Come raccontare la tua azienda

storytelling aziendale
Condividi

L’importanza dello storytelling aziendale

Raccontare la tua azienda significa comunicare ciò che fai, come lo fai e soprattutto perché, in modo coinvolgente ed empatico. È quello che in termini tecnici si definisce storytelling aziendale.

Con lo storytelling le aziende cercano di connettere, in senso mentale, il proprio business ai clienti. Tieni bene in mente che raccontare la storia della tua azienda non è la stessa cose che scrivere contenuti per il blog o le pagine del tuo sito. In poche parole, in questo caso non è sufficiente scrivere buoni contenuti per la SEO. Dovrai mettere per iscritto i valori e gli ideali che vi guidano e, se riuscirai a farlo bene, trasformerai questo racconto nella vision della tua azienda.

Ti sembra un’impresa impossibile? Bhè, ammettiamo che c’è un certo livello di difficoltà, considerato che dovrai essere in grado di catturare l’attenzione dei lettori/potenziali clienti in pochi secondi (prima che abbandonino la lettura).

Tranquillo, con i nostri consigli per scrivere un buon storytelling aziendale, riusciremo a farti raccontare al meglio la storia della tua azienda. Continua la lettura per scoprire come.

storytelling aziendale

Perché raccontare la tua azienda si rivela una mossa strategica

Funziona dall’alba dei tempi: alcune società primitive magari non avevano la ruota, altre ancora non conoscevano alcuna forma di scrittura, ma in tutte le civiltà sono sempre esistite le storie. Raccontate, illustrate, trascritte, tramandate, le narrazioni hanno il potere di attrarre le persone e farle sentire parte di esse. Se la storia è ben raccontata, la persona tenderà per natura a dare fiducia al narratore e a fidarsi di lui.

Capisci dunque che, nel caso dello storytelling aziendale, se riesci a coinvolgere i lettori/ prospects hai fatto bingo.

Dunque raccontare la tua azienda con una storia ben costruita si rivelerà una mossa di marketing fortemente strategica nel momento in cui il lettore, magari di passaggio, ti reputerà interessante e continuerà a esplorare il tuo sito/guardare il tuo video/scoprire ciò che produci. Diventerà, cioè, un potenziale cliente.

Ricorda che i consumatori, quando cercano qualcosa soprattutto sul web, lo fanno perché hanno un bisogno e/o devono risolvere un determinato problema. Se nella tua storia riesci a includere esattamente questi problemi e come tu li abbia compresi e sia partito da lì per realizzare ciò che fai, non potrai che attrarre la loro attenzione.

Dunque la storia aiuterà i lettori/clienti a fare le proprie scelte, perché crea un contrasto fra diverse situazioni: essi saranno naturalmente spinti alla soluzione (ciò che tu offri) in quanto in grado di cambiare la sua situazione attuale.

Ora vi è un po’ più chiaro il perché raccontare la storia della vostra azienda è una mossa davvero strategica?

Ottieni una consulenza con un esperto in strategie di marketing

Come creare una storia aziendale di successo

Come NON fare storytelling aziendale

Per iniziare a spiegarvi come creare la storia della vostra azienda….iniziamo col dirvi cosa NON dovete fare assolutamente.

Raccontare la storia della vostra azienda non significa dire in che anno è stata fondata, come si è sviluppata o quali traguardi ha raggiunto. Tutto questo alle persone NON interessa.

Le persone vogliono sapere soprattutto cosa fate e perché lo fate. Tutto il resto sono chiacchiere inutili.

Esporre dati per dimostrare quanto valete è importante, ma difficilmente essi rimarranno impressi nella mente dei clienti.  A essere ricordate, invece, sono le emozioni.

Perciò, come scrivere una storia che faccia leva sull’emotività dei tuoi prospect e rimanga loro ben impressa?

Come scrivere una storia aziendale che resti impressa nella mente dei clienti

Informazioni. Motivazioni. Emozioni.

Queste sono le tre parole d’ordine per scrivere una storia di successo che resti impressa nella mente dei tuoi clienti.

Ma andiamo con ordine.

Per prima cosa, dovrai impostare la forma del racconto e il linguaggio da utilizzare basandoti sulle caratteristiche della tua azienda. In poche parole, dovrai scrivere una storia che sia coerente con l’immagine coordinata della tua azienda, ovvero a come essa appare agli occhi dei clienti.

Dovrai poi avere bene in mente chi è il tuo cliente ideale, con tutte le sue caratteristiche sociali e demografiche, per poter cogliere appieno le sue necessità. Sarà in questa fase che potrai spiegare che hai capito i problemi dei tuoi prospect e magari, per rendere il racconto più empatico, che anche tu hai esattamente gli stessi.

Per questo motivo, dovresti partire nel racconto con le motivazioni che ti hanno spinto a fare quello che fai. Torniamo ancora a ribadire, dunque, che l’importante è il PERCHÉ.

Uno storytelling aziendale efficace parte sempre dal perché, anche se è molto più facile trovare storie aziendali che iniziano a raccontare il cosa (fa l’azienda) e il come (lo fa). Un buono schema per raccontare la tua azienda sarebbe:

  • PERCHÉ la tua azienda fa ciò che fa
  • COME la tua azienda riesce a risolvere il problema dei prospect
  • COSA offre concretamente l’azienda

Perché scrivere la storia proprio in questo ordine? La risposta viene dal cervello umano: se dire cosa si fa viene registrata dalla parte logica e analitica, lo spiegare il perché e il come colpisce la parte emotiva, quella che si occupa dei sentimenti della persona.

Ricordate ciò che abbiamo detto all’inizio? Lo storytelling serve proprio a creare quel tipo di connessione emotiva.

Iniziando il racconto dal perché, dunque, si stimola per primo il lato emotivo, ponendo le basi per i contenuti educativi e per generare consapevolezza nei confronti di un bisogno o un problema del prospect. Grazie a questo primo passaggio, si può definire la mission dell’azienda, impostando di conseguenza il tono delle comunicazioni e dei contenuti successivi.

La trama del tuo racconto

Come ci insegna il buon vecchio Propp, una storia ha uno schema ben preciso: ha dei personaggi e degli elementi fissi. Nel tuo racconto aziendale, essi dovranno comparire in modo chiaro per renderla vincente.

#1 I personaggi

Dovrete fare in modo che i protagonisti della vostra storia siano proprio i lettori/clienti ideali. Essi saranno gli eroi che, grazie all’aiutante (la vostra azienda) e al suo oggetto magico (i vostri prodotti/servizi) saranno in grado di risolvere il problema (che in questo caso difficilmente consisterà nel “salvare la principessa”, ma il concetto è questo) e giungere al lieto fine (la loro soddisfazione).

Per parlare perfettamente ai vostri lettori ed entrare in connessione con loro, dovrete fare una rappresentazione del vostro cliente ideale. Sapete chi è e come parla (e dunque ricerca anche sul web quello di cui ha bisogno)?

Da questa analisi potrete decidere anche da che punto di vista parlare e quale persona usare. Considerate che:

  1. La prima persona si usa per mostrare una certa autorità, ma è consigliabile solo se chi parla ha un nome e un volto e dunque è riconoscibile, come ad esempio il titolare dell’azienda.
  2. Se si usa la seconda persona, sia singolare che plurale (quella che va per la maggiore nei casi di storytelling aziendale), si dà confidenza al lettore e si è più diretti. In questo modo si riusciranno a esplicitare meglio le sue difficoltà, i suoi obiettivi e le sue le sfide quotidiane, riuscendo ad entrarci in sintonia.
  3. La terza persona viene usata per esporre case-study di successo o testimonianze dei clienti soddisfatti che incarnano l’esempio da seguire per i prospect.

#2 Il problema

In ogni storia che si rispetti arriva il momento del conflitto: la principessa viene rapita da uno stregone malvagio e il re è disperato per le sorti della figlia, per intenderci.

Allo stesso modo, il tuo lettore/cliente arriverà da te perché sarà sorto un problema che lui sta cercando di risolvere. È esattamente questo il perché da esplicitare fin dall’inizio che dicevamo poco fa: offrite da subito il movente dell’azione.

Ricordatevi che senza bisogni, nessuno comprerebbe niente. Riuscirete a distinguervi dai vostri competitors se al centro della vostra storia aziendale metterete i problemi che i vostri potenziali clienti si trovano ad affrontare. Inserire un conflitto nella storia non significa ovviamente creare un dramma, l’importante è coinvolgere il pubblico, farlo sentire protagonista e incoraggiarlo a interagire; perché sia interessato e motivato, il conflitto deve quindi somigliare esattamente alle esigenze tipiche dei clienti.

#3 La soluzione

È a questo punto che potrete dire cosa fate per risolvere il problema del vostro cliente: offrite l’oggetto magico che l’eroe può usare per salvare la principessa. Tu e il tuo prodotto sarete la migliore soluzione per il problema con cui si è identificato il lettore.

La storia è arrivata a una conclusione che, si spera, sia un lieto fine per voi. Qual è il passo successivo che si desidera far compiere al potenziale cliente? Potrebbe essere ad esempio una call to action che porta a un form di contatto.

L’importante è non lasciare il lettore/cliente in sospeso. Battete il ferro finché è caldo: se è arrivato in fondo alla storia, sarete riusciti a conquistarlo. Non lasciatelo fuggire! Adesso il lead è caldo e forse pronto a passare all’acquisto.

Qualche consiglio finale per fare storytelling aziendale che funziona

Oltre a costruire bene la struttura della tua storia, fai attenzione a qualche altro elemento:

  1. Sii breve e conciso: non scrivere un racconto aziendale troppo lungo che il lettore non avrà voglia di portare a termine. Sii ben esplicativo e preciso nei tuoi riferimenti, ma non ti dilungare in inutili chiacchiere. Sai anche tu che preferiresti leggere un testo di 15 righe piuttosto che di 6 pagine, no?
  2. Sii onesto: raccontare fischi per fiaschi non ti porterà nulla di buono. Per guadagnare la fiducia dei tuoi prospect dovrai essere sincero riguardo quello che fai, come lo fai e sui motivi che ti hanno spinto ad iniziare. Accertati poi che tutte le comunicazioni della tua azienda siano coerenti l’una con l’altra.

E tu sei pronto a raccontare la storia della tua azienda? Se vuoi ricevere alcuni consigli su come impostare al meglio la tua strategia di Marketing, affidati ai professionisti di MG Group Italia

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.

Scopri subito come far crescere il tuo Business >

Potrebbe interessarti anche:
Come raccontare la tua azienda Le Social Crisis dei Luxury Brand Come promuovere la tua Azienda Una Strategia di Marketing sempre efficace: la Unique Selling Proposition per differenziarsi dalla concorrenza Il Marketing tradizionale è morto?

Richiedi una Consulenza Personalizzata, senza impegno.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.