Finanziamenti a fondo perduto: la tua mossa vincente

finanziamenti a fondo perduto
Condividi

Esistono tante iniziative per incentivare i giovani imprenditori. Oggi vogliamo parlarti dei finanziamenti a fondo perduto, una vera occasione per fare crescere il tuo sogno!

I finanziamenti a fondo perduto per le imprese giovani

I giovani sono da sempre la migliore risorsa per il nostro Paese e per fortuna questo viene riconosciuto anche dallo Stato e dalle organizzazioni parastatali. Creare degli incentivi e delle vere occasioni dedicate alle fasce più giovani della popolazione garantisce infatti un valido contrasto alla disoccupazione e alla stagnazione economica del Paese. Per questo motivo i vari enti pubblici, dalle singole Provincie all’Unione Europea come istituzione, portano avanti da anni progetti di promozione dell’imprenditoria giovanile. Uno fra questi è la messa a disposizione di finanziamenti a fondo perduto statali o europei per start up, giovani professionisti, progetti di innovazione tecnologica e così via.

I giovani e i loro sogni professionali: oggi si possono realizzare

I giovani sono spesso fautori di idee innovative e geniali ma che spesso sono costrette a rimanere chiuse in un cassetto a causa della mancanza di fondi. Infatti, per avviare un’attività serve una certa liquidità per affrontare le spese per le pratiche burocratiche, le materie prime, i macchinari, le ristrutturazioni di locali e così via. È a questi bisogni che rispondono le agevolazioni fiscali previste dai finanziamenti a fondo perduto.

Un finanziamento a fondo perduto è un capitale messo a disposizione da enti pubblici o privati, erogato senza interessi e da restituire solo parzialmente una volta avvita l’attività. Come si intuisce, questa è un’occasione incredibilmente vantaggiosa per un’azienda giovane che ha bisogno di crescere per iniziare a capitalizzare.

Per conoscere i vari progetti e i finanziamenti a fondo perduto disponibili, è utile monitorare costantemente i bandi pubblicati da vari enti pubblici e privati del territorio. Sarà fondamentale inoltre consultare il sito web del Ministero dello Sviluppo Economico e quello di Invitalia (agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa).

Ottieni una consulenza gratuita con i professionisti di MG Group Italia

I vari enti che si occupano di finanziamenti a fondo perduto

Invitalia: la piattaforma che aiuta i giovani

L’agenzia Invitalia è di proprietà del Ministero dello Sviluppo Economico ed è nata con l’intento di favorire le forme di imprenditoria giovanile e i progetti di autoimpiego. Un’attenzione particolare è rivolta ai giovani fino a 29 anni e all’area meridionale d’Italia, in cui la crisi economica ha avuto pesanti ripercussioni.

I finanziamenti che Invitalia propone sono erogati direttamente dall’Unione Europea nell’ambito del progetto Garanzia Giovani, un programma rivolto ai giovani che non lavorano e non studiano. L’intento è quello di formarli e poi aiutarli ad aprire un’attività in proprio.

I progetti dell’Unione Europea

Oltre il 76% del bilancio dell’UE è gestito in collaborazione con le amministrazioni nazionali e regionali con un sistema di “gestione concorrente”, essenzialmente mediante cinque grandi fondi. I Fondi strutturali e d’investimento contribuiscono a mettere in atto la strategia Europa 2020. I finanziamenti dell’Unione Europea riguardano nello specifico:

L’Unione Europea gestisce direttamente anche altri fondi, erogati sotto forma di:

  • sovvenzioni, destinate a progetti specifici collegati alle politiche dell’UE, di solito a seguito di un “invito a presentare proposte”. Una parte dei finanziamenti proviene dall’UE, un’altra da fonti diverse.
  • appalti, conclusi dalle istituzioni europee per acquistare servizi, beni o opere necessari per le loro attività, per es. studi, corsi di formazione, organizzazione di conferenze o attrezzature informatiche. Gli appalti sono aggiudicati mediante bandi di gara.

I vincitori degli appalti e i beneficiari di sovvenzioni o di aiuti allo sviluppo stanziati per i paesi extra UE sono pubblicati online sul sito dedicato.

Le iniziative del Ministero dello Sviluppo Economico

La migliore fonte di informazione per i finanziamenti a fondo perduto rimane comunque il sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Periodicamente, sul portale è possibile reperire bandi di gara pubblici dedicati soprattutto ai giovani sotto i 35 anni e alle donne.

Da marzo di quest’anno è stato inoltre avviato il progetto “Fondo Nazionale Innovazione” dedicato alle imprese tecnologicamente all’avanguardia, che punta ad aumentare il Venture Capital nel nostro Paese. Ne abbiamo parlato più nello specifico qui.

Come abbiamo accennato, inoltre, i fondi statali ed Europei sono spesso erogati tramite i vari enti locali. Per questo motivo, è molto importante monitorare i portali della Regione, della Provincia e anche quello del proprio Comune di appartenenza. I prestiti erogati da questi enti sono prevalentemente destinati alle start up, non richiedono la presentazione di garanzie particolari ed hanno una natura mista, in parte a fondo perduto e in parte agevolati.

I finanziamenti privati, delle associazioni di categoria e delle Camere di Commercio

Esistono infine diversi casi di finanziamenti che arrivano da associazioni di categoria e dalle Camere di Commercio locali. Negli ultimi anni, queste iniziative hanno una particolare attenzione ai progetti tecnologicamente avanzati, a quelli che puntano a una rivalutazione del territorio e all’imprenditoria femminile.

In alternativa, è possibile accedere ad agevolazioni proposte dalle banche ai giovani imprenditori: numerosi sono i casi di prodotti finanziari agevolati a tasso zero con alta disponibilità di liquidità.

Come accedere alle agevolazioni e ai finanziamenti a fondo perduto

Per accedere agli investimenti Statali e parastatali, solitamente è richiesta la compilazione di diversi documenti che descrivono il vostro progetto e dichiarano lo stato della vostra azienda. A presentare la richiesta dovrà essere il titolare del progetto o dell’azienda già esistente.

Nel caso dei finanziamenti erogati da Invitalia, ad esempio, l’impresa che richiede il prestito deve essere una micro/piccola impresa costituita da non più di 12 mesi o in fase di costituzione entro i 45 giorni dall’erogazione del prestito, restituibile senza interessi nell’arco di 96 mesi.

Le domande vengono solitamente esaminate in ordine di inserimento, per definire una graduatoria di assegnazione. Tutti i bandi per le agevolazioni proposti dai vari entri hanno una scadenza, e capita spesso che vengono chiusi prima del termine a causa del rapido esaurirsi dei fondi. Per questo motivo è importante visitare spesso le risorse online, in modo da essere sempre aggiornati sulle opportunità più recenti.

Con i fondi ottenuti, i giovani imprenditori possono acquistare macchine, strumenti, brevetti, marchi, immobili, prodotti informatici, seguire corsi o richiedere una consulenza professionale di settore.

Cosa aspetti? Corri a scoprire il finanziamento a fondo perduto che ti permetterà di far crescere la tua azienda!

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

Potrebbe interessarti anche:
Cos’è il Social Selling e perché dovresti conoscerlo Come diventare un buon leader per vendere di più Finanziamenti a fondo perduto: la tua mossa vincente 6 regole per diventare un direttore vendite di successo Come Vendere alle altre aziende

Richiedi una Consulenza Personalizzata, senza impegno.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.