, ,

L’importanza del Blog aziendale nella strategia di marketing

Perché la tua azienda dovrebbe avere un blog?

Un blog aziendale è un sito, o una parte di esso, che dà la possibilità di scrivere e pubblicare contenuti nel tempo.

Il content marketing soprattutto se fatto attraverso articoli interessanti e di qualità, può fornirci un grande aiuto nelle nostre strategie di business.

In particolare, grazie a questo strumento, potremo:

  • Mostrare il volto umano della nostra azienda. Grazie ad articoli costanti puoi far percepire della tua azienda le emozioni e il volto umano che non riesci trasmettere di solito; puoi parlare del tuo business, dei tuoi prodotti, della tua attività e molto altro, in modo semplice e più vicino ai tuoi utenti
  • Fidelizzare il pubblico. Il blog aziendale è una realtà imprescindibile se vuoi raccogliere il pubblico intorno al tuo brand. Scrivendo con regolarità e utilizzando gli strumenti più adeguati a creare una linea editoriale interessante. Attraverso i social, i commenti e le newsletter, potrai riproporre questi contenuti in forme diverse per interagire con i tuoi utenti su più piattaforme
  • Costruzione del Brand. L’importanza del blog aziendale si sviluppa con la pubblicazione dei contenuti di qualità. Ogni articolo online è un piccolo mattone indispensabile per comunicare competenza e professionalità rispetto a un argomento.
  • Posizionamento SEO. Attraverso il Blog aziendale, puoi ottenere grandi vantaggi anche dal punto di vista del posizionamento nei motori di ricerca, che privilegiano contenuti di qualità, utili e soprattutto aggiornati.

Quali caratteristiche deve avere il Blog aziendale?

Per aiutarti a comunicare un volto diverso della tua azienda, il Blog e gli articoli devono avere determinate caratteristiche:

  • I contenuti devono essere interessanti e di qualità, ma soprattutto, devono essere utili per chi li legge, cioè l’utente de visita il nostro sito
  • Il tono con cui scriviamo gli articoli non deve mai essere autoreferenziale, ma bisogna privilegiare un tono di voce colloquiale e amichevole
  • Deve essere integrato con i social. Essendo i social network tra i principali canali tramite cui gli utenti arrivano al sito, è necessario collegare il Blog aziendale ai profili social e condividere i contenuti in modo semplice e leggero, tenendo sempre a mente che ogni social ha il suo stile di comunicazione e ile sue caratteristiche

Il blog aziendale nasce come canale bidirezionale dove il lettore può interagire con l’azienda e conoscerne il lato più umano. Saper scrivere un buon testo non basta però per accontentare gli utenti e coinvolgerli.

Bisogna saper toccare le corde giuste e parlare degli argomenti giusti. Altrimenti si rischia di creare il peggior incubo degli utenti: il blog autoreferenziale che serve solo a celebrare la capacità e i successi dell’azienda. Ricordiamoci sempre che oggi è l’utente ad essere al centro di tutto, per questo non ha senso una prospettiva che veda l’azienda come protagonista.

Mg Group Italia può aiutarti a creare e gestire il tuo Blog Aziendale grazie a figure professionali dedicate che sapranno parlare della tua azienda e del tuo lavoro con un approccio semplice e diretto, capace di trasmettere i tuoi valori in modo coerente.

Richiedici una Consulenza Gratuita e Senza Impegno per coinvolgere i tuoi utenti con contenuti freschi e interessanti.

, ,

5 consigli per strutturare al meglio il tuo sito web

Il sito Web è il centro della nostra strategia

Quando pensiamo a come pianificare la nostra strategia online dobbiamo sempre tenere presente che il sito rappresenta il perno attorno al quale deve ruotare la nostra comunicazione.

È qui che gli utenti entrano in contatto con i nostri prodotti e la nostra offerta ed imparano a conoscerci meglio tramite il Blog aziendale. In altre parole, è il nostro biglietto da visita, la nostra vetrina principale.

Strutturarlo in modo intelligente è importante per non disperdere il traffico acquisito.

I nostri consigli per strutturarlo al meglio

Innanzitutto, è importante che il sito web sia:

  • Semplice. Le informazioni e contenuti devono essere chiari e disposti in modo tale da rendere la comprensione il più facile possibile. L’utente non deve perdere tempo a cercare contenuti, deve poterli trovare in modo pratico e veloce
  • Interattivo. L’utente cerca il dialogo e l’azienda deve offrirgli l’opportunità di comunicare, esprimere opinioni e chiedere informazioni
  • Aggiornato. Per essere utili e di qualità, i contenuti devono essere aggiornati. Che valore può avere per un utente che fa una ricerca oggi, un contenuto di qualche anno fa? A maggior ragione se si pensa che ciò che interessa ad un utente oggi potrebbe perdere di valore domani. Analizzare i Trends in quest’ottica è fondamentale.
  • Veloce. L’utente non vuole perdere tempo quando cerca qualcosa online, per questo il nostro sito deve potersi caricare in poco tempo. A questo proposito, quando siamo in fase di progettazione è importante valutare pro e contro di siti statici e dinamici e scegliere consapevolmente tra queste due tipologie.
  • Accattivante. Un’impostazione semplice non vuol dire banale. Il sito web ci rappresenta e deve poter parlare di noi anche graficamente.

Insieme, tutti questi elementi contribuiscono a creare un sito coinvolgente e di grande impatto.

Creare siti web è una delle molte specialità di Mg Group Italia. Il nostro staff è in grado di creare siti web facili da navigare, interattivi e che sappiano dare il giusto spazio ai tuoi valori e alla tua mission. Qualsiasi sia il motivo per il quale desideri realizzare un sito web, avrai a disposizione un team di persone qualificate e le tecnologie migliori.

, , ,

La SEO ci aiuta ad apparire tra i primi risultati di Google

SEO, è acronimo di Search Engine Optimization e indica tutte quelle attività di ottimizzazione, come la Link Building, di un sito web finalizzate a migliorare il suo posizionamento tra i risultati generati dai motori di ricerca come Google.

In poche parole, quando effettuiamo una ricerca, Google, utilizzando formule e algoritmi in continuo cambiamento, decide quali risultati restituirci tra quelli che ha a disposizione, prediligendo quelli più coerenti con ciò che stiamo cercando.

Tramite l’utilizzo di più tecniche e di più strumenti, la SEO ha l’obiettivo di migliorare la posizione del nostro sito per cercare di farlo apparire tra le primissime posizioni dei risultati di ricerca.

Perché è così importante apparire tra i primi risultati?

Perché essere online non è sufficiente, bisogna che gli utenti riescano a trovarci e poiché l’utente medio è pigro e non ha pazienza di aspettare, essere tra i primi risultati della ricerca ci permette di avere una visibilità senza pari.

Secondo uno studio, gli utenti che effettuano una ricerca spendono 1,17 secondi ad analizzare ogni voce restituita da Google. Ciò significa che quello è esattamente il tempo che abbiamo a disposizione per attirare la sua attenzione e convincerlo che noi abbiamo la risposta che stanno cercando, noi abbiamo la soluzione ai loro problemi.

In più, comparire nelle prime posizioni della SERP (l’insieme dei risultati della nostra ricerca che Google ci propone) significa intercettare quasi il 91% del traffico organico.

In altre parole, non solo gli utenti non dedicano tempo a scegliere il sito ma in pochissimi casi andranno oltre la prima pagina.

Quali primi risultati?

Esattamente, dove dovremo comparire?  Google suddivide la prima pagina dei risultati in 3 sezioni:

  • Nella parte subito sotto la barra di ricerca, troviamo gli annunci creati con Google Ads, vale a dire gli annunci a pagamento che hanno ricevuto un ottimo punteggio di qualità da Google.
  • Sotto questi annunci iniziano i risultati organici, cioè quelli non a pagamento.

L’utente non va generalmente al di là di questi risultati.

Ecco quindi che fare buon uso degli strumenti SEO per ottenere un’indicizzazione migliore, è indispensabile per farsi trovare dagli utenti.

Come fare quindi per migliorare la posizione del nostro sito?

Gli strumenti migliori per avere una buona indicizzazione online sono certamente la produzione di contenuti di qualità che attirino gli utenti e una buona rete di link interni ed esterni per veicolarli sulle nostre pagine.

Per utilizzarli in modo produttivo serve però esperienza e conoscenza della materia.

Mg Group Italia possiede, all’interno del proprio staff, figure specifiche adatte a questo scopo. I nostri Copy Writer si occuperanno della produzione di contenuti interessanti e attrattivi per i tuoi utenti e gli sviluppatori penseranno alla parte più tecnica e complessa per correggere eventuali errori di codice che possono penalizzare il tuo sito e creare un network di link in entrata e in uscita. Richiedici una Consulenza Gratuita e Senza Impegno per iniziare subito la tua scalata sui motori di ricerca.

, ,

App e fidelizzazione dei clienti: che legame c’è?

Per chi possiede un’azienda, la ricerca di nuovi contatti e la fidelizzazione di quelli già acquisiti sono entrambe esigenze di primaria importanza.

Lo sviluppo di un’applicazione aziendale può essere una strategia di marketing vincente e può aiutarci a risolvere tutti e due i problemi.

Il motivo è semplice: l’app aziendale ha la caratteristica di creare un canale preferenziale tra l’utente e l’azienda, permettendo al primo di usufruire di un prodotto rapidamente e in modo leggero e intuitivo.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di un’App aziendale?

L’utilizzo di una app all’interno delle nostre strategie di acquisizione e fidelizzazione dei clienti, gode anche di altri vantaggi:

  1. L’utilizzo di App aziendali è in costante ascesa (perché lo è l’utilizzo di dispositivi mobile) e questo significa che dobbiamo approfittare di questa enorme possibilità di intercettare gli utenti con questa modalità
  2. Chi utilizza la nostra App diventa in automatico “Brand Ambassador” rendendo la sua comunicazione virale
  3. Notifiche push: permette di trasmettere informazioni interessanti e pertinenti in un momento specifico

Tutti questi elementi hanno qualcosa in comune: cercano di soddisfare il cliente mettendo in comunicazione il marketing con il piano operativo, piuttosto che convincerlo attraverso una pubblicità invasiva.

L’app aziendale deve essere utile!

In linea generale, bisogna tenere in considerazione che il ciclo di vita di un’app è strettamente connesso alla sua utilità: se l’applicazione viene giudicata inutile dagli utenti verrà disinstallata entro breve tempo.

L’Applicazione aziendale inoltre, non dovrà essere un semplice contenitore nel quale inserire parte dei contenuti già presenti sul sito web aziendale, al contrario, dovrà essere uno strumento per diffondere ulteriori contenuti di qualità e migliorare la user experience dell’utente.

Per tutti questi motivi, e molti altri, le App aziendali devono essere pianificate e studiate accuratamente.

Mg Group Italia sviluppa App funzionali, intuitive e facili da usare per qualsiasi utente. Adattabili con tutti i sistemi operativi, possono aiutarti ad entrare in contatto con i tuoi clienti in modo nuovo e più interattivo. Richiedici una Consulenza Gratuita e Senza Impegno per sapere come progettare la tua nuova app aziendale.

, ,

Cos’è una landing page e perché è importante

Qual è lo scopo di una Landing page?

Una Landing Page, o “pagina di atterraggio”, è una pagina web che un utente raggiunge dopo aver cliccato su un annuncio sponsorizzato, come nel caso di campagne effettuate tramite Google Ads, oppure su un link di una newsletter o di un post.

È una pagina progettata separatamente dal sito internet principale ma al quale può essere collegato tramite link.

E’ utilizzata nelle strategie di Inbound Marketing per invogliare l’utente a compiere un’azione come, ad esempio, lasciare i propri dati, incoraggiare la richiesta di informazioni circa un nuovo prodotto o un nuovo servizio, oppure concludere un acquisto.

Come deve essere una landing page efficace

Per essere efficace, una landing page deve avere un design accattivante, che generi curiosità e al tempo stesso sia semplice, chiaro e intuitivo.

Per questo motivo, l’elemento centrale è la Call To Action (CTA): un pulsante che chiarisca fin da subito qual è l’azione richiesta all’utente. 

Oltre a questo, una buona landing page deve essere coerente con il nostro business, condivisibile tramite i social e contenere solo le informazioni necessarie.

Infine, affinché l’utente compia l’azione richiesta, è importante che egli ottenga qualcosa di valore in cambio, come un codice sconto, un tutorial da poter scaricare, una guida gratuita, un e-book oppure un servizio da poter utilizzare subito.

Perché utilizzare una landing page

Il sito web è strutturato senza sapere quale sia il motivo della visita dell’utente e per questo motivo informazioni e contenuti sono presentati in modo eterogeneo.

Se abbiamo un messaggio specifico da trasmettere, l’attenzione dell’utente si disperderà tra menu e pagine.

Le landing page, al contrario, vengono create con uno scopo unico e questo ci fornisce un grande vantaggio sulla possibilità di convertire l’utente in cliente.

Sappiamo esattamente cosa ha spinto l’utente a visitare la nostra pagina d’atterraggio e questo ci permette di rendere più naturale il passaggio dall’annuncio all’azione di conversione.

Grazie alla sua semplicità, la landing page non presenta distrazioni e permette all’utente di concentrarsi solo sull’azione richiesta e sul messaggio che vogliamo trasmettere.

Semplice non significa improvvisare però.

La Landing page è un elemento determinante per la nostra strategia online poiché guida l’utente verso un’azione ben precisa. Per ottenere questo risultato non possiamo solo scrivere un testo, mettere qualche immagine e posizionare un pulsante per la Call To Action. E’ necessario studiare attentamente il percorso che l’utente deve fare e valutare l’impiego più corretto. 

Lo staff di Mg Group Italia può assisterti nella creazione di Landing page performanti, in grado di convertire i tuoi investimenti in guadagni. Richiedici una consulenza Gratuita e Senza Impegno per conoscere tutti i possibili impieghi di una Landing page.

, ,

Google Ads: breve guida all’utilizzo!

Google Ads (ex Google Adwords) è uno strumento Google per la pianificazione di campagne di advertising, ossia campagne pubblicitarie, all’interno della rete di ricerca oppure su siti partner di Google.

Come funziona Google Ads?

Attraverso Google Ads è possibile creare annunci pubblicitari che aiutino gli utenti a raggiungere il sito internet dell’azienda oppure landing page ad esso collegate.

Gli annunci che è possibile creare attraverso questo potente strumento, sono principalmente due:

Rete di ricerca: brevi annunci testuali che rimandano al sito web o ad una landing page per sponsorizzare i prodotti o i servizi aziendali; vengono visualizzati nella SERP (Search Engine Results Page), ossia nella pagina che Google restituisce quando effettuiamo una ricerca.

Rete Display: annunci visuali che contengono, oltre al testo, anche immagini o animazioni; vengono inseriti all’interno di siti partner di Google e sono visibili all’utente durante la normale navigazione.

La scelta delle parole chiave

Nel caso di campagne Ads per la rete di ricerca, la prima cosa da fare è scegliere le parole chiave attorno alle quali ruoterà il nostro annuncio.

In altre parole, dobbiamo scegliere le keywords correlate al prodotto o al servizio che vogliamo promuovere e che si ritiene abbiano maggiori possibilità di essere digitate dai potenziali clienti per la ricerca dei prodotti o servizi che stiamo offrendo; saranno proprio queste parole ad attivare il nostro annuncio.

In che modo Google Ads decide quali annunci pubblicare?

Ogni volta che un utente fa una ricerca online avviene un’asta (molto veloce e che non possiamo vedere) attraverso la quale Google decide quali annunci pubblicare.

In pratica Google Ads calcola il ranking (il posizionamento) del nostro annuncio a partire da diversi fattori:

  • Offerta: quanto siamo disposti a pagare per quella determinata keywords.
  • Qualità dell’annuncio: quanto l’annuncio che abbiamo creato è pertinente rispetto alle ricerche fatte dall’utente
  • Estensione dell’annuncio: sono le informazioni aggiuntive, come numero di telefono dell’attività o specifiche pagine del sito web, che possiamo aggiungere all’interno dell’annuncio

Come si decide il budget da investire?

Prima di pensare al budget da investire in una campagna di Google Ads, è bene chiarire quale sia l’obiettivo che vogliamo raggiungere con la nostra campagna. Il budget sarà determinato di conseguenza.

Le campagne di Google Ads possono essere impostate per raggiungere diversi obiettivi, in particolare possono aiutarci ad ottenere:

  • Più clic indirizzati al nostro sito oppure ad una landing page
  • Il maggior numero di visualizzazioni possibili

Cosa serve per creare una campagna con Google Ads?

Per sponsorizzare prodotti o servizi con Google Ads, occorrono pochi semplici strumenti:

  • Un indirizzo Gmail
  • Un sito web o una landing page verso i quali direzionare l’utente (cliccando sul nostro annuncio gli utenti devono andare da qualche parte!)
  • Un sistema di pagamento, come la carta di credito
  • Conoscenza dello strumento

In relazione a quest’ultimo punto, dobbiamo sottolineare che nonostante possa sembrare semplice, creare una campagna con Google Ads richiede conoscenze specifiche di web marketing. Google Ads è uno strumento in continuo aggiornamento ed è necessario studiare costantemente per non sprecare inutilmente le nostre risorse in tentativi inutili e costosi.

Mg Group Italia è una web agency formata da figure professionali specifiche, in grado di progettare soluzioni uniche che ti permettano di ottenere risultati concreti e misurabili. Che si tratti di una piccola, media o grande azienda, i nostri esperti saranno in grado di utilizzare efficacemente il tuo budget senza farti perdere tempo e denaro.

Richiedi una Consulenza Gratuita e Senza Impegno per conoscere tutte le possibilità offerte da Google Ads.

 

 

 

, , ,

Come si scrive un buon oggetto di una Newsletter?

La newsletter è uno degli strumenti di marketing diretto maggiormente conosciuti e utilizzati all’interno delle strategie aziendali per coinvolgere l’utente. Permette di presentare con rapidità e semplicità prodotti e servizi a nuovi potenziali clienti attraverso messaggi di posta elettronica.

Non solo. Attraverso la Newsletter possiamo aggiornare i clienti già fidelizzati su offerte o promozioni particolari stimolandoli all’acquisto, invitarli a eventi e ricorrenze o semplicemente per ringraziarli.

Qualunque sia il motivo per il quale decidiamo di affidarci alla Newsletter, affinché il messaggio raggiunga il cliente, è necessario che l’e-mail venga aperta. Ecco quindi che l’oggetto della newsletter diventa fondamentale per attirare l’attenzione dell’utente e indurlo a continuare la lettura.

Come si scrive un buon oggetto per la newsletter?

Per invogliare la lettura, l’oggetto della newsletter deve essere:

Breve

Meno è lungo l’oggetto, più alti sono i tassi di apertura delle e-mail. Generalmente si consiglia di non superare i 30 caratteri per non abbassare il tasso di apertura al di sotto del 35%. Il motivo è semplice: chi si trova davanti alla nostra e-mail vuole capire subito di cosa parliamo e se l’oggetto è troppo lungo e dispersivo chi legge non sarà invogliato a conoscere il contenuto dell’e-mail.

Inoltre, oggetti brevi vengono mostrati correttamente anche se visualizzati da smartphone o tablet.

Personale

Personalizzare l’oggetto della e-mail inserendo il nome o il cognome del destinatario al quale l’e-mail è indirizzata, genera tassi di apertura maggiori, perché l’utente si sente direttamente coinvolto nel messaggio inviato.

Semplice e d’impatto

L’oggetto deve essere in grado di attirare immediatamente l’attenzione del lettore, per questo motivo è indispensabile che sia semplice, chiaro e possibilmente accattivante.

Per ottenere buoni risultati con il Direct E-mail Marketing (DEM) creare un buon oggetto per la nostra Newsletter non è sufficiente. Contenuto, presentazione e target di riferimento sono altrettanto importanti per coinvolgere gli utenti e generare nuovi lead.

Per aiutarti a raggiungere tutti i tuoi clienti con Newsletter su misura, il team di Mg Group Italia è in grado di offrire un servizio di Direct E-mail Marketing professionale ed efficiente. Qualunque sia l’obiettivo aziendale, dall’incremento della notorietà del brand al consolidamento degli utenti fidelizzati, fino alla concreta promozione di servizi e di prodotti, una campagna di E-mail Marketing è in grado di realizzarlo con successo.

Richiedi una Consulenza Gratuita e Senza Impegno e pianifica la tua strategia di Direct E-mail Marketing su misura per raggiungere subito i tuoi clienti con pochi clic.

,

Il manager di Huawei arrestato ieri a Vancouver

Vancouver, Canada.

Poche ore fa, la figlia del fondatore di Huawei, Meng Wanzhou, attuale vicepresidente e direttore finanziario della società cinese impegnata nello sviluppo e commercializzazione di sistemi telecomunicazioni, è stata arrestata dal governo canadese su richiesta degli Stati Uniti.

L’accusa è di aver eluso le sanzioni americane imposte all’Iran.

L’arresto del CFO di Huawei non ha tardato a far sentire le proprie conseguenze: nel giro di poco i mercati orientali, da Hong Kong (-2.9%) a Tokyo e Shanghai (-1.9%), hanno accusato perdite pesanti.

Arresto Huawei: i fatti

Per comprendere l’estensione della vicenda è necessario tornare indietro di qualche anno.

Nel 2015 il governo degli Stati Uniti di Obama firma l’accordo nucleare tra l’Iran e i paesi del cosiddetto “5+1”, cioè i membri del Consiglio di Sicurezza dell’ONU con potere di veto (Regno Unito, Francia, Stati Uniti, Russia e Cina più la Germania).

L’accordo prevedeva di eliminare progressivamente le sanzioni economiche imposte all’Iran negli ultimi anni, in cambio di una limitazione al programma nucleare da parte dell’Iran, il quale avrebbe permesso periodici controlli da parte dell’ONU alle installazioni nucleari (ad uso civile non militare sostiene il paese).

Passano 3 anni, cambia il governo e nell’agosto di quest’anno il presidente Trump elimina l’accordo nucleare e reintegra le sanzioni all’Iran per costringerlo ad abbandonare il programma nucleare e adottare un atteggiamento meno aggressivo in materia di politica estera.

Torniamo al presente.

Secondo le accuse statunitensi, Meng Wanzhou, avrebbe utilizzato il sistema bancario mondiale per eludere le sanzioni americane imposte all’Iran. Lo avrebbe fatto attraverso la HSBC Holding Plc che, tuttavia, non risulta al momento indagata.

A seguito di questi fatti, il CFO di Huawei è stata arrestata dalle autorità canadesi.

L’ambasciata cinese in Canada ha protestato formalmente contro l’arresto di Meng Wenzhou, sostenendo una forte violazione dei diritti umani e chiedendone l’immediato rilascio.

Intanto Huawei, in una lettera aperta pubblicata sul China Daily, afferma che nonostante il comportamento “irragionevole” degli Stati Uniti, non cambierà le sue partnership globali. 

Ulteriori implicazioni della vicenda Huawei

L’arresto del dirigente di Huawei non è una storia isolata, ma giunge a poche settimane dall’invito del Presidente Trump a non utilizzare la compagnia cinese per “rischio spionaggio”.

L’attenzione maggiore tuttavia è indirizzata all’impatto che l’arresto del CFO di Huawei potrebbe avere sul delicato equilibrio appena trovato dal Presidente Trump e Xi Jinping, Segretario generale del Partito Comunista Cinese e attuale Presidente della Repubblica Popolare Cinese, durante il G20 a Buenos Aires.

Dopo l’arresto, Meng Wenzhou è in attesa dell’udienza, che si terrà nella giornata di oggi, per la sua (possibile) estradizione.

Il governo canadese ha infatti reso noto che il procedimento avverrà in modo completo e assolutamente regolare, e che il Canada non eseguirà l’estradizione solo perché la richiesta è pervenuta dalle autorità statunitensi.

Continua a seguire il Blog di Mg Group Italia per conoscere tutte le news e i grandi cambiamenti del marketing digitale.

 

 

, ,

Il Marketing tradizionale è morto?

Nel bel mezzo di una rivoluzione digitale come quella in corso, è lecito chiedersi: il marketing tradizionale è ancora utile?

Se il nostro pubblico è online, ha senso promuovere l’azienda offline?

Il digitale rappresenta una parte importante del marketing, eppure il marketing tradizionale può ancora essere efficace.

Perché è ancora importante investire nel Marketing tradizionale?

È FISICO

Il marketing tradizionale conserva la fisicità che, inevitabilmente, il marketing digitale ha perso.

Alcune forme di promozione, come quella cartacea, hanno ancora un ruolo importante nelle strategie di marketing: scrivere articoli su giornali o riviste specializzate può aiutarci, ad esempio, a migliorare la nostra immagine e la nostra credibilità professionale.

PERMETTE IL CONTATTO UMANO

Il marketing tradizionale permette di interagire realmente con le persone e con i sensi e le loro percezioni.

Presenziare a fiere di settore, per esempio, è importante, per incontrare i nostri clienti di persona, conoscerli e instaurare con loro un legame fisico concreto.

In questo senso, anche l’impatto visivo è importante: cartelloni, brochure e biglietti da visita contribuiscono a generare un’immagine di noi che sia reale.

HA UNA MARCIA IN PIU’ NELLE PICCOLE REALTA’ LOCALI

Per piccole aziende che operano in realtà locali molto ristrette, essere presenti concretamente è importante per costruire relazioni solide e stabili.

Il marketing digitale permette di arrivare ovunque, ma il marketing tradizionale permette di essere presenti fisicamente quando i nostri clienti hanno bisogno di noi e questo è un elemento non trascurabile quando si lavora in piccoli contesti.

Quindi…

Tutto ciò che è reale implica l’utilizzo dei sensi che il digitale non permette (almeno per ora).

Inoltre, tutto quello che è materiale resta: è un valore aggiunto immediato che possiamo dare al cliente senza chiedere nulla in cambio.

I gadget ne sono un esempio pratico e attuale, soprattutto in vista delle festività natalizie.

Gli esclusivi servizi di grafica pubblicitaria di Mg Group Italia ti permettono di realizzare grafiche aziendali applicabili su qualsiasi tipo di supporto. Richiedici una Consulenza Gratuita e Senza Impegno per progettare materiale esclusivo per i tuoi clienti. 

Ricordati: quello che a prima vista sembra un investimento di poco conto, può rivelarsi una strategia d’impatto ad alto contenuto emotivo per instaurare rapporti duraturi nel tempo.

, ,

Come utilizzare i Big Data nelle strategie di Marketing Digitale

Il termine Big Data, come si può facilmente evincere, si riferisce ad una grande quantità di dati sia in forma strutturata, come nel caso dei database, sia in forma non strutturata, nel caso di elenchi di e-mail, luoghi o immagini.

Negli ultimi anni se ne sente parlare sempre più spesso con l’idea che il loro utilizzo possa in qualche modo spalancarci le porte del successo.

È vero: i Big Data hanno per natura un valore predittivo estremamente importante per impostare la strategia aziendale, tuttavia, quello che non viene quasi mai sottolineato è che molta dell’utilità dei Big Data dipende da come essi vengono raccolti, elaborati ed utilizzati.

Perché i Big Data sono importanti?

Ciò che li rende così attraenti, soprattutto per chi si occupa di marketing, è la possibilità di poterli unire secondo diversi criteri per estrapolare informazioni e trarre conclusioni utili per il nostro business.  

La piattaforma più conosciuta per questi scopi è Google Analytics e si occupa di tracciare il comportamento dell’utente durante tutta la sua navigazione online. Altre piattaforme similari svolgono lo stesso lavoro all’interno dei social network.

Una volta raccolti, i dati vengono organizzati ed elaborati in base agli obiettivi pianificati ed infine riepilogati in report che ne aiutino la lettura.

Per cosa possono essere utilizzati i Big Data?

Lo scopo principale per cui i Big Data vengono utilizzati è quello di ridurre tempi e costi di un’azienda, ottimizzarne strumenti e risorse e creare offerte più mirate per i clienti.

Grazie ai dati raccolti, è possibile capire chi sia l’utente tipo che visita il nostro sito, cosa desidera e come si comporta online. Saremo così in grado di pianificare strategie di marketing specifiche e su misura senza sprecare tempo e risorse.

Come certamente vi sarete resi conto durante l’ultimo Black Friday, Amazon è imbattibile in questo: ci consiglia i prodotti per cui abbiamo dimostrato maggiore interesse d’acquisto e addirittura quelli che non sappiamo ancora di desiderare.

Immagina di poter soddisfare i desideri dei tuoi clienti e di potere persino anticipare i loro interessi attraverso l’elaborazione dei Big Data. Utile vero? Per farlo concretamente però bisogna essere in grado di studiarli affondo e renderli comprensibili.

Mg Group Italia può aiutarti ad effettuare analisi precise e accurate e a redigere report completi e facili da leggere; potrai così pianificare strategie mirate impiegando meglio tempo e risorse. 

Contattaci per una Consulenza Gratuita e Senza Impegno e scopri con i tuoi occhi l’utilità dei Big Data per organizzare le tue strategie online.