attività che abbiamo ricercato.

Se ad esempio cercassimo uno studio legale a Milano, apparirebbe la Maps con massimo tre icone in corrispondenza dei luoghi della città dove si trovano proprio quegli studi legali. Essere tra quei tre potrebbe risultare cruciale per il vostro studio: come fare? Scopritelo insieme a noi.

Il servizio che fa la differenza

Abbiamo sottolineato già altre volte dell’importanza di apparire nelle prime posizioni di Google, dato che il 90% delle persone si ferma alla prima pagina dei risultati: oggi vediamo quanto è importante farlo sulla base di una ricerca locale; questo significa che anche un piccolo studio può avere una grande visibilità se sa sfruttare gli strumenti che Google mette a disposizione. La geolocalizzazione delle attività infatti avviene nel caso in cui nella frase di ricerca sia presente un riferimento di tipo geografico, come “avvocato Venezia”, per esempio. Il motore di ricerca reagisce al fatto che una persona voglia cercare un’attività proprio in un luogo preciso, e per questo mostra i risultati sulla mappa.

Attenzione però, in realtà Google è ancora più intelligente e, se non si specifica la località in una ricerca (ad esempio la sola parola “avvocato”) tende a restituire risultati geolocalizzati in base alla tua posizione. Se abiti a Bologna e cerchi un consulente legale, ti mostrerà gli studi presenti nella tua città nella maggior parte dei casi.

Google riesce a mettersi sempre dalla parte degli utenti e per questo gli utenti continuano a scegliere Google. Così, se non abbiamo idea di chi potrebbe fare al caso nostro, non conosciamo nessun avvocato oppure siamo nuovi in città, saremo molto orientati a scegliere una delle tre attività che il motore di ricerca ci mostra sulla mappa.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Come apparire nella mappa

Arriviamo adesso al cuore della questione, e per farlo dobbiamo parlare dello strumento che consente di localizzare qualsiasi tipo di attività sul motore di ricerca numero uno in Italia; stiamo parlando di Google My Business, un servizio che mette insieme le funzionalità di Google Maps e Google + in un unico strumento attraverso il quale inserire le informazioni principali della propria attività.

Contatti, indirizzo ben visibile su una mappa, informazioni chiare sull’attività svolta e infine recensioni da parte dei clienti: insomma, niente di meglio sia per un’azienda sia per un utente che sta facendo una ricerca.

Se si tratta di uno studio di avvocati la questione è davvero interessante, infatti la visibilità che può dare uno strumento del genere è molto significativa; così le persone potranno trovarvi facilmente, sapere il vostro numero di telefono, l’indirizzo email, la posizione esatta, cosa pensano gli altri di voi e infine conoscere altri dettagli fondamentali come ad esempio i giorni e gli orari di apertura/chiusura.

Google My Business non può essere sottovalutato da nessun tipo di attività e a maggior ragione da uno studio legale, per ottenere maggiore visibilità e aumentare il numero dei propri clienti; tutto questo però va fatto con criteri professionali, servendosi di competenze da esperti. Infatti molte attività utilizzano questo servizio, perciò apparire nelle prime posizioni non è semplice, serve una perfetta ottimizzazione. È un lavoro che richiede costanza, monitoraggio continuo e conoscenza in materia, non può essere improvvisato.

Conoscerlo è un primo passo per capirne le potenzialità: per usarlo al meglio scegli il team di MG Group Italia; contattaci per una consulenza gratuita su come sfruttare al meglio tutte le potenzialità per far conoscere e crescere il tuo studio, cliccando qui >>.

Essere su LinkedIn

Oggi i nostri consigli non finiscono qui, perché vogliamo parlarvi anche di un altro strumento presente sul web che può fare la differenza per la vostra attività di avvocati: il social network creato appositamente per aziende e professionisti.
LinkedIn è una piattaforma che, se utilizzata con i dovuti accorgimenti, può dare una marcia in più al tuo marketing.

Innanzi tutto occorre prestare molta attenzione al proprio profilo personale: compilarlo bene e senza tralasciare nulla è davvero fondamentale. Infatti è la prima cosa che partner o clienti vedranno se sono interessati ai tuoi servizi professionali; un biglietto da visita dove puoi dimostrare competenze, esperienze, attitudini, titoli, e molto altro ancora. Anche in questo caso non bisogna lasciare nulla al caso o essere superficiali: sarebbe controproducente; anche in questo caso, ottimizzare è la chiave.

Molti pensano che un profilo LinkedIn equivalga banalmente ad un curriculum online, niente di più sbagliato! La questione è che il tuo profilo deve diventare un punto di riferimento per la tua rete di contatti, deve attrarre l’attenzione con contenuti sempre interessanti e utili, condividendo e creando post di qualità.

Perché un profilo LinkedIn è importante?

La prima risposta a questa domanda non è scontata, il profilo è indicizzato sui motori di ricerca e quindi è potenzialmente uno dei primi contatti che un utente può avere con te quando ricerca le informazioni che gli servono. Strettamente collegato a questo c’è il fatto che un profilo rappresenta l’identità professionale di una persona e non va quindi mai tralasciato.

Su LinkedIn la tua immagine, il tuo brand, può essere costruita e consolidata al meglio, così che tutti possano accorgersi che tipo di avvocato hanno di fronte. Inoltre è utile per generare traffico verso il tuo sito, verso gli altri social e per creare meccanismi di inbound marketing, così importanti oggi. Da ultimo LinkedIn ti offre la possibilità di avere referenze dei tuoi passati clienti, dei tuoi colleghi o del tuo datore di lavoro.

Insomma una possibilità di questo genere aiuta chiunque voglia entrare a far parte delle comunità online e lasciare il segno, per essere riconosciuto, apprezzato e scelto come professionista. L’uso consapevole di questa piattaforma genererà un circolo virtuoso di azioni che porteranno a maggiori possibilità professionali. Ciò è valido in tutti i campi, e trova la sua conferma quando si tratta di uno studio legale o un avvocato libero professionista.

Per una corretta immagine sui social network come LinkedIn e per una strategia vincente da applicare al tuo studio legale per aumentare la visibilità e trovare altri clienti non esitare a contattarci, compilando il form qui sotto o direttamente cliccando qui >>