, ,

Social Media Strategy per B2B: quale social scegliere?

social-media-strategy-per-b2b-quale-social-scegliere
Condividi

Hai un’azienda coinvolta nella rete commerciale B2B? Ti sei mai chiesto quali possano essere le opportunità social per il tuo business?

I social network sono diventati un elemento imprescindibile per qualsiasi attività che desideri farsi notare e trasmettere il proprio messaggio, non solo B2C, ma anche B2B.

I social ci aiutano a comprendere quali siano le aspettative del nostro pubblico, ad ottenere informazioni utili su di lui, a dialogare con lui e a comunicare informazioni, iniziative e promozioni coinvolgendolo.

Questo vale anche per le aziende che vogliono comunicare con altre aziende.

Solo in questo anno, le persone attive in internet hanno raggiunto quota 4 miliardi e di questi, ben 3 hanno dimostrato di essere attivi sui social. In Italia oltre il 73% della popolazione (circa 43 milioni) è online e oltre 30 milioni di questi sono quotidianamente connessi ad uno o più social.

È ovvio quindi che non essere presenti sui social network equivale ad eliminare una notevole fetta di mercato dalle nostre strategie aziendali.

Facebook, Twitter, Linkedin e gli altri: sono tutti uguali?

Bisogna essere sui social. Ok, ma quali social? Ce ne sono alcuni meglio di altri? Alcuni che magari danno più visibilità o sono più efficaci?

Ogni social è nato con uno scopo, certo, molti di essi hanno subito profonde trasformazioni nel tempo, ma di base tutti hanno cercato di mantenere la loro natura.

Per scegliere bisogna essere consapevoli di quali siano le reti migliori per far crescere il proprio business (quali social utilizzare?) e quali siano le azioni da mettere in pratica (come utilizzarli?)

La scelta dipende dagli obiettivi che abbiamo

I social a disposizione sono tantissimi e ognuno ha delle caratteristiche specifiche legate sia alle potenzialità che ai limiti, e perdersi nel “labirinto social” è un attimo.

Per sviluppare una Social Media Strategy coerente con il nostro business bisogna prima capire: quali sono gli obiettivi della mia azienda?

Con chi comunichiamo?

Che risultati vogliamo ottenere? Vogliamo avere più visibilità? Vogliamo cercare nuovi clienti oppure fidelizzare quelli che già abbiamo?

Vogliamo più interazione con gli utenti? Vogliamo coinvolgerli di più?

Oppure, vogliamo promuovere qualcosa? Se si, cosa esattamente?

Rispondere a queste domande può aiutarci a fare chiarezza su quali possano essere le caratteristiche che cerchiamo nei tanti social disponibili online.

Ogni social ha i suoi punti di forza e i suoi limiti, ed ogni Social Media Strategist dovrebbe esserne consapevole per pianificare le strategie giuste e per non sbagliare platea o trasmettere un messaggio nel modo sbagliato.

Facebook

Caratteristiche principali: famoso, frequentatissimo, preciso

Tono della comunicazione: colloquiale, informale, amichevole

Tra tutti i social esistenti è certamente il più conosciuto e probabilmente il più utilizzato.

Come dice il nome stesso, è un libro da leggere e consultare; chiunque può potenzialmente sapere tutto di tutti e la comunicazione è alla base del suo funzionamento. Non a caso è un social nato per mantenere vivi i rapporti tra le persone.

Facebook è la soluzione adatta se vogliamo sviluppare interazioni e costruire con le persone dei rapporti personali.

Permette di dialogare con i nostri utenti attraverso la bacheca, con messaggi privati oppure all’interno di gruppi. Possiamo utilizzare video, immagini, sondaggi oppure semplicemente del testo.

La possibilità di interazione con i clienti si genera ascoltando e rispondendo ai commenti ricevuti e analizzando il trend dei like.

Twitter

Caratteristiche principali: politico, culturale, rapido

Tono della comunicazione: formale, istituzionale, accademica

Dato spesso per spacciato, Twitter rappresenta, nonostante tutto, una realtà social molto forte per i professionisti e per le informazioni.

Per uscire dal coro e farsi ascoltare, bisogna guadagnare autorevolezza e diventare influenti.

È un social rapido e dinamico, che vive della condivisione dei contenuti visualizzabili nell’immediato e che poi si perdono tra migliaia di altri tweet, è sintetico poiché legato ai 280 caratteri di testo a disposizione ed è molto utile a livello aziendale per relazionarsi con i clienti e la customer care.

Uno degli utilizzi più consigliati per i profili aziendali infatti, è quello di poter comunicare in modo istantaneo con gli utenti, dando così una risposta pronta per risolvere i loro problemi.

Non solo, potrebbe essere molto utile anche per mantenere rapporti con altre aziende o brand attraverso lo scambio (pubblico) di tweet ed avere una buona cassa di risonanza.

Linkedin

Caratteristiche principali: professionale, di settore, serio

Tono della comunicazione: specialistico, formale, istituzionale

Linkedin è un social particolarmente indicato per i professionisti che desiderano parlare di ciò che conoscono e mettersi in contatto con figure altrettanto preparate per intrecciare rapporti di business produttivi.

Su questa piattaforma si diventa influenti per ciò che si ha da dire e se non si ha nulla da dire, si consiglia qualcosa che abbiamo trovato interessante.

Le aziende possono crearsi uno spazio dove celebrare la propria professionalità e rendersi autorevoli nel loro settore. Di solito viene utilizzato per il business networking, il recruiting del personale e per la ricerca del lavoro.

Qui non c’è posto per creatività e leggerezza, le aziende devono mostrare il loro volto ufficiale e istituzionale.

Infine, in ottica SEO, Google premia Linkedin e i suoi iscritti con una buona indicizzazione online e una certa visibilità ai profili più aggiornati.

Tra quelli proposti, questo è forse il social più adatto alle aziende che vogliono intrecciare relazioni (professionali) con altre aziende magari del medesimo settore.

Per concludere

Esistono molti altri social al di là di quelli di cui abbiamo parlato in questo articolo e scegliere quello più adatto alla nostra strategia B2B non è semplice. Dobbiamo tenere conto di numerosi fattori e analizzare attentamente rischi e opportunità.

Molti imprenditori ritengono ancora che i social non servano a nulla e siano soltanto una perdita di tempo, senza rendersi conto che ogni social è una rete di contatti importante!

Ora che hai visto quali sono le caratteristiche di questi social, quale pensi sia il più adatto alla comunicazione della tua azienda?

Se ancora non sei sicuro della tua scelta oppure preferisci pianificare una strategia social che utilizzi più piattaforma, Mg Group Italia può aiutarti a fare chiarezza e stabilire la linea editoriale più adatta al tuo business.

Richiedici una Consulenza Gratuita e Senza Impegno, i nostri Social Media Strategist saranno a tua completa disposizione per 

 

Potrebbe interessarti anche:
Una Strategia di Marketing sempre efficace: la Unique Selling Proposition per differenziarsi dalla concorrenza Il pessimo 2018 di Facebook Nuove occasioni di business con l’IOT, l’Internet delle cose Come e perché utilizzare Facebook Lead Ads L’importanza del Blog aziendale nella strategia di marketing

Richiedi una Consulenza Gratuita.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.