Articoli

, ,

Caso studio: Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento

Caso studio: Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento

Westwing è l’azienda di arredamento e design fondata nel 2011 da Delia Lachance per creare un negozio di arredamento online che avesse prodotti di qualità a prezzi accessibili,
Mentre i negozi di abbigliamento online nel 2011 erano molteplici, non si poteva dire lo stesso di quelli specifici per interni che presentavano prodotti non disponibili o inaccessibili.
Il risultato è stato la creazione di un brand, oggi presente in 11 paesi europei, che ispira i propri clienti giornalmente con suggerimenti e storie di casa.

Quale strategia ha utilizzato Westwing per raggiungere questi risultati?
Analizziamolo insieme.

Le strategie di successo di Westwing per vendere arredamento

L’importanza della grafica
Westwing presenta un sito pulito ma molto curato. Entrando ci si trova nella sezione “offerte giornaliere” ma è possibile consultare l’intera collezione del brand con un semplice click. Accanto ad essi vengono, inoltre, specificati i suoi punti di forza che risolvono eventuali dubbi dell’utente sull’acquisto (reso gratuito, 100 giorni per restituire ed assistenza e contatti).
La scelta delle offerte giornaliere è collegata al fatto che l’e-commerce vuole essere una sorta di “amico fidato” che fornisce suggerimenti quotidiani per dare un look impeccabile alla propria casa ogni giorno.
Le immagini presenti all’interno della homepage e della pagina prodotti sono professionali, colorate e luminose, così da far risaltare ogni prodotto.
L’attenzione particolare al dettaglio viene rimarcata anche all’interno delle singole offerte in cui ogni prodotto viene mostrato da più prospettive, viene evidenziata la precisione delle cuciture e mostrate loro possibili combinazioni. Qui, per la prima volta, trova spazio anche il testo, utilizzato per spiegare i dettagli dell’offerta, le misure, il colore, le specificità del prodotto, il materiale, le istruzioni del lavaggio ed i tempi di consegna.
Mentre nella home page è importante dare risalto alle immagini per mostrare alla perfezione tutte le offerte del giorno; all’interno dei prodotti è fondamentale andare a rispondere ai possibili dubbi del cliente, così da portarlo a cliccare sul bottone d’acquisto presente a fianco di ogni prodotto.

Il pop up
Entrando all’interno del sito di Westwing si notano appieno le strategie per vendere arredamento, si viene accolti da un pop -up (una finestra con del testo) in cui è richiesta la mail per poter accedere al sito.

Westwing strategie per vendere arredamento

Questa scelta può sembrare discutibile poiché molte persone potrebbero non voler fornire la propria mail e abbandonare il sito ma è il frutto di una strategia di marketing ben precisa.
La mail infatti è lo strumento che ci permette di restare in contatto diretto con i propri clienti, di comunicare promozioni, eventi o offerte quotidiane.
Per invogliare l’utente ed abbattere i primi dubbi il sito ti permette di scorrere nell’homepage e di leggere le anteprime delle offerte del giorno, senza però poter cliccare.

L’importanza del referral Marketing
È ancora importante il passaparola?
Si.
A provarlo sono le strategie come quelle utilizzate da Westwing che ti permette di avere un buono scontro di 25€ da spendere all’interno del sito se porti un’amico.
La motivazione principale va ricercata nella fiducia perché, è normale, ci si fida di più se è il proprio amico a consigliarcelo.

referral marketing Westwing

Le garanzie
Offrire garanzie sul proprio acquisto è fondamentale, soprattutto se il negozio è online e possiamo vedere un prodotto solo attraverso uno schermo. La garanzia aiuta a rassicurare il cliente e ad abbattere i dubbi che solitamente assalgono chi deve effettuare acquisti online.

La promessa
La sezione “la promessa” è la spiegazione dei valori che l’azienda vuole comunicare ed è fondamentale per aumentare la fiducia degli utenti e, di conseguenza, diminuire il tasso di abbandono dei carrelli.
La scelta del nome è particolarmente importante perché trasmette positività e fiducia poiché, proprio come nella vita, le promesse non devono essere infrante.

I social
Infine Westwing utilizza molto attivamente Instagram e Pinterest, i social delle immagini per eccellenza, per mostrare i propri prodotti e come vengono utilizzati dai clienti che li hanno già acquistati, con l’obiettivo neanche troppo celato di ispirare altri utenti cercando di abbattere la sfiducia e usare una leva motivazionale molto usata nel marketing: l’emulazione.

Come abbiamo visto Westwing e le sue strategie di successo per vendere arredamento non sono frutto del caso, ma di un piano ben strutturato in cui vari componenti si incastrano alla perfezione perseguendo l’obiettivo di aumentare la lista di persone in target e di conseguenza i fatturati che derivano da un piano di comunicazione ben focalizzato.

Hai in mente di sviluppare o rifare il tuo sito facendo tue le strategie usate da Westwing? Contattaci subito..
, , , ,

Case Study eCommerce: Caseificio Nonno Benito

Caso studio e-commerce: come aumentare visibilità e clienti

Stai pensando di aprire un e-commerce per aumentare la tua visibilità e vendere di più? Ecco il caso studio e-commerce “Nonno Benito” che è riuscito nell’impresa.

Caso studio e-commerce: caseificio Nonno Benito

Nonno Benito è un caseificio a produzione familiare nato in Campania, ma trasferitosi in Toscana.

Qui, in Valdichiana, Nonno Benito è riuscito ad unire gli antichi saperi della tradizione campana con le nuove materie prime toscane, andando a creare una varietà di prodotti genuini dai sapori unici.

Formaggi freschi e stagionati, cannoli, gelati con latte di bufala, yogurt naturale…

una grande varietà di prodotti realizzati con latte fresco di Bufala e di vaccino, caratterizzati da una bassissima presenza di lattosio e un’alta digeribilità.

Perché scegliere un’e-commerce

Nonno Benito si è rivolto a noi di MG Group Italia per realizzare un e-commerce che gli permettesse di:

– aumentare la notorietà dell’azienda così da far conoscere la loro produzione anche al di fuori della realtà locale (il comune della Valdichiana in cui si trova ha poco più di 14.000 abitanti),

– incrementare le vendite attraverso lo shop che consente di ordinare i prodotti con facilità e farseli recapitare direttamente a casa, pagando con carta di credito, Paypal o contrassegno;

La realizzazione del sito

L’e-commerce di Nonno Benito ha uno stile semplice, pulito ed intuitivo.

La grafica è curata nel dettaglio perché, proprio come dice lo slogan del piccolo caseificio,

“Un assaggio vale più di mille parole”

Le immagini professionali ci permettono di “assaggiare” i prodotti con gli occhi; le didascalie evidenziano le loro qualità e la “call to action” invita gli utenti ad acquistare i prodotti direttamente all’interno dello shop.

Le differenti tipologie di prodotto e le novità sono ben evidenti e coerenti con l’immagine curata del sito.

All’interno della sezione “prodotti” sono state approfondite le loro specificità così da aumentare l’affidabilità dell’azienda e migliorarne l’immagine.

Nella sezione shop c’è la possibilità di mettere sul carrello o effettuare un ordine telefonico.

L’aspetto del numero è particolarmente importante perché fa parte di una strategia bene precisa.

La strategia del caso studio e-commerce

La strategia adottata da Nonno Benito si è basata su un uso attento dei canali social per creare un contatto diretto con i clienti, capace di creare subito una relazione ed abbattere la sfiducia che spesso è legata agli acquisti online.

In questa strategia è il cliente a contattare l’azienda per ricevere le informazioni ed essere guidato, attraverso un’assistenza puntuale, all’acquisto finale all’interno del sito.

La relazione con il cliente è profondamente importante perché ti permette di aumentare la fiducia, fidelizzare e fornire un’assistenza di qualità dall’inizio alla fine.

Di seguito il grafico che esprime i risultati meglio di tante parole..

 

Hai un’attività e vorresti aumentare la tua visibilità ed il tuo fatturato con la potenza delle immagini ed il contatto diretto?

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , , , ,

Strategie di social media marketing per l’estate

Come Ceo di una piccola, media o grande azienda o come titolare di un proprio business, saprai quanto la visibilità sui social sia essenziale per il successo della tua attività.

Quando guadagni alti livelli di coinvolgimento sui social media è, infatti, più semplice migliorare la brand awareness e la brand reputation del tuo business e acquisire, in tal modo, nuovi clienti e prospect.

Questo è ancora più importante nel corso della stagione estiva, momento in cui molte aziende rallentano e l’impegno sociale inizia a diminuire.

Le vacanze e le attività all’aria aperta ci distraggono, ma la crisi estiva è un fenomeno reale e, oggi più che mai, può avere un grande impatto su affari e vendite.

Fortunatamente mantenere attivi e accattivanti i propri social media può aiutare a combattere la pausa estiva e a mantenere l’attività commerciale competitiva.

Perché la visibilità sociale conta

Non importa se hai i migliori profili di social media al mondo: non valgono nulla se nessuno li vede. Quando utilizzi i tuoi canali social per condividere notizie, aggiornamenti, annunci sui prodotti e altro, è fondamentale, quindi, garantire un elevato livello di coinvolgimento.

Sfortunatamente, capire come produrre un buon engagement rate può essere difficile e molti marchi mancano questo obiettivo…

Sia che tu abbia appena avviato un’attività che desidera espandere i propri follower, o che gestisca un marchio esistente che desidera aumentare il coinvolgimento, questi suggerimenti possono aiutarti a migliorare la visibilità dei tuoi profili social.

1.Strategie di social media marketing per l’estate: pubblica video

Come dicevamo all’inizio, nel corso della stagione estiva è fondamentale mantenere alto il coinvolgimento degli utenti.

E quale miglior modo di farlo se non con il ricorso a contenuti video di qualità?

Oggi, il formato video sta rapidamente emergendo come una delle forme più interessanti di incremento followers.

Ricorda che oltre alla creazione ed al montaggio di video in alta definizione, per i feed social di Facebook ed Instagram, oggi è possibile promuovere la propria attività attraverso il ricorso a storie IG e FB amatoriali, in cui promuovere il proprio business in modo semplice e immediato.

Attraverso le stories sarà, inoltre, possibile fare immergere l’utente nei retroscena della tua attività, aumentando il coinvolgimento e la fidelizzazione al tuo brand.

Assicurati, infine, di mantenere i tuoi video e le tue stories professionali, di alta qualità e pertinenti per i tuoi follower e il tuo marchio.

2.Strategie di social media marketing per l’estate: scegli come target il tuo pubblico di riferimento

Delineare un target per campagne e sponsorizzazioni è sempre un consiglio valido. Ma in estate diventa un imperativo fondamentale per non disperdere, ulteriormente, una preziosa fetta di pubblico, già suscettibile alle distrazioni di vacanze, sole e mare.

Ovunque tu possa restringere il tuo pubblico, dunque, imposta i parametri per assicurarti che i tuoi post raggiungano il target giusto ogni qualvolta sia possibile.

Questo aspetto potrà, infatti, rappresentare una grande differenza nel livello di coinvolgimento dei tuoi post e nel numero di condivisioni che ottengono.

Ricorda che il tuo pubblico di destinazione è fluido e in continua evoluzione e può cambiare nel corso degli anni, quindi dovrai continuare a ridefinire il tuo marchio periodicamente.

4.Strategie di social media marketing per l’estate: pubblica al momento giusto della giornata

Sapevi che la pubblicazione al momento giusto della giornata può avere un impatto importante sulla visibilità dei tuoi post social?

Poiché il “momento giusto del giorno” cambia a seconda del brand di riferimento e del target di follower, è utile dedicare un po’ di tempo all’analisi degli insight per capire quando il pubblico è più coinvolto e quali sono i momenti più redditizi della giornata sulle varie piattaforme che usi.

Tieni presente che i periodi ideali possono cambiare nel corso dei mesi, quindi è consigliabile monitorare i dati per assicurarti di pubblicare nei tempi giusti.

5.Strategie di social media marketing per l’estate: varia i tuoi contenuti

Ti senti bloccato negli stessi ritmi e schemi noiosi? Ricorda che i social sono un posto in cui permettersi di essere avventurosi!

Prova cose nuove e sentiti libero di rischiare (entro limiti ragionevoli).

Se vuoi sperimentare una nuova strategia sappi l’estate è il momento migliore per rompere gli schemi e provare qualcosa di nuovo.

Se, ad esempio, tendi a mantenere i tuoi contenuti principalmente commerciali, inizia ad aggiungere alcuni post che trattano di sondaggi, meme e domande coinvolgenti. Prova a pensare a cosa attira di più il tuo pubblico sui social media: è il meme divertente, le domande che stimolano il pensiero? La curiosità? L’informazione?

Aggiungi un po’ di varietà e vedi quali risultati ottieni. Quando un’idea fallisce, non demordere. Prova e riprova!

6.Strategie di social media marketing per l’estate: partnership con influencer

Il marketing degli influencer social è una tendenza molto in voga, e fortunatamente funziona!

Se hai un nuovo prodotto da lanciare sul mercato o un nuovo servizio da promuovere, l’estate potrebbe essere un buon momento per entrare in contatto con influencer o micro-influencer per una campagna di marketing “Shout out”.

Ricorda di cercare personalità che si adattano al tuo marchio e in grado di promuoverlo senza doversi sforzare troppo.

Gli influencer esperti avranno termini e prezzi stabiliti, ma puoi anche negoziare.

Molti sono, infatti, disposti ad accettare prodotti, buoni regalo, crediti nei negozi ecc.

7.Strategie di social media marketing per l’estate: punta sull’immagine

L’estate è una bella stagione e la sua solarità deve emergere anche sui tuoi post social.

Usa, quindi, questo periodo per aggiornare le tue grafiche con colori accattivanti e utilizza foto di qualità dai toni caldi.

Assicurati di curare i dettagli e di utilizzare preset in linea con la stagione.

Sopratutto su Instagram questa strategia ti permetterà di ottenere un feed dall’aspetto professionale e contribuirà ad accrescere la tua cerchia di follower e…clienti!

Strategie di social media marketing per l’estate: conclusioni

Gestire efficacemente le pagine social del tuo business può rappresentare un vero e proprio lavoro parallelo alle tue attività; lavoro che contribuirà a migliorare la tua brand reputation così come il coinvolgimento degli utenti social.

Se il tempo non dovesse bastare ricorda che il nostro team di esperti è pronto ad aiutarti a crescere sui social e a rimanere sempre al passo con le tendenze del momento.

 

Non mandare in “vacanza” i tuoi social…

Contattaci per una Consulenza!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , , ,

Modello di business Aziendale Ferrero

Ferrero è uno dei principali produttori italiani dolciari, nonché il secondo produttore di cioccolato al mondo.

L’azienda, fondata ad Alba, una piccola città del Piemonte, nel 1946, dal pasticcere Pietro Ferrero, è oggi un Gruppo di fama mondiale che comprende al suo interno 38 società commerciali, 18 stabilimenti, circa 40.000 dipendenti e produce più di 365.000 tonnellate di Nutella ogni anno.

Stando al sondaggio del 2009 di Reputation Institute, Ferrero vanta il titolo di “società più rinomata al mondo” con un fatturato in crescita costante.

Un po’ di storia

Dalla periferia di Alba al mondo intero.

La storia di Ferrero inizia nel 1923 quando il suo fondatore, Pietro Ferrero, dopo aver prestato servizio militare, aprì una pasticceria a Dogliani, nell’Italia nord-occidentale.

Quindi, nel 1938, si trasferì in Africa orientale con un piano per vendere biscotti alle truppe italiane spedite lì da Mussolini.

Lo sforzo presto svanì, quindi Pietro tornò a casa e si stabilì, all’inizio della seconda guerra mondiale, con la famiglia sulle tranquille colline di Alba.

Fu lì che Pietro trovò il suo più grande successo. Su suggerimento di suo fratello minore, iniziò a sperimentare alternative più economiche al cioccolato, un lusso irraggiungibile in tempo di guerra in Italia.

Ma fu proprio il neonato mix di melassa, olio di nocciole, burro di cocco e una piccola quantità di cacao, che chiamò “Supercrema”, a portare il suo cognome al successo.

Furono poi i figli Giovanni e Michele ad espandere l’attività entrando nel mercato tedesco, dove trovarono una nuova opportunità con un cioccolato ripieno di liquore di ciliegie chiamato Mon Chéri, che introdussero nel 1956.

Successivamente venne l’espansione in Belgio e Austria e subito dopo in Francia. Ferrero conquistò nuovi mercati e anche il fatturato del brand iniziò la sua impennata.

Nel 1962, mentre l’Italia stava emergendo dalle rovine del dopoguerra, Michele decise di migliorare la qualità della sua Supercrema.

Il paese poteva finalmente permettersi il vero cioccolato, quindi aggiunse più cacao e burro di cacao al mix.

Quindi, quando il governo italiano si mosse per regolare l’uso dei superlativi nella pubblicità, mettendo potenzialmente in pericolo il nome Supercrema, scelse di rinominare il prodotto.

Il suo team utilizzo, dunque, un’etichetta che avrebbe evocato il sapore delle nocciole nelle lingue di molti mercati. Alla fine, approdarono su Nutella e iniziarono a spedire barattoli sotto il nuovo nome nell’aprile 1964.

L’espansione di Ferrero si estese in Svizzera e Irlanda, fino in Ecuador, Australia e Hong Kong. Nuovi prodotti furono introdotti a un ritmo costante: la linea Kinder nel 1968, Tic Tac nel 1969 e le praline di Ferrero Rocher nel 1982.

MODELLO DI BUSINESS AZIENDALE FERRERO. PRODOTTO

Il successo raggiunto dal marchio e la sua permanenza in vetta al mercato sono senza dubbio dovute all’alta qualità dei prodotti dal Brand.

In primis la Nutella che dal 1949 ad oggi è l’indiscussa regina della colazione italiana e mondiale.

Ma la ex “Supercrema” non è l’unica creazione del Gruppo, che vanta, infatti, la produzione di prodotti da forno, caramelle, bevande e semilavorati, attraverso diverse linee:

-Ferrero (Ferreo Rocher, Raffaello, Pocket Coffe, Tronky, Duplo, Brioss, Fiesta)

-Nutella (Nutella B-Ready e Nutella Go etc.)

-Kinder (Cards, Cereali, Bueno, Pinguì, Maxi, Sorpresa)

-Estathè (Estathé Zero, Deteinato, Ice, etc.)

-Tic tac

Ognuna delle linee si rivolge ad uno specifico target. Se Ferrero, Tic Tac ed Estathè si rifanno ad un pubblico essenzialmente eterogeneo, Nutella e Kinder hanno senza dubbio una propensione per il mercato di bambini ed adolescenti.

MODELLO DI BUSINESS AZIENDALE FERRERO. PREZZO

Fin dall’inizio il Gruppo Ferrero non ha mai fatto del prezzo un punto di forza della propria strategia di marketing.

Al contrario: la scelta di materie prime di alta qualità (nocciole, burro, latte, zucchero etc.) hanno portato l’azienda a vendere i propri prodotti ad una cifra più alta rispetto alla media.

Ovviamente, grazie alla presenza di diverse linee interne al brand, il marchio può oggi mettere in commercio prodotti più convenienti (es linea kinder, Estathé, Nutella e Tic Tac) e mantenere una linea di lusso con l’offerta Ferrero (Rocher, Mon Cheri).

MODELLO DI BUSINESS AZIENDALE FERRERO. PROMOZIONE

Oltre all’offerta di prodotti di alta qualità, Ferrero ha sempre puntato su una forte promozione del brand, attraverso annunci cartacei su giornali, cartellonistica e spot televisivi di impatto.

Con l’intento di fare leva sulla psicologia dei propri utenti, il brand ha saputo comunicare le caratteristiche di freschezza, qualità e innovazione dei propri prodotti, invogliando il pubblico a convertirsi in consumatore.

Con la rivoluzione digitale degli ultimi anni, quindi, il Gruppo ha espanso la propria presenza anche attraverso siti web e social network, oggi cuore pulsante della propria attività di promozione.

Ogni linea di prodotto vede, infatti, la presenza di una propria pagina Facebook ed Instagram, riuscendo a coinvolgere ogni giorno centinaia di migliaia di utenti, attraverso i propri contenuti coinvolgenti e di qualità.

Una più incisiva relazione con gli utenti è, quindi, efficacemente raggiunta attraverso il ricorso a campagne su web e social media.

Da non trascurare, infine, le sponsorizzazioni all’interno di eventi sportivi e programmi televisivi italiani ed esteri.

MODELLO DI BUSINESS AZIENDALE FERRERO. DISTRIBUZIONE

Con 22 sedi di produzione sparse nei vari continenti e una rete vendita composta da grossisti e dettaglianti, Gruppo Ferrero copre oggi l’offerta dei suoi prodotti in oltre 150 Paesi nel mondo.

E’, infatti, possibile acquistare le sue prelibatezze all’interno di negozi dedicati, grandi e piccoli supermercati, così come sul web.

La sempre più rapida espansione del brand, unita alla crescita dell’innovazione digitale ha, quindi, aperto la strada a numerosissimi siti di e-commerce di rivenditori autorizzati, preferiti dagli utenti grazie alla semplicità di acquisto ed all’offerta di interessanti scontistiche.

MODELLO DI BUSINESS AZIENDALE FERRERO. CONCLUSIONI

La mission di Ferreo recita: “Creare prodotti unici, sviluppare processi di ricerca e produzione innovativi e utilizzare le nostre tecnologie”

Mission che ricalca efficacemente l’immagine di un brand storico che è riuscito ad anticipare i tempi, attraverso un modello di business aziendale focalizzato sulla qualità delle proprie materie prime e sull’utilizzo di strategie di marketing moderne ed innovative.

Metti a punto una strategia di marketing innovativa, in perfetto stile Ferrero e differenziati dai competitor!

Contattaci subito!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , ,

Post Covid-19: le nuove sfide delle aziende italiane

Il Covid-19 ha lasciato dietro il suo passaggio una scia di profondi cambiamenti che hanno intaccato la sfera economica e sociale su scala globale, lanciando nuove sfide alle aziende italiane.

Sebbene la fase 3, post lockdown, abbia riportato nella Penisola un briciolo di normalità, infatti, molti dei trend esplosi nel pieno della pandemia (in primis smart working ed e-commerce) continuano a mantenere un posto di rilievo nella società.

Per stare al passo con le nuove esigenze le imprese si trovano, quindi, a dovere affrontare le sfide finanziarie ed operative del Coronavirus, per adeguarsi alle richieste dei propri dipendenti e clienti.

Per necessità, gli amministratori delegati hanno dato la priorità al “qui e ora”, allineando le loro attività con la domanda in evoluzione e identificando nuovi percorsi di crescita.

In questo contesto, i leader hanno affrontato l’urgenza e la complessità della riapertura delle loro attività, stilando programmi di reinvenzione aziendale.

Ciò ha rappresentato un’opportunità – nonché un’esigenza – per molte aziende di sviluppare le proprie competenze in alcuni settori chiave:

  • digitalizzazione;

  • automazione;

  • sicurezza dei dati;

  • e-commerce.

Post Covid-19: le nuove sfide delle aziende italiane. L’accelerazione dell’e-commerce

L’epidemia di Coronavirus ha costretto le imprese italiane a rivalutare significativamente i canali digitali, che si sono rivelati estremamente utili per supportare la continuità aziendale attraverso ed oltre la crisi.

La pandemia globale di COVID-19 ha, infatti, cambiato per sempre le nostre esperienze, come clienti, impiegati, cittadini ed esseri umani e, di conseguenza, i nostri atteggiamenti e comportamenti si sono mutati.

La crisi ha rivoluzionato radicalmente, ad esempio, il modo in cui i consumatori acquistano, portando il trend dell’e-commerce a livelli mai visti prima.

Stando ai dati, infatti, dall’inizio del 2020 ad oggi ci sono ben 2 milioni di nuovi consumatori in Italia, a fronte dei 700 mila, registrati nello stesso periodo dello scorso anno; non solo vestiti e accessori, ma soprattutto benessere degli animali, cibi freschi e confezionati e prodotti per la cura della casa e della persona.

Una volta superata l’immediata minaccia del virus, le aziende dovranno considerare l’impatto di questi cambiamenti sui bisogni e desideri di clienti e potenziali.

Con questi nuovi comportamenti emergenti, le organizzazioni hanno l’opportunità di accelerare il perno del commercio digitale, ampliando le offerte esistenti e creando nuove linee di servizio.

Questa accelerazione costringerà le organizzazioni a reinventare le proprie strategie in campo digital per cogliere nuove opportunità di mercato e segmenti di clienti online.

L’e-commerce si configura, quindi, come una straordinaria opportunità di raggiungere, ora più che mai, un ampio bacino di utenti, sempre più propensi ad acquistare sul web.

Resta al passo con i tempi e accetta le nuove sfide tecnologiche!

Contattaci e scopri come realizzare il tuo ecommerce!

Post Covid-19: le nuove sfide delle aziende italiane. L’era dello smart working

Le organizzazioni di tutto il mondo hanno subito brusche interruzioni della propria operatività. Tutte, eccetto quelle già preparate al lavoro agile.

Ad esclusione di alcuni settori, in cui la forza lavoro presente sul campo è un fattore imprescindibile al prosieguo dell’attività, quindi, moltissimi business hanno potuto superare le fasi più critiche del lockdown, attraverso l’intervento dei propri dipendenti da remoto.

Sistemi di video conference e strumenti di messaggistica istantanea, infatti, si sono rivelati di estrema utilità per il mantenimento dell’operatività aziendale, anche fuori le mura dell’ufficio.

Stando a recenti studi è, inoltre, emerso che più del 70% dei dipendenti che hanno sperimentato il lavoro agile si dicono desiderosi di mantenere tale modalità anche post Covid-19.

Il tempo risparmiato nel tragitto casa-lavoro, unito ad una minore pressione dell’ambiente lavorativo, infatti, avrebbero consentito il raggiungimento di migliori prestazioni ed efficienza sui progetti assegnati.

I vantaggi riscontrati, soprattutto nelle grandi città, in termini di risparmio di tempo, ritrovato contatto con la famiglia, riduzione di smog e traffico ed incremento di produttività, fanno, dunque, presupporre che lo smart working, o il remote working, continueranno ad accompagnarci anche nel nuovo scenario post Coronavirus.

Diventare un’impresa intelligente significa, quindi, potenziare i propri team, attraverso l’utilizzo dei nuovi servizi IT e delle nuove opportunità offerte dal web.

Post Covid-19: le nuove sfide delle aziende italiane. Costruire la tecnologia per avere successo

Anche prima del COVID-19, molte organizzazioni hanno dovuto affrontare notevoli sfide IT.

Post Coronavirus la sfida si fa ancora più intensa, spingendo le aziende a testare i servizi IT come mai prima d’ora.

In pieno lockdown le imprese italiane si destreggiavano tra una serie di priorità e rischi (continuità aziendale, improvvisi cambiamenti di volume, processi decisionale in tempo reale, produttività della forza lavoro, rischi per la sicurezza), facendo della tecnologia la propria ancora di salvezza per il prosieguo della propria attività.

Ma il rinnovo tecnologico è un trend che ci accompagnerà ancora per l’ultimo quarter del 2020 e per tutto il 2021, per permettere alle aziende di restare operative in qualunque circostanza e da qualsiasi luogo.

Tra le maggiori richieste si annoverano l’implementazione di VDI (Virtual Desktop Infrastructure) che permettono ai dipendenti di accedere ai contenuti e ai programmi aziendali da qualsiasi parte del mondo e da qualunque dispositivo dotato di connettività Internet, così come la domanda d’installazione di VPN e di potenziamento dell’infrastruttura.

Sempre più importanti, infine, i servizi di Cloud pubblico e Cloud privato, sui quali collocare i propri dati aziendali.

Conclusioni

Ora più che mai è possibile vedere come la digitalizzazione stia prendendo sempre più campo nella vita lavorativa, sociale ed economica mondiale.

Una volta superata del tutto la pandemia sarà importante stabilire strategie a lungo termine per una maggiore resilienza e applicare al meglio le soluzioni offerte dal settore IT e dal web per mantenere operativo il proprio business.

Munire la propria impresa di un sito e-commerce efficiente, corredato di campagne marketing ad hoc per raggiungere sempre nuovi utenti, potrebbe essere la chiave per mantenere operativo il tuo business ed aiutarlo a fronteggiare le nuove sfide digitali.

Resta al passo con i tempi e accetta le nuove sfide tecnologiche!

Scopri come migliorare il tuo business grazie ad una strategia web mirata

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , , ,

Modello di business aziendale Luxottica

Luxottica è un marchio leader nel settore dell’occhialeria di lusso e sportiva, con una rete all’ingrosso e al dettaglio basata in Nord America, America Latina, Asia ed Europa occidentale. Il marchio, fondato nel 1961 da Leonardo Del Vecchio è quotato alla Borsa Italiana dal 2000.

Il Brand è oggi riconosciuto a livello globale e conta al suo interno, a sua volta, un amplissimo portafoglio di altri marchi, tra i quali si annoverano Ray Ban, Oakley, Vogue Eyewear, Persol, Oliver Peoples, Alain Mikli e Arnette.

Luxottica è presente in oltre 150 Paesi, vantando diversi impianti di produzione e laboratori in tutto il mondo. Le sue prestazioni finanziarie, negli ultimi cinque anni, sono migliorate tanto da permettere al Brand di incrementare costantemente il proprio reddito netto.

Modello di business aziendale “Luxottica”: Prodotto

Luxottica possiede alcuni tra i marchi di occhiali più famosi sulla terra. Leader nel suo portafoglio è sicuramente RayBan, che è tra i brand di moda più famosi al mondo.

Un altro è Oakley, un marchio estremamente in voga nella categoria sport e performance.

Nella fascia alta del proprio portfolio si annoverano, quindi, Persol, Oliver Peoples e Alain Mikli.

Il suo marchio Arnette, infine, è rivolto prevalentemente al mercato dello sport, mentre Vogue si aggiudica quello del lusso.

Oltre a questi marchi proprietari, Luxottica vanta anche moltissimi marchi con licenza, se ne contano almeno 20 nel suo portafoglio.

La maggior parte di questi sono nomi importanti nel settore della moda. I nomi includono Giorgio Armani, Burberry, Bulgari, Chanel, Dolce & Gabbana, DKNY, Ferrari, Michael Kors, Miu Miu, Paul Smith, Prada, Ralph Lauren, Starck Eyes, Tiffany & Co., Tory Burch, Valentino e Versace.

Questo gran numero di marchi si rivolge, a sua volta, ad un ampio e variegato segmento di clienti.

Dall’ultimo design di lusso, al migliore in termini di prestazioni, al più innovativo e avanzato, Luxottica offre prodotti di ogni tipo, compresi montature e obiettivi.

Il brand vanta, inoltre, il titolo di più grande rivenditore di occhiali da sole in Nord America, America Latina, Europa, Asia, Sud Africa e Medio Oriente.

Modello di business aziendale “Luxottica”: Posizionamento

Luxottica è un marchio di occhiali di fama internazionale. La sua attività si estende in tutto il mondo.

Pensate che il brand ha oggi ha una vasta rete globale di distributori all’ingrosso che copre oltre 150 paesi!

La sua vasta rete di distribuzione è completata da un grande canale di vendita al dettaglio di circa 9.000 negozi.

I principali rivenditori di Luxottica includono LensCrafters e Pearle Vision in Nord America, OPSM e Laubman & Pank in Australia e Nuova Zelanda, OGM e Óticas Carol in America Latina, Salmoiraghi & Viganò in Italia e Sunglass Hut in tutto il mondo.

Luxottica possiede, inoltre, numerosi stabilimenti su territorio globale per la progettazione, lo sviluppo e la produzione dei prodotti. Se ne contane 6 in Italia, 3 in Cina e 1 negli Stati Uniti, dedicato esclusivamente alla performance e agli occhiali sportivi.

La crescita dell’azienda ha, inoltre, permesso l’apertura di nuovi laboratori per aumentare la sua capacità produttiva in Europa, Nord America e Asia. Queste strutture sono completamente integrate con i suoi hub logistici.

Modello di business aziendale “Luxottica”: Prezzo

E’ stato più volte affermato che Luxottica cerchi di dominare totalmente il settore dell’occhialeria, stabilendo così uno standard di prezzo.

Luxottica, d’altro canto, ha ribattuto di non monopolizzare affatto il mercato, ma il suo dominio è chiaramente visibile.

Il Brand possiede, infatti, gran parte del mercato fashion; bel l’80%!

Tuttavia, Luxottica ha un portafoglio di marchi molto ampio che le ha permesso di rendere il suo mix di prezzi più favorevole. Il brand, quindi, non si rivolge solo ad un target di alta fascia, ma anche ai consumatori di livello intermedio.

Sebbene la mancanza di concorrenza sia la ragione principale per cui Luxottica possa applicare prezzi elevati, il brand è consapevole che per una più rapida crescita nel mercato attuale è doveroso attrarre una sempre nuova clientela attraverso prezzi più competitivi.

Modello di business aziendale “Luxottica”: Promozione

Luxottica è nota per i suoi prodotti eleganti e innovativi. Si annovera ad esempio il suo marchio leader sul mercato Ray Ban; brand popolare in tutto il mondo anche per le sue “cinematografiche” campagne pubblicitarie.

Pensate che Luxottica ha speso circa mezzo milione di euro in pubblicità solo nell’ultimo anno!

Oltre alle campagne promozionali più tradizionali, basate su spot televisivi ed annunci cartacei, il brand crea anche interessanti campagne di digital marketing e social media, finalizzati alla brand awareness ed alla crescita delle vendite.

Il look glamour degli occhiali da sole Ray Ban e la loro frequente apparizione ad Hollywood, sugli occhi delle star, aiutano a promuovere il marchio, tanto sul grande schermo, quanto sui social media più “influenti”, come Instagram.

Luxottica utilizza, infatti, i social network in modo intelligente e creativo per eseguire la sua strategia di marketing ed ampliare il proprio bacino di followers.

La pagina Facebook di Ray Ban vanta, ad esempio, più di 14 milioni di seguaci, mentre su Instagram se ne contano ben 5,1 milioni.

Si annovera, infine, il canale YouTube Luxottica, sorto per permettere una più incisiva promozione del marchio e un maggiore coinvolgimento di clienti e prospect.

Conclusione

Luxottica è considerata la regina dell’industria dell’occhialeria; brand che rimane relativamente incontrastato nel suo dominio, con una pressione concorrenziale molto bassa.

Il suo ampio portafoglio e il modello di business integrato verticalmente, sono alcuni dei punti di forza che hanno aiutato il marchio a raggiungere la crescita a livello globale.

Grazie alla promozione dei vari brand a portafoglio e all’utilizzo di campagne marketing sul web e sui social media, il marchio sta oggi conquistando una fetta sempre più ampia di mercato, riuscendo ad incrementare le proprie performance finanziarie costantemente.

Il web marketing e i social media sono oggi più che mai un’arma vincente per permettere la crescita di qualsiasi tipo di business.

Contattaci per strutturare un piano promozionale ad hoc!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

Camera di Commercio di Firenze – Contributi digitali I4.0, Voucher digitalizzazione

La Camera di Commercio di Firenze concede un contributo a fondo perduto per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese. Ripartiamo in Digitale e scopri se hai i requisiti

Data di Apertura: 16 luglio 2020 al 31 luglio 2020

Regione: Toscana

Provincia: Firenze

MG Group Italia ti informa che la Camere di Commercio di Firenze ha attivato un nuovo bando per l’erogazione di Voucher per le aziende che vogliono investire nella digitalizzazione della propria attività attraverso la Creazione o il Restyling di siti web, APP, E-commerce, CRM e Software gestionali

Contributi a fondo perduto per promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie imprese di tutti i settori economici

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: BANDO PER L’EROGAZIONE DI VOUCHER DIGITALI I4.0
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie imprese di Firenze e provincia
  • Fondi disponibili: 374.845,00 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Firenze
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 16 luglio 2020. Data di scadenza invio domande: 31 Luglio 2020

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese come definite dall’Allegato 1 al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea, aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze, e in regola con il pagamento del diritto annuale.

Risorse disponibili e finalità del disciplinare

Le risorse complessivamente a disposizione ammontano a euro 374.845,00 e sono riservate alle singole imprese di tutti i settori, quale sostegno economico finalizzato alle iniziative di digitalizzazione Impresa 4.0 anche orientate alla sostenibilità ambientale, oltre che funzionali alla continuità operativa durante l’emergenza da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post emergenziale.

Nello specifico, le risorse sono destinate all’acquisizione di servizi di consulenza e formazione e all’acquisto di beni e servizi strumentali.

Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta.

Valore del voucher

Fino a euro 7.000,00 nella misura del 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute, oltre la premialità di cui all’art. 4 del disciplinare, relativo al rating di legalità.

L’investimento minimo richiesto è di euro 3.000,00

Ti offriamo un servizio di consulenza volto all’ottenimento del finanziamento e ci occuperemo di predisporre tutta la documentazione necessaria. 

Un’opportunità da non Perdere. Contattaci!

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie
  2. acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti

Tali spese devono essere riferite agli ambiti tecnologici di innovazione digitale Impresa 4.0 e dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’elenco 2, e nello specifico:

 

Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

 

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing.

 

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2020 fino al 90° giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse a contributo.

 

Per quanto riguarda i fornitori di cui l’impresa dovrà avvalersi per i servizi di consulenza e formazione, si invita a leggere attentamente la “scheda” del Disciplinare.

Per quanto riguarda i fornitori di beni strumentali non sono previsti particolari requisiti.

Modalità d’invio delle domande

Le domande potranno essere inoltrate dal 16 luglio 2020 al 31 luglio 2020 (salvo eventuale chiusura per esaurimento delle risorse disponibili). Della eventuale chiusura anticipata del Disciplinare verrà data notizia direttamente su questo sito.

La trasmissione delle domande per l’ottenimento del voucher potrà essere effettuata esclusivamente con Posta Elettronica Certificata (PEC) 

Il messaggio di posta elettronica dovrà contenere in allegato il modulo di domanda B, in formato immodificabile PDF, con sottoscrizione digitale o autografa (con copia documento d’identità) del legale rappresentante dell’impresa richiedente, indicando quale oggetto del messaggio:

“Disciplinare per l’erogazione di Voucher Digitali I 4.0 2020 MISURA B”

 E’ esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

Per ogni ulteriore informazione si rinvia al testo integrale del bando.

 

Ti offriamo un servizio di consulenza volto all’ottenimento del finanziamento e ci occuperemo di predisporre tutta la documentazione necessaria. 

Siamo una Web Agency specializzata in servizi di web marketing di alto livello strategico e tecnologico. Dalla creazione di siti web allo sviluppo di apposite APP per raggiungere gli utenti facilmente e in mobilità, dalla creazione di E-Commerce per la vendita di prodotti e servizi sia in Italia che all’estero, fino alla realizzazione di Software gestionali totalmente personalizzati sulle esigenze della tua azienda.
 
Grazie al nostro team composto da diverse figure professionali riusciamo a creare dei progetti su misura e di alta qualità. 

Insieme creeremo la strategia vincente per poter raggiungere i tuoi obiettivi aziendali

Infatti ci occupiamo anche di:
Social Media Marketing – Video Spot – Ottimizzazione posizionamento sui motori di ricerca – Grafica – Campagne Pubblicitarie ADS – Email Marketing e Marketplace.

Approfittane subito e contattaci!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

, , , ,

Grandi vantaggi delle attività in franchising

Se sogni di aprire un’attività, ma l’accesso al capitale e il rischio di fallimento mettono un freno alla tua fantasia, l’avvio di un franchising potrebbe essere la risposta alle tue esigenze.

Per qualunque tipo di business, infatti, il franchising offre numerosissimi vantaggi che abbiamo elencato nei seguenti punti.

Capitale

La principale barriera che devono superare le piccole imprese di oggi è la mancanza di accesso al capitale. Anche prima del restringimento del credito del 2008-2009 e della “nuova normalità” che ne conseguiva, gli imprenditori hanno spesso scoperto che i loro obiettivi di crescita superavano la loro capacità di finanziarli.

Il franchising, come forma alternativa di acquisizione di capitale, offre alcuni vantaggi.

Il motivo principale per cui la maggior parte degli imprenditori si rivolge ad esso è che consente di avviare un proprio business ed espandersi senza il rischio di debito.

Collaborazione

Il modello di organizzazione in franchising offre all’affiliato la possibilità di crescere con un marchio comune e condividere i vantaggi di un gruppo più ampio di titolari di aziende. Sebbene ogni azienda sia di proprietà e gestione indipendente, tutti gli affiliati condividono i vantaggi collaborativi dell’organizzazione, attraverso il supporto e la supervisione dell’affiliante, tra cui:

-Possedere la propria attività e prendere autonomamente decisioni quotidiane, guidati dall’esperienza di un’azienda di successo.

-La capacità di vendere prodotti e servizi ai mercati che i punti vendita di proprietà dell’azienda hanno difficoltà a servire.

-Formazione da operatori commerciali di successo.

-Un rischio inferiore di fallimento e / o perdita di investimenti rispetto a se si dovesse avviare la propria attività da zero.

Inoltre aprire un’attività in franchising consente di essere parte di un’operazione uniforme, il che significa che tutti i franchising condivideranno lo stesso aspetto fisico interno ed esterno, lo stesso prodotto e lo stesso servizio, con la stessa qualità e consapevolezza generale del marchio.

Avrai, inoltre, il supporto operativo da parte del franchisor, sia prima che dopo il lancio della tua impresa commerciale, in settori quali finanziamenti, contabilità, formazione dei dipendenti e procedure operative.

Il franchising si configura, inoltre, come un’opportunità per migliorare le tue capacità di gestione all’interno di un modello aziendale consolidato, che non hai potuto sperimentare nella maggior parte delle situazioni di lavoro precedenti.

Dal punto di vista del franchisor, questa collaborazione:

-Offre all’affiliante un metodo di rapida espansione.

-Diffonde la messaggistica e la consapevolezza del marchio su una vasta rete di proprietari di franchising.

-Si collega all’orgoglio della proprietà della comunità dei proprietari del franchising.

-Consente alla community dei proprietari di franchising di crescere grazie a un sistema e un supporto duplicabili.

-Presenta un maggiore potere d’acquisto di beni e servizi, grazie al maggiore volume di rapporto con i fornitori.

-Consente a nuovi prodotti e servizi di essere sviluppati sul campo con ulteriori test e input.

-Fornisce un flusso di cassa costante all’affiliante per facilitare la crescita complessiva del sistema.

-Può finanziare lo sforzo di riconoscimento del marchio per crescere a livello nazionale e globale.

Anche MG Group Italia offre la possibilità di aprire una propria web agency in franchising

Apri la tua web Agency senza alcun investimento iniziale. Contattaci!

 Il franchising offre maggiori possibilità di successo

Recenti studi in merito hanno indicato che il tasso di successo delle attività di proprietà in franchising è significativamente migliore rispetto a quello delle piccole imprese non in franchising. In breve, la buona notizia è che il franchising costituisce una parte significativa dell’economia nazionale e presenta una possibilità statisticamente migliore di successo rispetto ad altre opzioni commerciali.

Il fattore “libertà”

La maggior parte degli imprenditori ricerca tre elementi comuni nella scelta di un’attività in franchising:

-Flessibilità

-Reddito

-Status

La flessibilità è sempre stata una variabile fondamentale per quegli individui pronti a scambiare la stabilità di un “vero lavoro” con la libertà che deriva dall’essere capi di se stessi.

Anche il reddito è un fattore rilevante, ma sorprendentemente non si pone in testa alla classifica. Si contano infatti numerosi lavoratori che si sono lasciati alle spalle cospicui salari per perseguire il sogno di avviare un’attività in proprio.

Lo status, infine, è una categoria omnicomprensiva che include non solo titoli e posizione, ma, cosa più importante, la sensazione di uno scopo e di far parte di qualcosa di significativo.

Possedere un franchising può fornirti tutti e tre questi elementi.

I proprietari di franchising felici fanno più soldi

È risaputo che se ami quello che fai, non puoi fare a meno di avere successo. Se riesci ad allinearti con un franchising che si adatta davvero alle tue esigenze, sarai molto più felice, il che a sua volta si tradurrà in una maggiore produttività.

Questa è una filosofia semplice che viene spesso trascurata. Alcune organizzazioni di franchising hanno sofferto perché hanno perso di vista questa realtà durante le fasi di rapida crescita.

Mentre valuti le organizzazioni in franchising, assicurati, quindi, di indagare l’impegno del franchisor nei confronti dei proprietari di franchising, nonché i loro piani di sviluppo futuri.

Anche MG Group Italia offre la possibilità di aprire una propria web agency in franchising…

Che aspetti?

Contattaci per maggiori informazioni e dai il via al tuo sogno!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

,

Modello di business aziendale “Amazon”

Nell’universo dell’e-commerce di oggi, Amazon è un colosso. Lo sappiamo tutti e lo usiamo tutti … che lo ammettiamo o no.

Ma i consumatori di oggi non usano solo Amazon per acquistare cose. Lo usano anche per controllare i prezzi (il 90% dei consumatori usa Amazon per controllare i prezzi di un prodotto), scoprire nuovi prodotti (il 72% dei consumatori visita Amazon per idee di prodotto) e avviare ricerche di prodotto (il 56% dei consumatori visita Amazon prima di qualsiasi altro luogo).

Ecco alcune altre affascinanti statistiche di Amazon:

Amazon vende oltre 12 milioni di prodotti, esclusi libri, vino, media e servizi.

Amazon ha oltre 310 milioni di utenti attivi, inclusi 90 milioni di membri Prime!

In 25 anni, Amazon è cresciuta in modo esponenziale. Vede oltre 2.000 nuovi venditori ogni giorno…

Ecco perché il modello di business aziendale di Amazon può risultare interessante anche per la tua attività…

Amazon è una piattaforma straordinaria perché, a differenza di Google e di altri motori di ricerca, le persone che lo visitano hanno già una mentalità da “shopping”.

Qualsiasi traffico che colpisce le pagine dei prodotti Amazon è già pronto per l’acquisto, anche se si limita a controllare i prezzi o ricercare nuovi prodotti.

Se vuoi fare decollare il tuo e-commerce potresti, dunque, trarre spunto da alcune strategie adottate dal colosso Amazon

Titolo del prodotto

Scegliere il miglior titolo di prodotto possibile è di estrema rilevanza per invogliare l’utente all’acquisto. Amazon consente di utilizzare fino a 200 caratteri, tuttavia è sempre meglio rimanere coincisi.

In ogni caso ricordati di includere:

-Il tuo marchio

-Il nome del prodotto

-Funzionalità specifiche (come dimensioni, colore, materiale, quantità, ecc.)

-Uno o due vantaggi o valori distintivi

Ecco alcune delle regole di formattazione del titolo di Amazon:

Scrivi in ​​maiuscolo la prima lettera di ogni parola (ad eccezione di parole come “e”).

Usa “e” invece di “&” e numeri (“10”) invece di numeri scritti (“dieci”).

Ricorda che il titolo è fondamentale sia per dare informazioni sul prodotto sia per contribuire alla SEO del tuo e-commerce attraverso l’utilizzo delle parole chiave.

In definitiva, il tuo titolo dovrebbe corrispondere alle parole utilizzate dagli acquirenti per scoprire il tuo prodotto ed informarli su di esso.

Immagini di prodotto

Mentre i titoli comunicano le informazioni sul prodotto, i consumatori utilizzano le immagini per decidere se esplorare ulteriormente la pagina del prodotto.

Una volta che un acquirente visita la tua pagina del prodotto, tuttavia, le immagini sono ancora più importanti: possono stabilire se un consumatore effettuerà o meno un acquisto.

Pensa che Amazon inserisce fino a nove immagini di prodotto!

Ecco alcuni suggerimenti per avere perfette immagini di prodotto:

-Usa immagini a sfondo bianco

-Cattura il tuo prodotto da diverse angolazioni.

-Includi contenuti inviati da clienti reali

-Carica immagini che includono grafici, elenchi o tabelle di confronto della concorrenza.

Amazon offre inoltre agli acquirenti la possibilità di ingrandire ogni immagine, motivo per cui le immagini dei tuoi prodotti dovrebbero essere almeno 1.000 x 1.000 pixel.

Caratteristiche chiave del prodotto

Se un consumatore supera il titolo del prodotto, le immagini, il prezzo e le opzioni di acquisto, troverà le caratteristiche chiave del prodotto. Qui hai la possibilità di approfondire le caratteristiche, i vantaggi e i dettagli del tuo prodotto.

Ecco come ti consigliamo di compilare il tuo elenco di funzioni chiave del prodotto:

Scrivi un paragrafo includendo da due a quattro frasi pertinenti all’argomento.

Ricorda di trattare questi paragrafi come faresti con una campagna pubblicitaria, perché queste poche righe potrebbero riuscire a convertire i visitatori della pagina…

Amazon Marketing Strategy

Amazon utilizza un’efficace strategia di marketing per attirare i consumatori sulle sue pagine di prodotto e per convertirli in clienti.

In generale, una strategia di marketing di Amazon è composta da alcune componenti fondamentali: Amazon Marketing Services, Amazon SEO, recensioni e direct marketing.

Per indirizzare il traffico verso i prodotti del tuo E-commerce puoi, quindi, pensare di utilizzare una strategia di marketing in perfetto stile “Amazon” ben costruita e redditizia.

Pubblicità Amazon o Google Ads

I venditori di Amazon pubblicizzano sulla piattaforma tramite Amazon Marketing Services (AMS). AMS è simile a Google Ads in quanto i venditori pagano solo quando gli acquirenti fanno clic sugli annunci. Il servizio utilizza parole chiave, prodotti correlati e interessi degli acquirenti per posizionare annunci in cui è più probabile che i consumatori facciano clic su di essi.

Puoi dunque prendere in considerazione la creazione di una strategia pubblicitaria su Google Adwords per indirizzare al meglio i tuoi annunci e indirizzare il traffico verso le pagine dei tuoi prodotti.

Amazon SEO

Amazon è un motore di ricerca molto popolare. E come motore di ricerca, ha una propria SEO.

Il motore di ricerca di Amazon si chiama A9. Funziona con il suo algoritmo, proprio come Google.

Un altro passaggio fondamentale, per ottenere una perfetta strategia marketing in stile “Amazon” è dunque quella di curare la SEO del tuo E-commerce per aiutare gli utenti a trovare i tuoi prodotti così da convertirli in clienti.

Per farlo un’ottima tecnica è quella di creare un blog aziendale, dove inserire notizie riguardanti i tuoi prodotti, redatte in ottica “SEO”, ovvero arricchite di quelle parole chiave necessarie a facilitare la ricerca dei tuoi utenti.

Un modo più immediato per attirare nuovi clienti è, invece, quello di utilizzare (come visto sopra) le pubblicità su Google Ads oppure sui social network per indirizzare il traffico verso le pagine dei tuoi prodotti.

Qualunque strategia tu decida di utilizzare ricorda sempre di inserire key words pertinenti all’interno di titolo e caption e di usare caratteri speciali per migliorare la leggibilità.

Infine Inserisci prima i termini più pertinenti e cercati.

Recensioni di prodotto

Le recensioni e le valutazioni dei clienti sono importanti.

Sono ancora più importanti nel mondo dell’e-commerce, in cui gli acquirenti non possono vedere o toccare fisicamente un prodotto prima dell’acquisto.

Pensa che nel caso di Amazon, quasi il 90% degli acquirenti ha dichiarato di non acquistare un prodotto con meno di tre stelle…

Amazon riconosce il potere delle recensioni dei clienti e, fedele alla mentalità del primo acquirente, fa delle recensioni una parte importante di ogni pagina del prodotto.

Gli acquirenti possono visualizzare le immagini dei clienti, filtrare le recensioni per parole chiave suggerite, cercare contenuti all’interno delle recensioni, ordinare le recensioni per stelle e rivedere le domande e le risposte dei clienti.

Una buona strategia è, quindi, quella di integrare i feedback positivi dei tuoi clienti all’interno delle tue pagine di prodotto.

E-mail

Che siano Dem, Newsletter, conferme d’ordine o ringraziamenti d’acquisto, le mail sono una strategia di marketing ampiamente utilizzata dal colosso. Replicarla non potrà che giovare al tuo business!

Social media

Alcuni venditori di Amazon creano anche profili di social media per il loro marchio. Ciò si configura come un’ulteriore strada attraverso la quale connettersi con i potenziali clienti.

Usa i tuoi social media per condividere gli aggiornamenti dei prodotti, annunciare vendite e omaggi e investire in alcuni annunci pubblicitari a pagamento.

Vuoi realizzare una strategia marketing di successo in perfetto stile Amazon?

Richiedi una consulenza!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

,

L’importanza di avere un ecommerce ben posizionato per superare i competitors sui motori di ricerca

Hai di recente implementato il sito web della tua impresa con un e-commerce, per rendere il tuo business operativo H24 ed espandere la tua clientela.

Ma il solo fatto di possedere un e-commerce non basta; per renderlo realmente efficace è necessario ricorrere a strategie B2B ben pianificate, così da superare i competitors sui motori di ricerca.

Perché un sito e-commerce

Il panorama dei mercati B2B e B2C è in evoluzione costante e queste modifiche repentine non di rado causano un divario tra le modalità di offerta delle imprese e la domanda della popolazione, che vuole essere soddisfatta qui e ora.

Fortunatamente questo divario può essere perfettamente colmato da un sito di e-commerce, capace di assecondare domande sempre più articolate in tempi brevissimi.

Quindi, per fare prendere il volo al tuo e-commerce, scoprire l’esperienza di acquisto ideale per il tuo cliente potenziale è un fattore imprescindibile. Dovrai, quindi, mantenerti continuamente aggiornato e migliorare periodicamente il tuo sito e-commerce per mantenerti competitivo.

Vediamo nel dettaglio 9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 1. Costruisci un sito Web mobile friendly

Un recente sondaggio di Google ha mostrato che oltre il 53,67% del mercato e-commerce B2B e B2C è mobile responsive.

E’, quindi probabile che il 90% dei clienti che hanno avuto un’esperienza mobile straordinaria con un sito di e-commerce sia portato a ripetere l’acquisto dallo stesso fornitore.

Fornire un’esperienza mobile ottimizzata è, quindi, di estrema rilevanza per un’azienda, anche perché, oltre ad assicurarti più vendite, migliora il posizionamento del tuo sito e-commerce sul motore di ricerca di Google (il suo algoritmo utilizza la compatibilità mobile anche come metodo di posizionamento).

Migliorare i tempi di caricamento della pagina, creare contenuti adatti al piccolo schermo ed implementare funzioni specifiche per la visione su smartphone e Ipad, sono alcuni semplici modi per rendere un sito di e-commerce più mobile friendly.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 2. Realizza un video del tuo sito e-commerce

Un contenuto video è un’ottima forma di marketing per qualsiasi azienda B2B o B2C.

Aiuta, infatti, ad aumentare le conversioni e le vendite e contribuisce al miglioramento del posizionamento nei motori di ricerca, coinvolgendo un maggior numero di utenti.

I video sono, quindi, un ottimo modo per vendere i tuoi prodotti. Stando a recenti ricerche ben il 68% degli utenti effettua un acquisto online in seguito alla visione di un video promozionale.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 3. L’importanza delle valutazioni e delle recensioni dei prodotti

L’aggiunta di recensioni di prodotto al sito Web di e-commerce è una delle principali strategie di e-commerce B2B e B2C. Facilita, infatti, il rapporto di conversione di un sito del 270% aumentando il pool di clienti del 73%.

Le valutazioni e le recensioni dei clienti contribuiscono a creare fiducia, poiché questa prova sociale è considerata alla stregua di una raccomandazione personale, tanto da aumentare il tasso di conversione del tuo e-commerce.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 4. Avere un’app mobile

Realizzare un’App per il tuo e-commerce è una delle migliori strategie per superare i competitors, perché, semplificando al massimo l’esperienza di acquisto, ti permette di incrementare le conversioni e, quindi, le vendite.

Se vuoi emergere nel panorama dell’e-commerce B2B e B2C, creare un app mobile è il modo migliore per farlo. Durante la progettazione di un’app mobile, è ideale fare leva sulle notifiche push, includendo anche una componente CRM.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 5. Funzioni di e-commerce intuitive

Migliorare l’esperienza del cliente è una strategia online B2B e B2C chiave. Esistono alcune funzionalità del sito Web che migliorano l’esperienza del cliente, capaci di incrementare le vendite e le entrate del tuo e-commerce.

Una di queste funzioni è il salvataggio degli articoli nel carrello, in modo tale che l’utente possa abbandonare il tuo sito per poi riprendere da dove ha lasciato. L’aggiunta di più prodotti nel carrello allo stesso tempo semplifica il processo di acquisto aumentando il valore medio dell’ordine.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 6. Concentrati su prodotti di nicchia anziché sul marketing di massa

I prodotti etichettati come esclusivi e privati ​​hanno maggiori probabilità di attirare l’attenzione dei clienti. Se vuoi rimanere competitivo sul mercato, quindi, pensa di vendere prodotti di nicchia o prodotti ad un prezzo competitivo.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 7. Continua ad aggiornare il tuo sito web

Aggiornare gli elenchi dei prodotti, aggiungere nuovi articoli e controllare quale parte del tuo sito è maggiormente visitata dai tuoi clienti sono alcuni dei semplici modi per mantenerti competitivo.

Pertanto, controlla le tendenze in atto sul mercato e rendile disponibili il tuo sito web.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 8. Premia i tuoi clienti fedeli

Concentrarsi sulla conversione dei visitatori in clienti è fondamentale, ma non ignorare la base di clienti che già possiedi.

La ricompensa della loro fedeltà ne aumenterà ulteriormente la fiducia, facendogli passare l’idea di cercare qualsiasi altro negozio online.

Ricorda che se farai sentire importanti i tuoi clienti difficilmente ti abbandoneranno

Quindi via libera a Coupon e sconti extra perché circa il 18% dei profitti di un sito Web di e-commerce proviene proprio dalla base clienti.

#9 modi in cui posizionare al meglio il tuo sito e-commerce per superare i competitors sui motori di ricerca: 9. Prezzo competitivo

Che tipo di esperienza di acquisto cerca un utente che i tuoi concorrenti non sono in grado di fornire?

Prova a pensare…

Prezzi competitivi e sconti per il primo acquisto sono alcuni modi in cui un sito Web può guadagnare l’attenzione iniziale di cui ha bisogno per portare la propria attività in pista. Quindi, se i tuoi concorrenti forniscono lo stesso prodotto ad un prezzo migliore, stai perdendo una grande fetta di clientela!

Fai, quindi, sempre una ricerca approfondita prima di etichettare un prodotto con determinato prezzo.

Vuoi conoscere tutte le strategie per avviare al meglio il tuo sito e-commerce? Contattaci!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >