,

Come funzionano le pubblicità sui Social e perché dovresti usarle

Pubblicità Social
Condividi

Non c’è storia: nel 2019 fare pubblicità sui Social è d’obbligo.

Il motivo è semplice: secondo le ultime stime, gli utenti dei social media al mondo sono 3,48 miliardi, di cui 35 milioni in Italia. Ciò significa che più della metà della popolazione del nostro Paese utilizza regolarmente piattaforme quali Facebook, Instagram, YouTube, LinkedIn per circa 2 ore al giorno. I dati, inoltre, ci dicono anche che le persone non vanno sui Social Media solo per svagarsi: utenti di tutte le età cercano qui informazioni e interazioni commerciali, ovvero inerenti a un acquisto che intendono fare.

Ben 9 persone su 10 hanno dichiarato di rivolgersi ai social e ai loro utenti prima di finalizzare un acquisto e ben il 75% ha deciso di comprare qualcosa perché visto sui social (sia pubblicizzato direttamente da un brand che sponsorizzato da un testimonial/influencer o suggerito da un amico).

Questo significa che, consapevoli o meno, le aziende e i marchi sono sempre oggetto di conversazione online. Non partecipare a queste interazioni significa rinunciare a un interessante fetta di pubblico altamente interessato e, di conseguenza, a numerose conversioni. La tua azienda dovrebbe fare pubblicità sui Social e la dovrebbe fare bene. Per questo ti consigliamo di affidarti sempre a dei professionisti.

Ma cosa significa fa pubblicità sui social? Scoprilo in questo articolo.

Cos’è la pubblicità sui Social?

Promuovere la propria azienda sui social significa sia curare i contenuti organici della propria pagina Aziendale, sia (soprattutto) gestire post sponsorizzati e altamente profilati. In poche parole, i Social si trasformano in uno strumento di Marketing potentissimo con cui raggiungere un pubblico attivo e reattivo.

Tralasciando qui l’aspetto di gestione (che ricordiamo: deve essere regolare) della pagina, ci concentriamo sulle Pubblicità a pagamento sui Social. Il capostipite è stato Facebook, per poi estendersi a tutte le altre piattaforme: oggi oltre a Facebook Ads, troviamo Instagram Ads, LinkedIn Ads, Twitter Ads, Pinterest Ads e gli annunci su YouTube. Insomma, tutte le piattaforme danno la possibilità alla tua azienda di ottenere visibilità, spesso con piccoli investimenti di budget.

Il concetto di fondo di un contenuto sponsorizzato è lo stesso per tutti i Social Media: si realizza un post testo+immagine che promuove un prodotto/servizio e si attribuisce ad esso un certo budget per farlo arrivare ad un certo numero di utenti per un certo periodo di tempo. Il post sponsorizzato comparirà nel newsfeed degli utenti che saranno invitati (tramite una Call To Action efficace) a svolgere un’azione, che potrebbe consistere nel visitare il sito web, iscriversi a una newsletter, scoprire maggiori informazioni su un prodotto, atterrare su una landing page e così via.

L’enorme vantaggio dei post a pagamento sui Social Media è che questi possono essere destinati a un pubblico altamente targettizzato. È possibile scegliere il sesso, la fascia d’età, l’area di provenienza, la lingua e —forse l’aspetto più importante— gli interessi del pubblico che vogliamo che visualizzi il nostro contenuto. Questo dà la certezza che il prodotto/servizio che promuovi venga visto (quasi) solo da persone realmente interessate al tuo brand e/o a ciò che vendi.

Altri 3 aspetti interessanti per un’azienda che intende investire nella Pubblicità sui Social sono:

  1. Il costo di una campagna promozionale sui Social solitamente si basa sul presupposto Pay-Per-Click, ovvero il budget verrà scalato solo nel momento in cui l’utente compie l’azione prevista. Questo consente un enorme risparmio rispetto ala pubblicità tradizionale.
  2. I messaggi promozionali possono essere sempre modificati, anche mentre la campagna è in corso. In base ai feedback degli utenti, un’azienda può “aggiustare il tiro” o decidere di puntare più su un aspetto rispetto ad un altro praticamente in tempo reale.
  3. I risultati della pubblicità sui Social sono sempre tracciabili e quantificabili; perciò, il ROI di una campagna su Facebook, Instagram o LinkedIn sarà certo oltre che — te lo assicuriamo — sicuramente più alto.

Non sei ancora convinto che la pubblicità sui Social sia la scelta giusta per la tua azienda? Ti forniamo qualche altro dato che potrebbe farti cambiare idea.

Pubblicità Social

Cosa pensano i consumatori della pubblicità sui Social

Se pensi che investire nella pubblicità sui Social possa essere una perdita di tempo e di soldi per la tua azienda, eccoti 4 statistiche sul pensiero dei consumatori al riguardo che ti faranno cambiare idea.

#1 il 67% dei consumatori afferma che seguire i marchi sui social aumenta la probabilità di comprare un loro prodotto/servizio

Questo ci dice che la vostra attività sui social serve a molto più che aumentare i like alla pagina. La connessione autentica che si instaura con i clienti/follower genera entrate effettive per i marchi. La giusta strategia aiuta a costruire relazioni che mantengono il marchio al primo posto nella mente dei un consumatore quando si appresta a fare un acquisto. Non solo: il 78% dei consumatori afferma che raccomanderà il marchio seguito sui social anche ad amici e familiari. Insomma, un ritorno dell’investimento moltiplicato!

#2 Il 53% degli utenti segue marchi sui social da cui non compra, rappresentando un’occasione mancata per il brand di aumentare le entrate.

Non dare attenzione al contenuto dei tuoi post sponsorizzati, pensando che dedicare loro del budget sia sufficiente perché funzionino, non ti dà la sicurezza di essere la prima scelta dei consumatori nel momento in cui devono effettuare un acquisto. Considera infatti che il 46% dei consumatori segue i marchi solo per i loro contenuti ironici, emozionanti, di valore. Un feed meravigliosamente curato aiuta ad attirare l’attenzione ma i social media marketer devono anche interagire con i loro follower per assicurarsi delle conversioni. Per questo, dovrai scoprire quali sono le esigenze del tuo pubblico ed essere pronto ad intervenire quando richiesto, sia che ti taggino/menzionino o meno. Tieni occhi e orecchie ben aperte.

#3 Il 50% dei consumatori segue brand/aziende sui social per conoscere nuovi prodotti o servizi.

I contenuti divertenti e stimolanti sono ottimi per costruire la voce del tuo marchio e mostrare la tua personalità, ma non pensare che siano l’unica cosa per cui i tuoi follower continuano a seguirti: il 48% dei consumatori ha ammesso di seguire le pagine dei brand come intrattenimento, ma la maggior parte di essi desidera conoscere nuovi prodotti e servizi. Perciò, la tua strategia per i contenuti sui Social Media deve includere sia post informativi che divertenti. Analizzando attentamente il tuo pubblico e il modo in cui interagisce sulla tua pagina, potrai capire come equilibrare questi due aspetti.

#4 Il 45% dei consumatori ha maggiori probabilità di ricercare un prodotto o servizio quando i dipendenti del marchio lo pubblicizzano sui Social. 
Ricorda che la tua strategia di pubblicità sui Social non deve esistere solo per il team di social media marketing. Il coinvolgimento e il sostegno di tutti i dipendenti sono elementi chiave di una buona strategia social e aziendale in generale. I contenuti generati dai dipendenti aiutano ad aumentare la fiducia e rafforzare la voce del tuo marchio, portando i potenziali clienti nel funnel di vendite.

Adesso sei convinto della necessità di avere una solida strategia di Pubblicità sui Social per la tua Azienda? Non ti resta che affidarti a dei professionisti del Social Media Marketing per aumentare subito il numero di nuovi clienti e le vendite!

Affida la tua Pubblicità sui Social a dei professionisti

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

Potrebbe interessarti anche:
8 suggerimenti per imparare a vendere attraverso Instagram 5 modi per aumentare il fatturato aziendale attraverso Linkedin Aumenta le visite al tuo sito web con Facebook Idee di Lead Generation B2B per il 2020 Vendi durante le vacanze di Natale grazie a Instagram

Richiedi una Consulenza Personalizzata, senza impegno.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.