, ,

10 errori da evitare con le Parole Chiave

errori Parole Chiave
Condividi

Le Parole Chiave sono le colonne portanti di qualsiasi strategia SEO. Tuttavia, non è sempre semplice individuare quelle giuste che mettano in risalto i nostri contenuti sul web e li facciano trovare agli utenti giusti nel momento del bisogno. Soprattutto se si è alle prime armi e non ci si affida a un professionista, è facile incorrere in errori che possono compromettere tutto il nostro lavoro, se non portare ad effetti collaterali.

In questo articolo vi esporremo 10 errori assolutamente da evitare con la scelta delle Parole Chiave.

Rivolgetevi a noi per la vostra Strategia SEO

10 errori da evitare con le Parole Chiave

#1 Affidarsi a Parole Chiave non pertinenti

L’errore più comune in cui incorrono i SEO specialist in erba è quello di scegliere Parole Chiave non pertinenti con l’argomento trattato nei contenuti. Si potrebbe pensare che scegliere termini “acchiappa tutto”, poco specifici, o parole con grossi volumi di ricerca sia una scelta furba, ma in realtà è la cosa peggiore che si possa fare. Ad esempio, se vendete impianti fotovoltaici in Toscana, mettere tra le parole chiave “casa” solo perché realizzate servizi per abitazioni private è inutile: come potreste essere indicizzati con una parola così inflazionata e generica?

Siate precisi e trovate Parole Chiave rappresentative di ciò che volete promuovere sul web, facendo prima un’indagine su come quella certa cosa viene chiamata e cercata dal vostro target di riferimento.

#2 Non conoscere il vostro target

Ecco che ci ricolleghiamo subito a quanto detto nel punto precedente: è molto importante conoscere bene il target a cui vi rivolgete e a cui vorreste far arrivare i vostri contenuti. Questo è vero per ogni azione di Marketing, ma per quanto riguarda la SEO nello specifico, è importante soprattutto per capire come pensa e come si esprime il vostro Cliente Tipo. Questo varia a seconda della lingua parlata, dell’età, del contesto socio-economico di appartenenza, dell’area di residenza. Un esempio banale? Cercando panni di tessuto per asciugare le stoviglie in cucina, un abitante del Nord Italia digiterebbe “Canovaccio”, uno del Centro “Strofinaccio”.

#3 Pensare molto Global e poco Local

Cosa significa? È presto detto: avete un negozio di mobili su misura e volete farvi pubblicità su Internet. A meno che non abbiate pezzi unici e siate in grado di trovare Clienti in tutte le parti del mondo (ve lo auguriamo!), è molto probabile che la maggior parte dei vostri clienti sia localizzata nella vostra zona, che può estendersi a comprendere qualche Regione se siete fortunati. Perciò ha poco senso usare Parole Chiave generali e pecchereste nuovamente di ingenuità pensando che delimitare il campo d’azione vi faccia guadagnare meno.

Provate a localizzare la Parola Chiave: “mobili su misura Orvieto” vi porterà sicuramente più traffico se a cercarvi è qualcuno che vive nella cittadina umbra.

#4 Usare sempre la stessa Parola Chiave

Abbiamo capito che vendete parquet e che i contenuti del vostro sito non possono (e non devono) scostarsi più di tanto da questo focus, ma usare questa keyword in tutte le pagine, in tutte le immagine e in tutti gli articoli del vostro blog non è un’idea geniale. Una Parola Chiave ripetuta troppe volte crea problemi a Google nel momento della scansione del vostro sito e anche all’utente che percepirà come ridondanti e poco interessanti i vostri contenuti.  Per risolvere questo problema, potreste usare le Parole Correlate e i sinonimi.

errori Parole Chiave

#5 Non usare Parole Correlate e Sinomi

E, per l’appunto, è questo un altro degli errori tipici di chi cerca di usare maldestramente le Parole Chiave per ottimizzare i propri contenuti Web. Sia gli utenti che i motori di ricerca apprezzano discorsi fluidi e linguaggio variegato, che sfrutti tutti i sinonimi e i modi di dire di una lingua. Questo vale in particolar modo per un idioma ricco come quello italiano. Perciò, non esitate ad usare “auto, automobili, autovetture, mezzi di trasporto” in abbondanza anche se vendete e avete scelto come Keyword principale “Macchine”.

#6 Non inserire la Parola Chiave in tutti gli elementi della pagina

Qui passiamo ad aspetti un po’ più tecnici. La Parola Chiave non deve essere inserita solo nelle parti visibili del sito e dunque nei titoli e nei paragrafi di testi e articoli, ma anche nel meta-linguaggio della pagina web. Ciò significa che bisognerà assicurarsi che la nostra Keyword principale sia nel tag title delle immagini e nella meta description degli articoli e così via. Questo aumenterà notevolmente la possibilità che la scansione dei Googlebot ci dia un buon punteggio per la SERP.

#7 Dimenticarsi di inserire la Parola Chiave nel contenuto

Sì, stiamo parlando di Parole Chiave perché sono davvero importanti in una strategia web, ma c’è qualcuno che, ignorando le dinamiche della SEO, “dimentica” di inserire la Parola Chiave nel contenuto del sito. Diciamo che dopo è un po’ incoerente lamentarsi dicendo “io spendo un sacco di soldi su Internet ma nessuno mi trova su Google!”.

Esiste però anche il rovescio della medaglia: dimenticando di inserire nel contenuto la Parola Chiave che avevamo scelto, Google ci ha pensato da sé e ha trovato e indicizzato il sito per qualche altra keyword. Sfruttate questa opportunità! Se il motore di ricerca per eccellenza ci ha aiutato a trovare una Parola Chiave che funziona bene, giochiamo questa carta a nostra favore, implementandone la presenza nei testi e nei meta-dati.

#8 Usare troppo spesso la Parola Chiave

C’è chi la dimentica… e chi invece la usa troppo. Così come è un problema usare sempre la stessa Parola Chiave, lo è anche usare ripetutamente una Keyword in un unico contenuto. Questo errore in gergo tecnico si definisce keyword stuffing ed è uno stratagemma con cui i SEO specialist poco esperti cercano di canalizzare l’attenzione dei motori di ricerca. Invece, esagerare con l’uso della Parola Chiave produce un testo poco scorrevole e privo di senso logico che porterà l’utente ad abbandonare la lettura, peggiorando la reputazione del sito (e dell’azienda) ai suoi occhi.

E c’è anche una spiacevole notizia per questi truffatori della SEO. In realtà anche i Googlebot svantaggiano siti con Parole Chiave inserite in modo innaturale. Perciò evitate una Keyword density esagerata in favore di contenuti fluidi e ricchi di sinonimi: i motori di ricerca ringrazieranno!

#9 Scrivere in funzione della Keyword

Riprendiamo quanto abbiamo appena detto: scrivere un contenuto, in particolar modo un’articolo per il blog aziendale, solo per fare da contorno alla Keyword, ha davvero poco senso. Ricordate che non contano solo i clic in entrata ma anche la permanenza sul vostro sito: una frequenza di rimbalzo alto significa utenti poco interessati e dunque potenziali clienti in meno.

Perciò, il nostro consiglio è di creare articoli prima di tutto interessanti e in secondo luogo di stare attenti alla SEO nei meta-dati e nelle immagini.

#10 Non conoscere il posizionamento e l’efficacia delle Parole Chiave

Quest ultimo errore è un altro di quelli tipici che fanno gli inesperti del web. Non si può puntare tutto il lavoro di mesi e magari anche una grossa fetta di budget su una o più Parola Chiave che non funzionano e non hanno alcuna speranza di posizionarsi. Esistono oggi moltissimi strumenti, anche gratuiti, per controllare la frequenza e il volume di ricerca delle Parole Chiave: usateli!

Molti neofiti del Web Marketing non sanno ancora quanto potrebbe crescere il ROI delle proprie attività online semplicemente aggiustando un po’ la SEO. Adesso che conoscete tutti gli errori da evitare nell’utilizzo di Parole Chiave, diventerete dei veri SEO monster!

Altrimenti..

Rivolgetevi a noi per la vostra Strategia SEO

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

Potrebbe interessarti anche:
Come fare web marketing in modo efficace Web marketing: che cos’è e come può aiutarti a far prosperare il tuo business Tecniche di web marketing in pillole: 8 azioni efficaci sulle quali investire Web marketing odontoiatrico: acquisisci clienti con i nostri consigli Differenza tra web marketing e digital marketing

Richiedi una Consulenza Personalizzata, senza impegno.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.