Linkedin Newsletter, come funzionano e come sfruttarle

Linkedin Newsletter, come funzionano e come sfruttarle
Condividi

Sappiamo quanto Linkedin sia importante per un professionista o un’azienda; uno strumento utile per far conoscere ed affermare le proprie competenze oltre che per creare una rete di contatti unici che cercano contenuti di valore.

In questo senso, la newsletter integrata di Linkedin può essere fondamentale per aumentare la propria rete di contatti e creare contenuti interessanti per la comunità. Si tratta di un servizio che ora è disponibile per pochi utenti, ma che può accrescere la popolarità e l’autorità.

Cosa sono le newsletter di Linkedin?

Una newsletter su Linkedin non va considerata allo stesso modo di una newsletter pubblicata via mail. Questa non è altro che un insieme di articoli pertinenti che vengono pubblicati regolarmente sulla piattaforma e, in genere, che riguardano un argomento specifico. Questa funzione può dunque essere utilizzata per discutere circa un argomento professionale d’interesse.

Su Linkedin, infatti, un autore di newsletter può scrivere riguardo ad un tema o un argomento professionale di cui si interessa quotidianamente e i membri possono iscriversi per ricevere aggiornamenti non appena viene pubblicato qualcosa di nuovo. Ogni volta, infatti, che un utente pubblica una nuova newsletter le persone iscritte al canale ricevono subito una notifica, sia sull’app che via mail, in modo da aumentare le letture, le visualizzazioni, feedback e commenti in tempo reale.

Perché utilizzare le newsletter Linkedin per crescere nel proprio business

Le newsletter su Linkedin permettono, come i post e gli articoli, di aumentare la popolarità del brand grazie ad una strategia che ruota attorno a contenuti pertinenti, utili e ben ragionati. In questo senso, pubblicando con regolarità un contenuto via newsletter, si può creare una community forte ed essere una vera e propria fonte d’ispirazione. Non solo. Questo strumento aiuterà sia i professionisti che le aziende ad affermarsi come “esperti” del settore, ma anche aggiornare i membri circa novità relative all’attività.

Si tratta di uno strumento importante per un’azienda o un professionista? Sì, è di certo un’opportunità da cogliere al volo perché offre possibilità importanti, come nuove connessioni o collaborazioni lavorative senza contare la visibilità che si può ottenere. È un modo semplice e diretto per esporre agli utenti competenze o opinioni rispetto ad un tema, interagire con essi e rafforzare il proprio brand personale. Il tutto creando un nuovo modo per mostrare le proprie competenze.

Allo stesso modo un’azienda può utilizzare questo strumento per comunicare con i propri utenti e seguaci e sarà proprio il modo scelto per utilizzarla a far sì che sia possibile instaurare un intenso rapporto di fiducia. Inoltre, grazie ai pulsanti di condivisione è possibile condurre la comunità verso altri social (dove la strategia di comunicazione sarà differente) o portarli sul sito e ottenere traffico anche lì, magari coinvolgendoli con ulteriori approfondimenti (o promozioni speciali).

Rispetto alla newsletter tradizionale, quella di Linkedin, arriva ad un pubblico ancora più selezionato e può essere il terreno ideale per farsi notare o applicare nuove strategie di marketing. Per raggiungere lo scopo, però, occorre seguire accorgimenti come creare contenuti di valore e che possano essere utili alla comunità, oltre che coinvolgenti.

Creare una newsletter Linkedin: come si può fare

Chi ha l’opportunità di creare una newsletter su Linkedin può seguire alcuni consigli per ottenere il massimo da questo nuovo strumento. Innanzitutto occorre scegliere il nome della newsletter che deve essere allo stesso tempo corto ma anche facile, nel senso che le persone devono già sapere di cosa si parla e, quindi, cosa aspettarsi.

Per quanto riguarda il contenuto vero e proprio occorre fare una sorta di strategia con tanto di piano editoriale, indicando la frequenza di pubblicazione (sarà settimanale, bi-settimanale o mensile?), il taglio, i contenuti e il tono di voce.

Ultimo focus sulla scelta del tema per cui è sempre meglio scegliere un argomento di competenza che permetta di aumentare la fiducia dei membri nei propri confronti, ma soprattutto occorre creare contenuti di valore. Va infatti ricordato che questa è una piattaforma che collega i professionisti e molti di questi condivideranno le stesse conoscenze. Occorre quindi capire come si possono trovare contenuti nuovi e stimolanti, capaci di innescare nuove conversazioni.

Vuoi trarre il massimo dalla tua strategia di marketing? Allora contattaci. Insieme capiremo qual è la soluzione migliore per te!


Condividi
Potrebbe interessarti anche:
Come aprire una web agency: i vantaggi del franchising Linkedin Newsletter, come funzionano e come sfruttarle Trend di marketing 2021, ecco su cosa bisognerà puntare Marketing 2020: 7 trend da seguire per far crescere il tuo business Dal 1 luglio al via il Google Mobile First Indexing

    Richiedi una Consulenza Personalizzata, senza impegno.

    Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.