Condividi

Hai mai pensato che un Gruppo Facebook possa essere utile alla tua attività?
Scopri se fa al caso tuo e della tua azienda nell’articolo!

Hai notato che negli ultimi due anni i Gruppi sono sempre più presenti nella Sezione Notizie?

Se sei parte di qualcuno avrai notato che Facebook dà sempre più spazio a questo tipo di contenuti: ogni giorno la Sezione Notizie è composta da una grande quantità di post provenienti da gruppi.

L’aggiornamento dell’algoritmo della Sezione Notizie ora privilegia i post degli amici e non quelli delle Pagine: conferisce maggiore visibilità ai contenuti che generano discussioni e interazioni tra gli utenti.

Per questo motivo molte aziende hanno iniziato a chiedersi se sia meglio creare un Gruppo per il proprio brand invece di una Pagina.

È quindi meglio abbandonare l’idea delle pagine e investire in un Gruppo Facebook?
Può essere utile per brand di tutte le tipologie e dimensioni?
E può essere sfruttato come una risorsa di business per guadagnare?

Le possibilità di business che la creazione di un gruppo dà sono molte e di vario tipo.

Il gruppo può nascere per:

  • Clienti: sia nel caso di piccole attività che per aziende rivolte al B2B e B2C.
    Il gruppo aiuta a fidelizzare i clienti perché permette di mostrare loro alcuni dietro le quinte esclusivi, dare promo e anteprime, coinvolgerli nelle tue scelte attraverso loro feedback su;
  • Potenziali clienti: il gruppo Facebook può avvicinare il tuo potenziale cliente, “regalandogli” dei contenuti di valore non solo crei un contatto, ma allo stesso tempo lo porti verso l’acquisto;
  • Partecipanti ai corsi/eventi: nel caso in cui avessi un’attività che solitamente organizza corsi ed eventi, può essere una buona idea creare un gruppo ogni qual volta che prevedi di organizzarne uno. In tal modo i partecipanti si sentiranno tenuti in considerazione e vedrai eventualmente anche scambi di idee e materiali;
  • Lettori: Facebook darà sempre maggiore visibilità alle news locali, che verranno integrate anche nei gruppi di tipo locale.
    Le testate locali, ad esempio, in questo modo possono creare dei gruppi intorno dove raccogliere i propri lettori, permettere loro di scambiarsi opinioni e segnalazioni;
  • Dipendenti e collaboratori: lo scambio e le relazioni dentro l’azienda vanno coltivate, perché allora non sfruttare anche a questo fine il gruppo?
  • “Verticali”: la creazione di gruppi dedicati ad argomenti specifici (es. appassionati di ricette fit, hostess/promoter cercasi, amanti dello shopping, eventi di una certa città…) possono aiutare le piccole attività che lavorano in quel settore specifico (es. brand di moda indipendenti > Gruppo di amanti dello shopping).
    Un gruppo in questo caso può essere utilizzato per analizzare meglio i bisogni e i desideri del proprio target, ricevere feedback sui prodotti e servizi, incoraggiare la vendita dei propri articoli.

Il Gruppo può essere quindi può darti un forte valore sugli insights del tuo pubblico, puoi osservare il tuo target dall’interno.

Come è possibile monetizzare un Gruppo Facebook?

  • Puoi offrire anteprime e sconti dedicati ai partecipanti
  • Puoi offrire risorse gratuite a chi fa parte del gruppo
  • Puoi vincolare l’ingresso al gruppo alla compilazione di una landing page, dove si richiedono alcune informazioni: in questo modo si ottiene l’acquisizione di i contatti
  • Puoi fare affiliazioni e partnership per monetizzare.

Creare un gruppo Facebook è alla portata di tutti, ma mantenerlo nel tempo è la vera sfida.

Gestire in maniera strategica un gruppo richiede un certo lasso di tempo, la tua azienda ha a disposizione le risorse umane e economiche per farlo?

Un Gruppo ha bisogno di essere:

  • costruito, al suo interno si deve creare una community di persone attive e interessate a ciò che accade o viene detto.

Per fare ciò è necessario promuoverlo attraverso più canali per individuare e stimolare le persone interessate a ciò che trattiamo;

  • moderato, costantemente e in base al numero di persone che ne fanno parte, ma anche in relazione all’attività di questa community;
  • animato, specialmente all’inizio. Bisogna tenere attivo l’interesse con news o argomenti che stimolino l’interazione nella community e poi essere in grado di gestirla;

Quindi un’azienda deve prendere davvero in considerazione la creazione di un Gruppo Facebook?

Ogni azienda deve fare le proprie considerazioni, valutando anche quanto scritto sopra; va detto che Facebook continuerà a dare sempre più importanza ai Gruppi, oltre a conferire feature dedicate che permettono di strutturare un legame con la propria community.
Questo permette di studiarla dall’interno e avere sempre maggiori informazioni sugli interessi e le richieste del target.

Infine devi anche capire qual è il valore effettivo che un gruppo può portare alla tua attività, quanto impegnativa può essere la sua gestione e come può aiutarti a raggiungere gli obiettivi prefissati.


Condividi